Intervista a Pietro Turano, antitesi del disimpegno artistico e volto della resistenza LGBTIQ+