Perché continuiamo a patologizzare comportamenti assolutamente normali?