Pubblicità

yayoi kusama vuole renderti parte della sua ultima opera

L’ “artista più popolare al mondo” ha aperto una nuova mostra interattiva a New York ricca di giunoniche zucche e psichedelici pois.

di Courtney Iseman
|
13 maggio 2015, 9:45am

Photography by Go Itame. Courtesy David Zwirner.

Con la nuova esibizione di Yayoi Kusama Give Me Love, inaugurata sabato sorso alla David Zwirner Gallery di New York, gli spettatori diventano finalmente artisti. Una volta entrati nella parte iniziale dell'installazione, la Obliteration Room, ai visitatori vengono consegnati degli adesivi rotondi colorati da attaccare su uno spazio completamente bianco, progettato per sembrare la tipica casa americana di periferia, per farlo diventare parte integrante del processo creativo. L'effetto finale illustra la teoria dell'obliterazione di Kusama tramite l'uso dei suoi inconfondibili pois: nel corso del tempo le superfici incontaminate della stanza verranno completamente trasformate dai visitatori e i loro adesivi in un'unica macchia di colore.

"The Obliteration Room" via @nikki_namaste

L'esibizione include sia dipinti dalla serie My Eternal Soul che le nuove sculture dell'artista, zucche ricoperte di variopinti pois. I dipinti sono affermazioni personali e autobiografiche - caratterizzate titoli come "Io che ho preso un antidepressivo" - nel vivido e inconfondibile stile di Kusama, con ampie pennellate, ipnotiche palette e la stessa intensità presente nella "Obliteration Room". I pois coprono anche le zucche in ferro tanto care a Yayoi, riprodotte però in una nuova forma sufficientemente allungata e brillante da permettere ai visitatori di riflettercisi.

"Pumpkin," 2015.

All'inizio di quest'anno The Art Newspaper ha definito Kusama " l'artista più popolare al mondo" sulla base dell'affluenza museale (alcune esibizioni precedenti hanno dovuto restare aperte anche 36 ore consecutive per soddisfare l'immenso numero di visitatori). I nuovi elementi interattivi di Give Me Love hanno aggiunto una dimensione completamente nuova alle spettacolari e ipnotiche esibizioni dell'artista, che da sempre ti conducono verso la tana del Bianconiglio. Tramite l'utilizzo di adesivi da parte degli spettatori nella "Obliteration Room" non soltanto si diventa parte dell'esperienza artistica ma ci si avvicina anche a comprendere il mondo nel modo di Kusama, dove i pois sono rimasugli delle sue allucinazioni infantili, ed esaminando il proprio riflesso in una delle sue zucche di un metro e mezzo si ha la stessa proiezione di se stessi di quella che percepisce l'artista. Come gran parte del lavoro di Kusama, questi pezzi ci permettono di vedere ciò cui siamo abituati in una luce completamente nuova.

davidzwirner.com

Installation view of "Give Me Love," 2015.

"Pumpkin," 2015.

"All the Eternal Love," 2014.

"Message from Hades," 2014.

"Wedding Ceremony," 2014.

Crediti


Testo Courtney Iseman
Foto su cortese concessione di David Zwirner

Tagged:
arte
Yayoi Kusama