Pubblicità

per la top model christy turlington il sostegno tra donne è tutto

"Le donne sono il futuro."

di i-D Staff; foto di Inez and Vinoodh
|
06 marzo 2018, 12:39pm

Questo articolo è originariamente apparso sul numero cartaceo di i-D The Radical Issue 350, primavera 2018.

Cosa significa essere una modella? i-D crede da sempre nell'importanza di raccontare la propria storia. E oggi le voci delle modelle sono più importanti che mai. Qui Cameron Russell, Adwoa Aboah, Dara Allen, Christy Turlington, Anja Rubik, Hanne Gaby Odiele, Teddy Quinlivan, Paloma Elsesser, Liya Kebede e Doutzen Kroes ci parlano di ciò in cui credono, delle lotte per cui combattono e delle passioni che le spingono ad agire.

"Quando avevo vent'anni pensavo che tutte le battaglie degne di questo nome fossero già state combattute. Sono nata nel 1969, in California. A quei tempi l'attivismo per i diritti delle donne era roba quotidiana, ma mia madre non era una femminista. Era una casalinga, mentre mio padre lavorava per mantenerci. Lui aveva molte libertà, lei no. Ciò che più amo della società di oggi è la maggiore individualità di cui tutti godiamo. Possiamo usare le nostre voci—poco importa se lo facciamo di fronte a un pubblico o tra i nostri amici—e possiamo diventare un modello per gli altri.

Ho sempre riflettuto molto sui cambiamenti a cui ho assistito da quando è iniziata la mia carriera di modella, a 13 anni. Nei primi tempi mia mamma veniva sempre con me, quindi non sono mai finita in cattive mani. Poi, alla fine degli anni '80, alcuni di noi hanno rivoluzionato l'industria della moda, trasformandola in un business a tutti gli effetti. Così abbiamo iniziato a esigere rispetto dai clienti, chiedendo ai nostri agenti di proteggerci. Ho avuto una carriera incredibile e sono stata fortunata: non mi sono mai ritrovata in situazioni scomode; ma so perfettamente che a molte altre è successo. Non ne parlavamo, si sapeva e basta. A volte l'energia di una stanza era putrescente, capivi subito che le cose potevano mettersi male. Alcune di noi però non avevano l'esperienza necessaria a percepire queste vibrazioni, e oggi è lo stesso. Forse anche peggio. Il ricambio generazionale è più veloce, tutto è transitorio, quindi è molto difficile garantire sicurezza e porre le basi per cambiamenti strutturali.

Sono positivamente impressionata dalle donne come Cameron Russel; le guardo e capisco immediatamente che sanno quanto sia importante usare la propria voce per trasmettere il messaggio di chi una voce non ce l'ha. È una vera soddisfazione vedere tutti i progressi che hanno fatto, dando vita a conversazioni su uguaglianza, pari diritti e cultura. Sapere di non essere sola in queste battaglie mi è di grande conforto. Siamo tutti esseri umani e tutti questi temi sono (o dovrebbero essere) importanti per ciascuno di noi. Dobbiamo sostenerci a vicenda.

Per molto tempo ho sentito il desiderio di fare qualcosa di significativo, ma non riuscivo a capire cosa. Continuavo a cercare la cosa giusta, quella che avrebbe dato senso a tutto il resto. Quando sono diventata madre ho unito le mie competenze come attivista all'esperienza personale e tutto è finalmente andato al posto giusto.

Sinceramente, non ho mai cercato l'attenzione del pubblico, né ho mai fatto in modo che convergesse su di me. Ancora oggi sono una leader riluttante, anche se sono a capo di un'organizzazione con 14 dipendenti full-time: le responsabilità sono tante e non sempre è tutto rose e fiori. Ma istruzione ed esperienza sono i due elementi che credo mi abbiano fatto arrivare fin qui.

I miei modelli sono molto diversi da loro. C'è mia madre, che è tornata sui banchi di scuola a 50 anni. Ci sono le infermiere e ostetriche con cui lavoro. Ci sono i medici e gli accademici a cui guardo perché hanno esperienza e saggezza.

Voglio vivere in un mondo in cui le donne hanno il rispetto che meritano, in cui possono scegliere se e quando diventare madri. Un posto dove arrivano al parto preparate, dove servizi e cure mediche sono al meglio. Le donne sono il futuro."

Christy indossa giacca e pantaloni Saint Laurent by Anthony Vaccarello.

Crediti


Fotografia di Inez & Vinoodh

Fashion Director Alastair McKimm

Capelli Christiaan. Trucco Kabuki per Kabuki Magic con prodotti M.A.C Cosmetics. Tecnico Unghie Daria Hardeman per Starworks con prodotti Deborah Lippmann. Direttore Luci Jodokus Driessen. Direttore Digital Brian Anderson. Assistente alla fotografia Joe Hume. Studio Manager Marc Kroop. Assistenti allo styling Maggie Foster, Desiree Adejde e Umi Jiang. Assistente capelli Taku. Assistenti trucco Yumi Kaizuka, Michael Chua e Satsuki Soma. Assistenti unghie Gladys Castillo. Produzione Tucker Bibilis per VLM Productions. Produzione esecutiva Stephanie Bargas per VLM Productions. Coordinatore alla produzione Eva Harte per VLM Productions. Assistenti alla produzione John Nadnazi e Michelle Murray. Direttore Casing Samuel Ellis Scheinman per DMCASTING. Modelle Christy Turlington per BMC. Liya Kebede per IMG. Cameron Russell per The Lions. Doutzen Kroes, Anja Rubik e Adwoa Aboah per DNA. Teddy Quinlivan e Hanne Gaby per Women. Paloma Elsesser per Muse. Dara Allen per Heroes.