cosa vale la pena guardarsi su netflix ad agosto

Netflix non va mai in vacanza, neanche ad agosto. Anzi, rilascia alcune delle uscite più attese dell'anno!

di Benedetta Pini
|
31 luglio 2019, 1:18pm

Screenshot dalla serie TV di Tredici - 13 Reasons Why

Per tutti quelli che non si staccherebbero dal condizionatore per nessuna ragione al mondo, che non hanno la minima intenzione di rischiare il collasso di un polmone facendo due passi in montagna, né di ustionarsi dopo sette minuti di orologio di esposizione al sole, c'è un'ottima notizia: Netflix non va in vacanza. E se state leggendo questa rubrica dal computer del vostro ufficio, mi sa che non ci siete (ancora) andati neanche voi. Anzi, quelle cose che diciamo tutti di recuperare proprio ad agosto, "che tanto sono più tranquillo/a", ma poi non facciamo assolutamente e andiamo avanti a procrastinarle fino all'infinito, Netflix invece le fa sul serio, e mette il turbo. Perché proprio d'estate, proprio ad agosto, ha deciso di fissare alcune delle uscite più attese di tutto l'anno.

Tra l'arrivo delle nuove stagioni di quelle serie che abbiamo adorato (spoiler: finalmente Mindhunter!) e i classiconi che non ci hanno ancora stancati di stagione in stagione, c'è anche qualche film che trasuda letteralmente di estate e che se anche l'avete visto, non potete non concedervi un rewatch mentre fuori batte il sole a 38° e voi, nel vostro microcosmo climatizzato, ne percepite a malapena 20° dal vostro divano su cui ormai è impressa la sindone del vostro intero corpo. Ma l'uscita che ha mandato tutti in fibrillazione è quella della nuova stagione di Tredici - 13 Reasons Why, ma prendete questa informazione con le pinze, perché è solo una voce e non è ancora stata data conferma ufficiale. Nel dubbio, fate un bel ripasso della seconda stagione e segnatevi - a matita - il 23 agosto.

50 volte il primo bacio (1 agosto)

Una commedia romantica con Drew Barrymore e Adam Sandler, serve dirvi altro?

L'ultimo dei Mohicani (1 agosto)

I fan di Calcutta sicuramente l'avranno sentito nominare e magari per curiosità se lo saranno anche visto, ma è ora di restituire questo capolavoro al suo legittimo autore: Michael Mann, ispirato a un romanzo e a due film precedente. Con Daniel Day-Lewis come protagonista, il film è ambientato in Nord America a metà '700 nel pieno della Guerra dei sette anni, che devastò i nativi americani (tra cui, appunto, la tribù dei Mohicani) costringendoli a scappare verso le pianure occidentali. La fotografia vi lascerà senza fiato.

I Am Killer - 1 stagione (3 agosto)

Per tutti i fan che non riescono più a reggere l'attesa della nuova stagione di Mindhunter, questa docu serie potrebbe mettervi tranquilli per qualche giorno. I Am Killer è costituita da una serie di interrogatori (uno per episodio) a 10 detenuti condannati alla pena capitale: raccontano le dinamiche che li hanno portati a compiere gesti atroci e riflettono a mente fredda sull'accaduto, riportando dettagliatamente ogni fase precedente al crimine e cercando di ricostruire le motivazioni, i meccanismi mentali e i ragionamenti che sono scattati nella loro testa.

The Naked Director (8 agosto)

Toru Muranishi è un personaggio incredibile: è giapponese, è un imprenditore, ma è anche un regista. Di fatto, è un uomo visionario, audace e irriverente che negli anni '80 ha preso in mano l'industria pornografica giapponese, fatta di stereotipi, idealizzazioni e fantasie che hanno piano piano reso alienante il rapporto col sesso, ci ha messo una bella dose di realismo e ha sfidato di petto la censura. Per questo in Giappone è stato definito "Il più sporco degli sporchi vecchietti del settore" (in un articolo di Kjell Fornander del 1992 sul Tokyo Journal).

Sintonia (9 agosto)

Una nuova serie originale targata Netflix Brasile. Rita, Nando e Dondi non hanno neanche 20 anni ma il loro destino è già scritto: per chi viene nelle favelas non c'è alternativa a una vita di povertà, disagi e criminalità. Ma non si danno per vinti e si lanciano nel mondo della musica nella speranza che la loro passione li possa salvare.

The Family (9 agosto)

"Non è una questione di fede, ma una questione di potere." recita il sottotitolo. E già vi fa capire che questo non sarà un documentario sulle sette come tutti gli altri. Un gruppo di giornalisti d'inchiesta americani ha infatti sventato un'organizzazione fondamentalista cristiana che non si limita a lavaggio del cervello, a violare tutti i diritti civili degli adepti e a mettere in scena rituali al limite della legalità: The Family affonda le proprie radici nelle profondità del sistema politico statunitense, esercitando un'enorme influenza su Washington e sulle dinamiche che regolano il governo di uno dei Paesi più potenti al mondo. E quando stato e Chiesa si avvicinano fino al rischio di coincidere, c'è solo da preoccuparsi.

Mindhunter - Seconda stagione (16 agosto)

Finalmente siamo arrivati al pezzo forte del mese. Torna la serie di David Fincher con i detective dell’FBI interpretati da Jonathan Groff e Holt McCallany, rispettivamente nei panni del contorto Holden Ford e del burbero Bill Tench, affiancati dall'acuta Wendy Carr (Anna Torv). Torneranno anche alcuni serial killer della prima stagione, come l'enigmatico e inquietante Edmund Kemper, a cui Cameron Britton non avrebbe potuto regalare un'interpretazione migliore. Questa volta le indagini saranno incentrate sugli Omicidi di Atlanta (Atlanta Child Murders), avvenuti dal 1979 al 1981: in quell'arco di tempo sono state ritrovate morte ventiquattro persone (di cui sei adulti tra i 20 e i 28 anni e diciotto bambini tra i 7 e i 17). Erano tutte afroamericane.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Se queste uscite non dovessero bastarvi, eccovi un altro consiglio:

Crediti


Testo di Benedetta Pini

Tagged:
Netflix
serial killer
Drew Barrymore
pornografia
Thirteen
The Family
Mindhunter