il 2018 secondo guglielmo profeti tra surrealismo, ritratti e assurdità del quotidiano

Quanto surreale può essere una busta della spesa? E cosa si nasconde dietro due mani che si toccano?

di Redazione i-D; foto di Guglielmo Profeti
|
02 gennaio 2019, 12:20pm

Questo contenuto fa parte della nostra rubrica Il 2018 in foto , in cui abbiamo chiesto ai nostri fotografi italiani (e non) preferiti di scegliere le 12 immagini che meglio rappresentano l'anno che si sta per concludere.

Questo è Guglielmo Profeti e questo è il suo 2018 in foto, ma anche in parole.

Quella che vedete e leggete qui è la sintesi e traduzione in foto e testi prodotti in contesti diversi (lavoro, non lavoro, viaggi e così via), di quello che mi resta di quest'anno, di esperienze e processi. Connessi e disconnessi tra loro, sono i ricordi dei me stessi resi evidenti attraverso il ritratto di cose e di altre persone.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Gennaio
Quello che non ho visto è meglio di quello che ho visto, il 2017 aveva 13 mesi.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Febbraio
Quello che abbiamo lasciato è quello che non possiamo lasciare.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Marzo
Quante persone sono?

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Aprile
Dentro era freddo. Fuori c'era il sole, non era così male. Una canzone, e la telefonata con nonna.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Maggio
I ritratti degli altri, il mio ritratto.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Giugno
Una busta di plastica che parla sottovoce. Quanto pesa se non hai il coraggio di credere a una bugia che ti racconti da un po'?

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Luglio
Mi ricordo dei fiori digitali e del caldo, non ho dormito per una settimana su quattro.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Agosto
Sono tornato alle cose vere, nonno e il quarzo.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Settembre
Quanto mi lasci guardare dentro di me.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Ottobre
Mentre ti senti bene in un posto che non è il tuo.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Novembre
Equilibrio precario, queste sono le cose che rimangono, le altre si sono rotte ma senza fare troppo rumore.

giovani_fotografo_italiano_scatti_2018_id_italy_unannoinfotografia

Dicembre
Continuo a fare quello che non ho ancora fatto.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Dai un'occhiata anche a un altro diario fotografico, quello di Guen Fiore:

Crediti


Fotografia di Guglielmo Porfeti
Produzione di Giorgia Imbrenda