le surreali, stranianti opere di sandy skoglund in mostra a torino

Come se i vostri incubi e ossessioni diventassero realtà, ma facendovi sorridere.

di Benedetta Pini
|
23 gennaio 2019, 10:58am

Era il 1980 quando Sandy Skoglund debuttava nel mondo dell’arte con Radioactive Cats e, l’anno successivo, realizzava Revenge of the Goldfish, due interpretazioni surreali e stranianti di ambienti famigliari dipinti con monocromie improbabili e invasi da gatti verdi e pesci volanti. Icone del periodo e ancora oggi sorprendenti, le sue visionarie installazioni partono da oggetti quotidiani, con i quali l’artista plasma ambienti irreali e ossessivi, comici e inquietanti dalle tinte uniformi, resi ancora più asettici dall’appiattimento del contrasto e dalla vivacizzazione esasperata dei colori.

1548238048495-RADIOACTIVE-CATS-1980
Radioactive Cats, 1980 Fotografia a colori, 64.7 x 83.8 cm. Collezione Molgora, Brescia. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)

Il 24 gennaio l’Italia ospiterà per la prima volta un’antologica dell’artista statunitense, dal titolo Sandy Skoglund. Visioni Ibride, in mostra negli spazi di CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia di Torino. L’esposizione segue il percorso dell’artista, dagli esordi nei primi anni '70 fino alle grandi e celebri composizioni del decennio successivo: oltre cento fotografie e sculture estrinsecano i temi caratteristici della sua opera, risultato del rapporto dialettico che si instaura tra i significati propri delle installazioni, costruite di volta in volta con tecniche diverse e molto complesse, e le fotografie finali con cui l’artista le immortala.

1548238049760-PICNIC-2
Sandy Skoglund al lavoro mentre prepara i set delle installazioni. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)

Sogno, fantasia e realtà. Queste le parole chiave dell’arte di Sandy Skoglund, che trova un nuovo sviluppo con la recente Winter (2018), un’opera inedita che verrà presentata in anteprima mondiale alla mostra di Torino. Essa, Insieme a Fresh Hybrid (2008), costituisce i primi due capitoli di una serie dedicata alle quattro stagioni, volta a riflettere sull’arte, sulla vita e sul sempre più complesso rapporto tra essere umano e natura, realtà e artificio.

1548240821539-WINTER_2018
Winter, 2018. Fotografia a colori, 122 cm x 162.6 cm Sandy Skoglund studio, New York. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)

Opera tra le più ambiziose e impegnative dell’artista, Winter ha avuto una gestazione di ben dieci anni: “Per resistere all’istantanea, questa fotografia si muove alla velocità di un ghiacciaio. Il tempo resta immobile per un momento, ma solo dopo un lungo periodo di accumulazione e fatica. Ogni frammento di Winter è stato scelto per esprimere la paura primaria della dipendenza umana dalla natura e dagli altri. Noi non siamo soli, e la nostra situazione è invariabilmente precaria," spiega l’artista.

E come non essere d'accordo con lei?

1548238049417-THE-GREEN-HOUSE-1990
The Green House, 1990. Fotografia a colori, 117.5 x 150.5 cm Collezione Cirillo, Brescia. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238049431-VALUE-OF-WASTED-TIME
True Fiction II, 1986 – 2004. Fotografie a colori. Misure variabili. Collezione privata, Milano. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238049055-THE-WEDDING-1994
The Wedding, 1994. Fotografia a colori, 96.5 x 122 cm Collezione Cirillo, Brescia. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238048919-BREATHING-GLASS-2000
Breathing Glass, 2000. Fotografia a colori, 99 x 133.4 cm Collezione Agazzani, Brescia. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238048828-PALM-TREES-IN-SUSPENSE1986
True Fiction II, 1986 – 2004. Fotografie a colori. Misure variabili. Collezione privata, Milano. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238048624-SHIMMERING-MADNESS-1998
Shimmering Madness, 1998. Fotografia a colori, 91.4 x 116.8 cm Collezione Malvicino, Torino. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238048269-REVENGE-OF-THE-GOLDFISH-1981
Revenge of the Goldfish, 1981. Fotografia a colori, 69.2 x 88.9 cm Collezione Malvicino, Torino. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)
1548238047707-THE-COCKTAIL-PARTY-1992
The Cocktail Party, 1992. Fotografia a colori, 121.9 x 165.1 cm. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT).
1548238046262-A-BREEZE-AT-WORK-1987
A Breeze at Work, 1987 Fotografia a colori. 96.5 x 137.2 cm Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT).
1548238045066-CATinstall2
Sandy Skoglund al lavoro mentre prepara i set delle installazioni. Courtesy Paci contemporary gallery (Brescia – Porto Cervo, IT)

La mostra "Sandy Skoglund. Visioni Ibride." è visitabile dal 24 gennaio al 24 marzo 2019 presso gli spazi di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, a Torino. Tutte le informazioni necessarie le trovate qui.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Altra cosa da fare nei prossimi giorni in giro per l'Italia, questa volta però a Bologna:

Crediti


Testo di Benedetta Pini
Immagini su gentile concessione dell'Ufficio Stampa di CAMERA—Centro Italiano per la Fotografia

Tagged:
Fotografia
torino
Sandy Skoglund
mostre di fotografia
eventi in italia
cose da fare