abbiamo il marsupio dell'autunno

Check Burberry + bandiera arcobaleno = accessorio perfetto

|
set 12 2018, 10:10am

Se c’è un brand che in questo momento è letteralmente sotto assedio mediatico, sicuramente si tratta di Burberry. L’addio di Christopher Bailey e la conseguente nomina di Riccardo Tisci a Direttore Creativo hanno fomentato da un lato mille curiosità sul futuro del marchio, e dall'altro il modo in cui Burberry cambierà fisionomia con Tisci alla guida (che intanto ha modificato il logo del brand e introdotto una nuova e virale stampa monogram già oggetto di discussioni accese).

Rimane per ora impossibile, però, togliersi dalla testa la collezione d'addio di Bailey: si è trattato di un momento importante, di un imponente spettacolo celebrativo dei suoi anni in Burberry e di ciò che lui ha più a cuore. E se è vero che gli accessori sono segno inequivocabile del successo di una collezione, quelli presentati durante la sfilata ready-to-wear Fall 18 di Burberry non ce li dimenticheremo facilmente.

Per la sua ultima sortita creativa, Bailey ha preso il tradizionalissimo check Burberry—feticcio abusato del marchio ma allo stesso tempo sua carta vincente—e lo ha reso ancora una volta il punto focale attorno a cui far girare tutto il resto. Accoppiandolo alla bandiera arcobaleno simbolo della comunità LGBTQ, Bailey ha lanciato un messaggio forte e chiaro di uguaglianza, ottimismo e inclusione. Oltre che su trench e pellicce, il nuovo check arcobaleno è finito su zaini e sneakers, cappellini e sciarpe, maxi bag e sopratutto marsupi.

Ed è stato proprio il marsupio ad attirare la nostra attenzione, in parte perché si tratta di un accessorio indissolubilmente legato alla storia della comunità queer. Ve ne avevamo parlato qui nel dettaglio, ricordate? I motivi di questa simbiosi sono molteplici. Innanzitutto, è il simbolo per eccellenza degli anni '90 e della rave culture, due fenomeni che esercitano un certo fascino sulla moda di oggi. E chi allora trasformò il marsupio in un vero e proprio oggetto di culto furono hypebeast e omosessuali. Vent'anni prima è stato l’accessorio per eccellenza delle contestatrici femministe degli anni '70, quando l'imperativo era prediligere la praticità all’estetica, la funzione al bello. Ciliegina sulla torta? Quando è nato era l’accessorio ideale per gli amanti del fitness, e oggi è la crasi armoniosa di tutti questi elementi: è bello perché è di tendenza, ma anche perché indubbiamente comodo. I tempi bui in cui veniva considerato brutto sebbene comodo sono decisamente finiti.

Ecco perché quello in questione, firmato Burberry by Christopher Bailey con tradizionalissima stampa check all over, banda arcobaleno e profili coloratissimi è senza dubbio l’accessorio giusto. Questa volta davvero per tutti.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Guarda anche: