20 cose da vedere, leggere e ascoltare sulla musica

Una selezione di suoni, video e letture facili e veloci, da fruire ovunque tu sia.

di i-D Staff
|
05 agosto 2021, 11:46am

D'estate abbiamo voglia solo di una cosa: sdraiarci da qualche parte a non fare assolutamente nulla. Che sia in spiaggia sotto l'ombrellone, in un prato al parco, in montagna davanti a una vista mozzafiato o sul nostro divano di casa col ventilatore sparato in faccia, desideriamo solo intrattenimento passivo.

Ed ecco qui una selezione di suoni, immagini, video e letture (leggere, promesso) per sapere cosa sta succedendo nel panorama musicale in Italia e in giro per il mondo.

1) Alle origini dell’estetica lo-fi nei videoclip

Una carrellata cronologica che parte proprio dagli anni zero e arriva fino a pochi mesi fa, dimostrando il grande eclettismo di questo linguaggio che spazia tra i generi, le tecniche e i risultati.

2) L’estrema estetica lo-fi in versione post-sovietica

A quanto pare, l'Ucraina post-sovietica (dichiarata indipendente nel 1991) è davvero un pozzo senza fondo di alcuni dei più assurdi video musicali lo-fi, ma anche di performance di danza idiosincratiche ed alienanti. Ed ecco qui le più folli.

3) Il meglio che il queer ha da offrire, in videoclip

La triste verità è infatti che per le persone queer è stato storicamente molto difficile trovare una rappresentazione onesta e autentica delle proprie identità all’interno dei media, compresa la musica pop. Ma c’è una manciata di icone pop LGBTQ+ che negli anni hanno mostrato esplicitamente la loro queerness senza ritegno, senza rimorsi e senza scendere a compromessi. Così, abbiamo fatto un tuffo nel passato più recente per selezionare i loro video musicali.

4) Intervista a Frankeeno per l’uscita del videoclip “Paura della morte”

Ci siamo fatte un viaggio insieme a Frankeeno in modalità botta (e risposta), dribblando tra varie reference disordinate per provare a decostruire in parti e poi riassemblare l’identità di questo progetto musicale.

5) Intervista a Luchino Luce per l’uscita del videoclip “1 2 3 stella”

Questo è il suono di uno di quegli spartiacque transmediali tra Millennial e Gen Z.

6) Intervista a Dafne per l’uscita del videoclip “Murena”

Difficile delimitare l’universo di Dafne: si potrebbe iniziare col fatto che è la forma, il nome e la multi-personalità interdisciplinare del progetto artistico-musicale di un collettivo creativo. Per il resto, scoprilo qui sotto.

7) I mix per quando chiedono a te di scegliere che musica mettere

Una selecta di mixtape tra varie piattaforme e vari mood per avere in mano uno strumento che ti potrebbe salvare la vita in diverse occasioni.

8) La playlist hyperpop che stavi aspettando

By Le Major.

9) Le webradio che dovresti conoscere e seguire

Abbiamo individuato piccole realtà in tutto il mondo che spingono suoniartisti che probabilmente non conoscete ancora. Una selezione di webradio che svolteranno la colonna sonora delle tue serate mentre aspetti che i club riaprano.

10) I progetti musicali italiani usciti nel 2021 che potresti esserti perso

Il modo in cui la musica ci entra sotto la pelle dandoci una scarica euforica è proprio ciò che tiene in piedi chi la fa e chi la ascolta. Ed ecco qualche progetto musicale in giro per l’Italia che ha continuato a spingere anche in questi mesi difficili.

11) I progetti musicali perfetti da ascoltare in questi caldi mesi estivi

Una micro selezione di cose che l’Italia ha proposto di recente, per farti riprendere confidenza con i luoghi aperti e quegli sguardi languidi dall’altra parte del palco che tanto ci mancano.

12) I progetti musicali internazionali più stilosi delgi ultimi mesi

Una selezione di progetti per scoprire, valorizzare e spingere l’underground internazionale che ha a che fare in modo diretto con le nostre tendenze locali. Ecco quindi un elenco di cose da ascoltare che non sono state considerate abbastanza qui nel nostro stivale.

13) E poi ripassiamo i momenti salienti della musica pop degli anni Dieci

Come dice il detto: “pop don’t stop”. Ecco qui 10 momenti chiave che hanno rappresentato i cambiamenti più significativi del pop dal 1 gennaio 2010.

14) Quattro chiacchiere con i Tapefeed su cosa significa lasciare l’Italia per costruirsi una carriera musicale all’estero

Anni fa, Alessandro e Rick hanno assecondato l’ambizione comune alla maggior parte delle persone che, a un certo punto, scelgono la musica come focus della propria vita: andarsene da un paese, l’Italia, per ricollocarsi in un contesto geografico diverso e più stimolante, dove costruire il proprio futuro. Da qui, sono nati i Tapefeed e il progetto musicale Home of Sound.

15) Intervista a Stasis, il collettivo based in Torino che sta provando a cambiare le regole della vita notturna

Anche una grande città come Torino risulta a prima vista avvolta in una stasi silente, da cui ora sembrano (ri)emergere quelle voci decise a proporre soluzioni altre e immaginari futuri.

16) Intervista a PhoBho Records, l’etichetta based in Bergamo che sta guidando la rinascita della musica elettronica italiana

Per capire meglio il background e il concept del progetto, abbiamo deciso di farcelo raccontare direttamente da chi l’ha creato: Matteo Coffetti, producer e Federico Spini, grafico.

17) So Beast x Marco Rambaldi: quando la moda incontra la musica, a Bologna

So Beast e Marco Rambaldi, protagonisti rispettivamente del panorama della musica e della moda più o meno underground della città rossa e uterina. I primi hanno di recente realizzato una collaborazione per la soundtrack del progetto più recente dello stilista, Manifesto Paradisiaco, che ingloba molto della narrazione che Bologna fa di sé. Qui li interpelliamo gli uni sull’importanza della forma d’arte dell’altro, sulla geografia che li unisce, sul quale sia per loro il nome giusto per definire questo periodo e molto altro.

18) Dentro a “Notti Tossiche”, il libro sul valore politico della club culture

Tra gli affondi più attenti e profondi su questo mondo c’è il saggio del ricercatore Enrico PetrilliNotti Tossiche: Socialità, droghe e musica elettronica per resistere attraverso il piacere, un volume che ci immerge nella club culture intesa come spazio politico, di resistenza e di esperienza edonistica attraverso un’analisi sociologica che permette di approfondire la propria consapevolezza sul clubbing e le dinamiche che lo compongono. 

19) “Disco Ruin”: il documentario sulla storia della discoteca italiana

Il film prodotto da Giangiacomo De StefanoDisco Ruin - 40 anni di club culture italianadimostra che il contesto politico e di liberazione sociale e personale che ha costellato il percorso delle discoteche in Italia, dalla nascita a oggi, ha delle evidenti analogie con il nostro presente.

20) Viaggio indietro nel tempo alle radici della club culture italiana, tramite le foto del libro “Paradise Discoteque”

Paradise Discoteque di Antonio La Grotta è un progetto fotografico che si avvicina all’archeologia, perché ci lascia guardare dall’interno i luoghi abbandonati che hanno caratterizzato la vita notturna del Nord Italia negli anni ‘80 e ‘90.