Il nuovo archivio digitale di STREET magazine è una vera e propria lezione di stile

Il fondatore ed editor-in-chief di "STREET magazine" Shoichi Aoki ci ha guidati tra i migliori scatti presenti nell'archivio.

di Ryan White
|
23 giugno 2020, 4:00am

Dal 1985, il magazine di moda giapponese STREET pubblica gli scatti di street style più rappresentativi della scena, creando connessioni visuali tra le diverse sottoculture e nicchie di città come Londra, Parigi, Tokyo, e altre ancora in tutto il mondo. Oggi, tre decadi dopo, molte cose sono diverse da allora nel modo in cui immortaliamo lo street style (e gli smartphone sono stati tra i principali motori di questo cambiamento), Shoichi Aoki, il fondatore ed Editor-in-chief del magazine nonché la mente geniale che sta dietro anche alla rivista FRUiTS, non ha mai smesso di documentare questi trend. “Ho notato che all'epoca non c'erano abbastanza fotografi che documentassero i cambiamenti dello stile della strada,” afferma Shoichi, parlando delle origini del magazine. “Non conoscevo Bill Cunningham al tempo, ma era risaputo che la gente si vestiva bene per andare in giro, sia a Parigi che a Londra.”

Alla metà degli anni '80, quando il magazine ha preso vita, il mondo della moda stava vivendo uno dei "periodi più affascinanti" in termini di stile, afferma Shoichi. “Lo street style è sempre stato in continuo cambiamento, ma quello è stato un momento davvero speciale... Ora invece siamo in una fase di transizione dopo un periodo davvero noioso.” Se siete d'accordo rispetto a questa idea – e molti lo sono – sarete felice di sapere che Shoichi ha passato mesi interi a digitalizzare i primi 100 numeri di STREET, che non erano mai stati disponibili online in forma digitale.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

Il risultato è una finestra su un'era che è diventata una reference costante nella moda di oggi. "In questo momento c'è una forte richiesta di street style anni '80 e '90, di suggestioni e modelli, ma STREET in quel periodo non era digitale... quindi per ditigalizzarla ho dovuto scansionare 3600 pagine direttamente dalle riviste stampate," spiega Shoichi. "È stato un enorme lavoro. "Dalle sfilate di moda ad Anversa a Kings Road a Londra, dalle stazioni della metropolitana di Parigi durante la settimana della moda ai bar e club di Berlino, c'è uno stile senza tempo in questi momenti, che perdura nel tempo, anche se i vestiti cambiano.

Purtroppo, in questo momento le strade non sono accessibili come al solito per via delle proteste antirazziste e del coronavirus, e molti dei vostri outfit migliori rischiano di passare inosservati. Ma questi 100 numeri di STREET offrono una lezione di storia della moda che solo pochi altri magazine potrebbero vantare, offrire una bacheca infinita di ispirazioni. Qui Shoichi ci presenta una manciata dei suoi scatti preferiti dell'archivio.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

1986

Era la prima volta che scattavo a Parigi. Da STREET N. 1 fino al N. 5, le fotografie non erano scattate da me. Avevo un fotografo che se ne occupava. Il N. 6 è stato il mio debutto come street photographer. Non mi ero mai considerato un fotografo prima di allora!

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

1987

La prima volta che ho scattato a Londra era buio fuori, e quindi molti scatti sono risultati mossi. Ma mi piacciono. Sono come degli istanti specifici rubati al tempo. Era forse la prima volta che delle foto mosse venivano presentate all'interno di un magazine.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

1987

Il pubblico della sfilata di Jean-Paul Gaultier alla Paris Fashion Week. Durante quel periodo le strade erano davvero speciali, eccezionali. C'erano persone che normalmente non vedi in giro a Parigi.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

1988

Il mercato di Portobello la domenica. Penso che fosse uno dei luoghi più affascinanti in termini di stile durante quel periodo. Era come un posto segreto dove scovare le perle in mezzo alla folla. Nessun trend di moda -- era tutto totalmente libero e creativo, un caos di stile.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

1994

La moda street di Londra e la cultura del clubbing erano molto emozionanti durante la metà degli anni '90. Le persone si radunavano al Freud Cafe Bars il venerdì sera, e poi andavano a ballare a Soho o a Piccadilly Circus. E il mattino dopo andavano al mercato di Portobello.

È possibile acquistare gli scan delle edizioni del magazine dalla 1 alla 100 su tokyofruits.com, sia in set di 10 numeri per $30.50, sia come pacchetto completo per $278.00.

fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90
fotografie-archivio-digitale-street-magazine-anni-80-e-90

Crediti


Tutte le immagini su gentile concessione di Shoichi Aoki

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
street style
street photography
fruits magazine
storia della moda
street magazine