9 libri sulla moda da leggere in vacanza (o quando vuoi)

Che tu stia per iniziare una triennale in Fashion Design o sia semplicemente appassionat* di moda, qui trovi alcuni volumi da leggere assolutamente.

di Amanda Margiaria
|
07 agosto 2020, 4:00am

La moda è una disciplina complessa e sfaccettata, che tocca tutti i campi della cultura, della società e dell’industria, e che si può approcciare da innumerevoli punti di vista. Che tu stia per iniziare una triennale di moda, o che tu sia semplicemente un appassionato, è giusto costruirsi una cultura base da poi poter approfondire ulteriormente, e costruirsi un cuscinetto su cui potersi fare delle idee sulle problematiche più rilevanti di questo settore (sostenibilità, anyone?).

Ci sono dozzine di documentari da guardare online, mini timeline storici da cui apprendere, interviste da leggere e riviste da sfogliare, ma visto che ci auguriamo che in questi giorni stiate passando la maggior parte del tempo su lettini da spiaggia, il medium più comodo da portarsi dietro e in cui immergersi con facilità è il vecchio e caro formato libro.

Qui abbiamo stilato una lista di pubblicazioni seminali, che tracciano insieme una visione della moda eterogenea e ampia, e da cui potete farvi trasportare nel complesso mondo che è il fashion system. Dalla filosofia della moda, alla storia delle subculture, dall’industria italiana a lettere strappalacrime, questi libri vi apriranno gli occhi su quanto l’aspetto “triviale” della moda sia soltanto un costrutto sociale.

roland barthes il senso della moda
1) Il senso della moda. Forme e significati dell’abbigliamentoRoland Barthes, Einaudi (1968)

1) Il senso della moda. Forme e significati dell’abbigliamento

Roland Barthes, Einaudi (1968)

Questo libro raccoglie saggi, articoli, interviste, recensioni, digressioni e frammenti in cui Barthes parla del rapporto tra coprirsi e denudarsi. Generalmente considerato come il testo di partenza per chi s’interessa dell’abito da un punto di vista semantico, non è esattamente “una lettura da spiaggia”, ma non potevamo esimerci dal citarlo.

lettere a yves pierre bergè
2) Lettere a YvesPierre Bergé, Archinto (2012)

2) Lettere a Yves

Pierre Bergé, Archinto (2012)

Questo libro raccoglie le lettere che Pierre Bergé, compagno di vita del designer, ha scritto a Yves dopo la sua morte, nella drammatica ricerca di sentirlo ancora al suo fianco. Tra alti e bassi, Bergé ripercorre i momenti salienti della loro vita insieme, permettendo al lettore di accedere alla loro sfera personale. Le lacrime sono assicurate.

the new black vanguard photography between art and fashion antwaun sargent
3) The New Black Vanguard: Photography Between Art and FashionAntwaun Sargent, Aperture (2019)

3) The New Black Vanguard: Photography Between Art and Fashion

Antwaun Sargent, Aperture (2019)

Libro di difficile definizione, a cavallo tra pubblicazione fotografica, raccolta di interviste e insieme di saggi sui creativi neri che stanno riscrivendo le regole del sistema moda. A fare da fil rouge sono i nomi dei 15 fotografi neri che negli ultimi anni hanno dato un contributo fondamentale allo sviluppo di nuovi paradigmi fotografici.

breve storia della moda in italia maria giuseppina muzzarelli
Breve storia della moda in ItaliaMaria Giuseppina Muzzarelli, Il Mulino, 2014

4) Breve storia della moda in Italia

Maria Giuseppina Muzzarelli, Il Mulino, 2014

Un titolo, una garanzia: questo è il libro perfetto per chi inizia a muovere i primi passi nel mondo della storia del costume. Muzzarelli è una delle principali storiche della moda italiane, quindi perché non affidarsi a lei nel cercare di comprendere come la moda sia da sempre un fenomeno sociale e culturale, oltre che creativo?

instant moda andrea batilla
5) Instant ModaAndrea Batilla, Gribaudo (2019)

5) Instant Moda

Andrea Batilla, Gribaudo (2019)

Attualmente al primo posto nella classifica dei libri di storia della moda più venduti su Amazon Italia, questo libro è un po’ il caso editoriale del 2020. Ripercorrendo le vite di alcune tra le figure più emblematiche della moda contemporanea, Batilla riesce a tracciare connessioni inconsuete e geniali, sempre con l’ironia che lo contraddistingue.

fashionopolis the price of fast fashion and the future of clothes dana thomas
Fashionopolis: The Price of Fast Fashion and the Future of ClothesDana Thomas, Head of Zeus (2019)

6) Fashionopolis: The Price of Fast Fashion and the Future of Clothes

Dana Thomas, Head of Zeus (2019)

Semplicemente, IL libro per chi vuole smettere una volta per tutte di comprare fast fashion, lavorando invece sul porre le basi per un futuro più sostenibile. Esperta giornalista, in questo saggio Thomas ci sbatte in faccia la verità: l’industria della moda è tossica per l’ambiente e per l’essere umano. Ma (forse) una soluzione esiste.

filosofia della moda lars svendsen
7) Filosofia della modaLars F. H. Svendsen, Guanda (2004)

7) Filosofia della moda

Lars F. H. Svendsen, Guanda (2004)

Come ogni altra disciplina, anche la moda è interconnessa a tutte le altre pratiche. Considerata spesso tra le più superficiali, però, ha una stretta correlazione con la filosofia. In questo volume, Svendsen affronta l'analisi del fenomeno "moda" utilizzando gli strumenti a lui più consoni, cioè quelli filosofici.

moda italiana elisabella merlo
Moda italiana. Storia di un’industria dall’Ottocento a oggiElisabetta Merlo, Marsilio (2003)

8) Moda italiana. Storia di un’industria dall’Ottocento a oggi

Elisabetta Merlo, Marsilio (2003)

Brutto a dirsi, ma una visione creativa non è sufficiente se si vuole lavorare del mondo della moda. Serve un approccio legato all’economia per farcela, oggi che la moda è soprattutto business. Da un lato, questo libro può aiutarci a capire come siamo arrivati a questo punto. Dall’altro, fornisce una cornice in cui contestualizzare l’idea di abito come forza economica

subculture il significato dello stile dick hebdige
Sottocultura. Il significato dello stileDick Hebdige, Meltemi (2017)

9) Sottocultura. Il significato dello stile

Dick Hebdige, Meltemi (2017)

Cos’è una sottocultura? Cosa la definisce come tale? Nel suo libro seminale del 1979, Dick Hebdige traccia una storia delle subculture che hanno definito interi decenni, una parabola delle loro traiettorie all’interno della società, e di come, da movimenti isolati e singoli, sono diventati parte della cultura mainstream. Sottocultura vuol dire opposizione, anarchia, alienazione. Tribù sociali legate dagli stessi ideali e interessi, che affrontano le stesse problematiche facendo fronte su molteplici aspetti.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
libri
estate
Roland Barthes
antwaun sargent
dana thomas
pierre berge
storia della moda
cultura visuale
cultura della moda
Maria Giuseppina Muzzarelli
Andrea Batilla
Lars F.H.Svendsen
Elisabetta Merlo
Dick Hebdige