Per la A/W 20 Vitelli si ispira ad Antonello Venditti

"Corri amore, Corri non aver paura."

di Amanda Margiaria
|
27 febbraio 2020, 2:11pm

Viviamo in tempi d'incertezza. Siamo pronti alla fine del mondo, ma continuiamo a danzare facendo finta di nulla. Siamo in bilico tra l'edonismo più sfrenato e l'apatia assoluta. Anestetizzati dal bombardamento di notizie quotidiano, ci risvegliamo dal nostro dormiveglia solo quando gli scossoni sono così forti da far tremare la terra sotto i nostri piedi.

Forte di questa consapevolezza, il team creativo di Vitelli (brand che amiamo, conosciamo e seguiamo da tempo) ha sviluppato la propria collezione A/W 20 ispirandosi alla canzone di Antonello Venditti Sotto il Segno dei Pesci, simbolo di una gioventù libera dalle tragedie belliche ma tremante di fronte all'arrivo degli Anni di Piombo. Se vi sembra un controsenso, ricordatevi che è di controsensi che si nutre la nostra contemporaneità, e soprattutto, leggete le parole del brand che hanno accompagnato la presentazione della collezione:

Ci siamo ispirati alla sensazione di tensione tra riot e silenzioso senso d'irreversibilità che si respira oggi. Una dicotomia tra romanticismo e paura. Ne parliamo molto, ci facciamo domande, altre volte invece stiamo zitti. Qual è la visione per un futuro migliore? Un'emozione a metà tra il brivido delle nuove opportunità e la malinconia, guardandoci indietro e contemporaneamente pensando al domani nell'era più critica.

 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage
 Vitelli A/W 20 backstage

Segui i-D su Instagram e Facebook


Tagged:
Fotografia
Backstage
vitelli
Gioventù Cosmica
a/w 20
Mauro Simionato