ora internet è un diritto umano fondamentale

A quanto pare abbiamo fatto passi da gigante da quando i nostri genitori ci costringevano a studiare scollegando il modem.

di Matthew Whitehouse
|
06 luglio 2016, 10:19am

Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite condanna ogni Paese che limita intenzionalmente l'accesso ad internet ai cittadini. Supportato da oltre 70 Stati, la risoluzione suggerisce che "gli stessi diritti che le persone hanno offline devono essere protetti anche online" e i rappresentanti di Russia, Cina, Arabia Saudita, Sud Africa e India sono stati gli unici ad esprimere un voto negativo. Magari hanno paura della vertiginosa crescita demografica a cui potrebbero portare le intense sessioni di "Netflix and Chill" oppure sono semplicemente consapevoli del fatto che regolare o addirittura negare l'accesso alla rete sia una mossa necessaria per controllare i cittadini in un regime opressivo. Anche se le Nazioni Unite non possono prendere provvedimenti concreti nei confronti di chi non si attiene a questa risoluzione, si tratta comunque di un passo importante verso la tutela della libertà d'espressione e di informazione.


Crediti


Testo Matthew Whitehouse

Tagged:
Internet
Cultură
diritti umani