parliamo con dorian di malibu 1992

Vi portiamo nel backstage della sfilata e incontriamo il designer post-goth che ci racconta perchè ha portato in passerella i fantasmi di Sunset Boulevard.

|
giu 23 2017, 8:20am

Ph. ANIMALWALL

Lo Chateau Marmont di West Hollywood, inaugurato all'inizio degli anni trenta, non può solo essere definito un hotel, quanto un luogo mitico, dove hanno soggiornato personaggi leggendari, alcuni dei quali, come John Belushi e Helmut Newton, hanno perso la vita tra le mura dei bungalow a bordo piscina e i vialetti palmeggianti.

Fantasmi di questi idoli malinconici hollywoodiani si intersecano nella fantasia di Dorian con il suo inconfondibile stile post-goth. Nasce così una collezione metafisica che rende l'attuale estetica post-internet quasi spirituale. Oltre allo stile post-goth la collezione Malibu 1992 P/E 18 è ispirata alla cultura delle gang dei Cholos e al Nu-Metal, il tutto amalgamato da volumi fitness e un finale sartoriale.

In passerella tuxedo in varianti drappeggiate. La palette colori declinata tra nero carbonio, un nuovo blue pool, il giallo banana sbiadito dal sole e il verde/grigio delle porte anti panico. La camicia rigorosamente di seta indossata su 5 tasche a sigaretta o su bike shorts per un effetto health-tailoring orfano di Neneh Cherry e il mitico Bijan di Beverly Hills. Soprabiti e impermeabili impeccabilmente sbagliati per l'accostamento di cotoni hi-tech e vinili trasparenti a effetto lente.

Lo sportswear e il surfwear hanno le proporzioni over delle coach jacket abbinate a cargo shorts tecnici esageratamente chicano-rap. Il denim è essenziale, estremo e si avvale della collaborazione con Meltin'Pot eccellenza del Made in Italy. Gabardine estivo, canvas, foulard, jacquard oro a motivi ascia medievale, nylon, vernice e stretch vegetale definiscono i capi femminili drappeggiati e appiccicati al corpo, un tributo a Romeo Gigli e Patsy Kensit. La bandana alla 2Pac di seta e' annodata sulla fronte e scende sulle spalle o nel taschino della giacca come una pochette. Le candele che sigillano il rituale esoterico diventano il nuovo floreale, la t-shirt crop o XL rinnega il merchandising sublimandone l'utilizzo.

La passerella della Fabbrica del Vapore diventa l'arena in cui confrontarsi non solo con la conferma di un designer italiano che ispira la nuova generazione a livello globale ma anche l'affermazione dell'orgoglio culturale e di appartenenza a subculture alternative che stanno sempre più emergendo.

In questo video girato a 360° vediamo sfilare i fantasmi dello Chateau di Sunset Boulevard e parliamo con Dorian che ci racconta gli spunti visionari da cui e' nata la sua nuova collezione. 

Crediti


Testo Gloria Maria Cappelletti
Foto ANIMALWALL
Video 360° CLOY Collective - L'esperienza 360° si può avere navigando su Chrome, Opera, Firefox oppure Internet Explorer. Purtroppo Safari non supporta ancora questo servizio. Se state guardando i video dal cellulare usate l'app di YouTube. Regolare la qualità/risoluzione a 2160s oppure 1440s