emmanuele delrio

Vi presentiamo i tipi più interessanti che abbiamo incontrato in questa torrida estate milanese... 40 gradi all'ombra e non sentirli!

di i-D Staff
|
15 luglio 2015, 8:00am

Di dove sei?

Sono di Reggio Emilia ma vivo a Milano da quasi 12 anni, ho studiato fotografia nell'ambito delle arti visive.

Che cosa fai?

Sono fotografo, video-maker e musicista. Lavoro principalmente nell'ambito della moda. Ho una band "The Quincey" http://thequincey.com. A ottobre uscirà il nostro primo disco con Bad Panda records.

Cosa indossi?

Una camicia Wasteland, jeans Levi's, boots di Beyond Retro e occhiali Police. 

Che musica ascolti?

Mi piace ascoltare di tutto. Credo però che ci siano generi musicali adatti ad ogni periodo dell'anno e della vita. Ad oggi sono molto affascinato dalla musica africana dei primi anni 70, fortemente influenzata dal sud America e della psichedelica americana... Una scena veramente incredibile, tanto variegata e strana.

Come la tecnologia e i social media hanno influenzato i nostri gusti musicali?

Devo dire che con tutto quello che di nuovo esce siamo bombardati ogni secondo da novità di tutti i tipi. Sono propenso ad ascoltare tutto e credo che la democraticizzazione sia una cosa positiva quando conosci bene te stesso, in caso contrario è molto facile perdersi in un bicchier d'acqua.

Qual è il tuo posto preferito a Milano in questa estate bollente?

Il posto migliore per stare d'estate a Milano credo non siano i Navigli. Ci sono tantissimi posti nuovi che sono stati aperti nell'ultimo anno. Uno su tutti il Botanical Club http://www.thebotanicalclub.com . Anche il Surfer's Den mi piace: lì ogni due venerdì organizziamo una serata con la band e bravi amici dj. Lo consiglio vivamente per passare un paio d'ore, dimenticarsi di essere a Milano e gustare cocktail buonissimi.

Quali sono i tuoi programmi per le vacanze?

Le vacanze vere saranno a inizi anno prossimo, in sud America credo. In Agosto farò chill out tra mare e montagna, Italia comunque.

Crediti


Foto Max Martin maxmartinstudio.com / Styling Silvia Bergomi silviabergomi.com / Stylist Assistant Matteo Maggini

Tagged:
police
wasteland
Max Martin
Levis
beyond retro
the quincey
silvia bergomi
emmanuele delrio