parigi nel 1970, tra le ragazze delle strade di pigalle

Jane Evelyn Atwood ha passato un intero decennio camminando nel quartiere di Pigalle e fotografando le donne che lavoravano per le sue strade.

|
ago 20 2018, 7:00am

Questo contenuto è originariamente apparso su i-D Francia. Per leggere l'intervista completa vai qui.

Nelle strade di Haiti, nelle prigioni femminili, tra le strade di città piagate dall'AIDS, nelle scuole per non vedenti in Francia, Giappone e Israele. La fotografa franco-americana Jane Evelyn Atwood non ha mai evitato di affrontare in cui violenza e dolore sono ordinaria amministrazione. Eppure, le sue immagini non sono brutali, ma anzi dolci, a volte con un sotto testo amaro, e sempre ricche di determinazione.

All'interno della celebre cornice dei Rencontres d'Arles, Jane Evelyn Atwood fino al 23 settembre la serie fotografica La Pigalle di fine anni '70. Per quasi un decennio, la fotografa ha documentato la vita delle prostitute transessuali che vivevano e lavoravano nell'antico quartiere parigino. "Non era facile catturare la loro vera natura. Avevano vite difficili, la gente comune le ridicolizzava, ostracizzava e relegava ai margini dalla società," ricorda la Atwood. "Ci ho messo un sacco di anni a concludere questa serie, perché i progetti a cui lavori richiedono tempo. Meritano il tempo. È una questione di rispetto. Dare tempo significa rispettare un tema."

Qui trovate una selezione delle ragazze di Pigalle fotografate da Jane Evelyn Atwood. Se volete vederne altre, sono raccolte in Pigalle People, edito da Le Bec en l'air, 2018.

© Jane Evelyn Atwood
© Jane Evelyn Atwood
© Jane Evelyn Atwood
© Jane Evelyn Atwood
© Jane Evelyn Atwood

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche: