asos non venderà più capi in seta, cashmere, mohair o con piume

La rivoluzione inizierà a gennaio 2019.

|
20 giugno 2018, 8:48am

Image via ASOS

Ieri ASOS, il sito di e-commerce dove tutti e tutte abbiamo fatto shopping online almeno una volta, ha dichiarato che a partire da gennaio 2019 metterà al bando seta, mohair, cashmere e piume dalla sua piattaforma.

Yvonne Taylor, direttrice dei progetti corporate di PETA, ha rilasciato a tale proposito la seguente dichiarazione:

"L'organizzazione no-profit PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) si complimenta con ASOS per la campagna anti-crudeltà sugli animali nella moda. I consumatori oggi stanno cambiando le regole di questa industria, chiedendo a stilisti e retailer di eliminare dai loro cataloghi prodotti di derivazione animale e preferendo alternative cruelty-free."

È ormai cosa nota che i tessuti di derivazione animale comportino spesso processi produttivi crudeli. Poche settimane fa, PETA ha pubblicato su YouTube un documentario che espone gli orrori dell'industria di mohair, spingendo oltre 80 retailer (tra cui Zara, H&M e Topshop) a bannare questo tessuto dai loro cataloghi. E anche la seta, la cui produzione potrebbe sembrare indolore, prevede invece la bollitura delle larve quando ancora in vita, secondo PETA.

Dati i volumi di vendita del colosso ASOS, la decisione di dire no a seta, cashmere, mohair e piume avrà un forte impatto. Ora è il momento di trovare qualcosa di meno inquinante di quelle enormi buste di plastica in cui arrivano i pacchi ASOS, grazie.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK.