la guida di @jonboy per il tuo primo tatuaggio

Ha tatuato Kendall Jenner, Justin Bieber e persino Alessandro Michele. Così gli abbiamo chiesto qualche consiglio.

di Rae Witte; traduzione di Gaia Caccianiga
|
26 febbraio 2019, 11:56am

Jonathan Valena si è fatto il suo primo tatuaggio a 19 anni. Voleva diventare Ministro Evangelico. Mai si sarebbe immaginato di diventare un tattoo-artist con più di 20.000 clienti all'attivo, tra cui alcune delle celebrità più famose del mondo.

Dopo essere andato in overdose a 17 anni, Valena ha deciso di seguire la voce di Dio e iniziare un percorso verso il sacerdozio. Piccolo dettaglio: nello stesso periodo cominciò a frequentare anche lo studio di tatuaggi del suo quartiere. Passa poco tempo e Valena, che intanto la gente inizia a chiamare JonBoy, si fa il suo primo tatuaggio: un bracciale di filo spinato sul tricipite molto anni '90. A là Pamela Anderson per capirci.

Da quel giorno sono passati circa 20 anni e oggi JonBoy è famoso in tutto il mondo per i suoi tatuaggi dalle linee super sottili. Ha tatuato Kendall Jenner, Hailey Baldwin, Kylie Jenner, Travis Scott, Halsey, Justin Bieber, Alessandro Michele, Chiara Ferragni, Post Malone e migliaia di altre celebrità. Vista la semplicità dei disegni che realizza sulla pelle dei clienti, spesso nel suo studio di LA capitano persone che non si sono mai fatte tatuare prima. “Mi fa piacere quando la gente mi dice che non si sarebbe mai fatta un tatuaggio prima di avere visto i miei lavori. È sempre un onore tatuare qualcuno per la prima volta,” ci racconta.

L'attenzione mediatica ha iniziato a farsi più costante e sostanziosa quando ha tatuato Kerwin Frost degli Spaghetti Boys. “Il tatuaggio più assurdo che ho fatto? Probabilmente la matita sul viso del mio amico Kerwin Frost,” ammette. “Era il primo tatuaggio in assoluto per lui. Molti tatuatori sconsigliano di tatuarsi in faccia perché poi non si trova lavoro, ma non è sicuramente il caso di Kerwin.”

Non c’è nulla di più estremo di un primo tatuaggio in faccia, ma JonBoy ci fa notare che la maggior parte delle persone che si tatua per la prima volta non lo fa in maniera impulsiva, anche se si tratta di uno dei suoi minutissimi disegni. “La gente che si vuole tatuare per la prima volta di solito ci pensa su per un bel po’ di tempo. Quelli che faccio io saranno anche piccoli, ma i tatuaggi hanno un significato enorme. Rimarresti sorpreso nel sentire le storie personali che i clienti condividono con me.”

Un cliente in particolare, oltre ad aver cambiato la vita a JonBoy, ha un racconto interessante riguardante il suo primo tatuaggio. “Il primo tatuaggio che ho fatto a Kendall [Jenner] è un puntino sul dito,” ricorda. “Per lei rappresenta le piccole cose che contano davvero. Quel piccolo punto bianco, che nessuno crede sia un tatuaggio serio, ha un grande significato per lei.”

Alcuni dei suoi lavori preferiti sono quelli che ha realizzato per delle coppie. “Justin [Bieber] e Hailey [Baldwin] sono venuti a farsi tatuare. Sette giorni dopo si sono fidanzati! Travis Scott e Kylie Jenner si sono fatti fare una farfalla, una metà lei, una lui,” elenca. “È quasi come fare terapia di coppia. Anche io sono stato sposato, so bene quali sono gli alti e bassi a cui si va incontro. È davvero bello essere la persona che li incoraggia e che ricorda loro che tutto andrà per il meglio. Mi piace essere quello che rompe il taboo dei tatuaggi di coppia.”

Il suo stile, insomma, piace sia agli appassionati del tatuaggio che ai novizi, quindi abbiamo scelto JonBoy per farci dare qualche consiglio su cosa (non) fare quando ci si tatua per la prima volta.

Fai ricerca

Soprattutto la prima volta, bisogna documentarsi sull’affidabilità dell’artista e sulla qualità dei suoi disegni, informandosi anche sui permessi dello studio in cui esercita. “Meglio assicurarsi che il tattoo-artist che avete scelto sappia fare linee dritte,” consiglia JonBoy. “Se vuoi un tatuaggio colorato o sfumato, controlla se é una cosa che sa fare. Devi considerare la qualità dei suoi lavori.” Farsi consigliare dagli amici è un ottimo modo per iniziare. Chiedi dove e da chi si sono fatti tatuare per trovare ciò che fa per te.

Assicurati di essere convinto al 100 percento

"Un tatuaggio è (quasi) per sempre! Adesso ci sono metodi per cancellarli, ma sono processi costosi che richiedono lunghi periodi di trattamento con il laser... Quindi pensa bene al primo tatuaggio, ma anche a tutti gli altri che farai in seguito. Ricorda che è qualcosa che starà con te per tutta la vita. Inizia con un disegno che non ti dà fastidio vedere tutti i giorni e che credi amerai per sempre. Non pensare al fatto che potresti offendere il tatuatore se la dimensione o la posizione non ti sembrano perfetti, perché il corpo è il tuo!"

Pensa alla salute e vai da un professionista

“Si tratta comunque di salute. Ti stai per far punzecchiare la pelle,” ci mette in guardia JonBoy. “Quindi vai da qualcuno che sia qualificato per farlo." Anche se l’inchiostro è una forma d’arte, Jon ci tiene a ricordare che gli artisti usano aghi, quindi è importantissimo trovare qualcuno che abbia la licenza. Anche se è divertente farsi tatuare dai propri amici, la sicurezza e la salute vengono prima di tutto. Inoltre, è meglio andare da un tatuare che ti informi sui potenziali effetti collaterali, e che li sappia gestire. “Ho avuto clienti che sono svenuti,” ricorda JonBoy. “Se vai in un posto dove nessuno sa come comportarsi in queste occasioni, cosa fai? Quando ci si tatua si possono avere le vertigini, proprio come quando il medico ti fa un prelievo. Insomma, vai da qualcuno che sia preparato a gestire la cosa, in caso succeda."

Segui i-D su Instagram e Facebook

Per sapere di più sulla nuova moda dei tatuaggi sul viso, leggi qui:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D US

Tagged:
Kylie Jenner
Justin Bieber
tatuaggi
alessandro michele
la guida di i-d
jonboy
Kerwin Frost​