Fotografie delle proteste a Mosca guidate da giovani manifestanti russi

Dopo aver scattato le proteste, il fotografo Gosha Bergal parla di come le nuove generazioni stanno costruendo un nuovo capitolo della storia della Russia.

di Ryan White
|
26 gennaio 2021, 10:47am

Uganda, Tunisia, Bielorussia, in questi ultimi mesi le proteste contro i governi corrotti di tutto il mondo sono state spesso guidate e alimentate dai giovani. Questo fine settimana, in Russia, l'arresto di Alexei Navalny, oppositore politico di Putin, è stato l’innesco che ha spronato migliaia di persone a occupare le piazze delle maggiori città russe, allo scopo di manifestare contro l’attuale governo del paese.

Da San Pietroburgo all'Estremo Oriente, fino alla Siberia, la portata di queste proteste anti-Putin è stata definita, come molti eventi recenti, "senza precedenti". Nella sola Mosca, circa 40.000 manifestanti si sono riuniti nella piazza Pushkin per far sentire la propria voce. Ma l’intervento delle forze dell’ordine non è tardato ad arrivare, e nel giro di pochissimo tempo hanno iniziato a circolare le foto della risposta violenta da parte della polizia—i dati riportano che, in tutto il Paese, sarebbero state arrestate almeno 3000 persone.

Secondo il fotografo Gosha Bergal, che dal 2011 documenta le manifestazioni anti-Putin a Mosca, era solo questione di tempo prima che arrivasse un giorno del genere, che ribolliva già da mesi. "Negli ultimi anni, le autorità si sono preparate per affrontare le proteste, rafforzando le truppe interne e la polizia,” ​​afferma la sera della protesta.

Il fotografo spiega che la frustrazione verso il governo autocratico di Putin ha raggiunto il punto di ebollizione da parte dei giovani russi, per i quali Navalny rappresenta il simbolo del profondo desiderio di rinnovamento del paese. "Nel corso degli anni, l'opposizione in Russia è stata letteralmente uccisa,” afferma Gosha. "La gente è ormai abituata al fatto che sia impossibile cambiare qualcosa in questo paese; molti non votano alle elezioni. Ma grazie a figure come Alexei Navalny, blogger dell'opposizione e agli strumenti offerti da Internet, una nuova ondata di cittadini socialmente attivi è emersa tra i giovani.”

Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal

"Immagina persone di 20 anni che hanno vissuto tutta la loro vita sotto il regime di Putin,” continua il fotografo. “Sono cresciute osservando l’enorme divario sociale, la corruzione, la brutalità della polizia e le modalità in cui le autorità rubano apertamente denaro al popolo. I salari stanno diminuendo costantemente, mentre i prezzi continuano a crescere. Così i giovani vedono come unica via d’uscita la protesta pubblica.”

Gosha si è fermato in piazza Pushkin con la sua macchina fotografica, e ha catturato una serie di immagini per i-D che riflettono la violenza che ha fatto breccia in queste manifestazioni. "Posso giudicare solo quello che ho visto con i miei occhi,” dice il fotografo. "All'inizio tutto era calmo, poi la polizia ha iniziato a farsi largo tra la folla e afferrare persone a caso. Si sono addentrati in gruppi nella massa di manifestanti, picchiando le persone con manganelli e arrestandone a decine. A un certo punto, la gente ha reagito. Poi sono arrivati i rinforzi della OMON [la squadra antisommossa, NdR], e ho sentito i gas lacrimogeni nell'aria. La gente cercava di ritirarsi, mentre i diversi gruppi di agenti OMON continuava ad attaccarla. Come reazione, la folla ha iniziato a lanciare palle di neve e bottiglie contro la polizia anti sommossa, nel tentativo di fermarla. Infine i manifestanti si sono sparpagliati per la città, e gli arresti nel centro di Mosca sono proseguiti fino a tarda sera.”

Nonostante il caos e i tentativi del Cremlino di minimizzare il significato e la portata delle proteste, Gosha ci parla dell’energia di speranza che ha percepito circolare tra la folla. “Oggi ho visto come, nonostante le serie pene detentive vigenti nel paese, la gente ha deciso di rischiare e scendere in piazza, combattendo per i propri diritti contro il regime,” dice. “Credo che questo sia l'inizio di una nuova ondata di proteste. La Russia sarà libera!”

Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal
Le proteste a Mosca contro il governo Putin nelle fotografie di Gosha Bergal

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Fotografie di Gosha Bergal

Leggi anche:

Tagged:
russia
attivismo
proteste
manifestazioni
diritti civili