Valentino e Harry Nuriev giocano con la nostra percezione di reale e virtuale

In occasione del lancio degli UNIqueFORM boots di Valentino, l'artista Harry Nuriev è stato il protagonista e artefice di ambientazioni reali, virtuali e aumentate.

di Carolina Davalli
|
19 novembre 2020, 4:00pm

Immersi in un mondo in cui realtà virtuale, aumentata e materiale si fondono e amplificano a vicenda, osserviamo i confini tra questi ambienti percettivi farsi via via più labili. Ognuno tocca i nostri sensi in modo diverso, e l’aggettivo immersivo assume nuove forme e significati in questa cornice multi-dimensionale.

Proprio le sovrapposizioni involontarie di universi percettivi apparentemente separati sono il punto d’intersezione della collaborazione tra Valentino e Spazio Maiocchi, co-host di un evento digitale che si districa attraverso tutte queste espressioni comunicative, qui indagate in occasione del lancio di UNIqueFORM boot—il nuovo stivale unisex ispirato allo stile punk di Valentino.

Per celebrare la conclusione di un percorso progettuale, e quindi il lancio di questo oggetto già denso di suggestioni e riferimenti estetici, Valentino e Spazio Maiocchi si sono affidati all’occhio e alla pratica dell’artista e designer russo, ora di base a NY, Harry Nuriev. Esperto di ambienti e percezioni spaziali, Nuriev è il fondatore di Crosby Studios, rinomato studio di architettura e design sperimentale moscovita.

Proprio a Mosca, KALEIDOSCOPE ha immortalato l’artista in un editoriale scattato da Sasha Chaika in cui Nuriev viene ritratto all’interno di quelle ambientazioni brutaliste che da sempre influenzano la sua pratica. Così seguiamo il designer mentre esplora questi spazi indossando gli UNIqueFORM, che sembrano riprendere i design monumentali e statuari da cui è circondato.

L’editoriale è diventato il punto di partenza di un dialogo con la curatrice russa Anastasiia Fedorova, avvenuta all’interno di in un’ambientazione 3D progettata da Nuriev proprio per l’occasione. Un’esperienza reale, quella dello shooting, che diventa una conversazione virtuale tra i creativi, dando forma a un’incontro ibrido, che non fa altro che rispecchiare i tempi in cui ci troviamo, con totale spontaneità e naturalezza:

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Fotografia di Sasha Chaika

Tagged:
Valentino
spazio maiocchi
harry nuriev