Israele e Territori Palestinesi Occupati: una lista di fonti per capire cosa sta succedendo

Film, podcast, webradio, libri, piattaforme e profili Instagram per capire per davvero Intifada, Guerra dei sei giorni, Hamas, ruolo dell'ONU e dell'UE. E prendere una posizione.

di i-D Staff
|
19 maggio 2021, 1:05pm

Oggi, 29 novembre 2021, in occasione della Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, riproponiamo una lista di fonti per informarsi sulla situazione attuale.


L’occupazione di Israele dei Territori Palestinesi è in corso da decenni, e si è riaccesa di recente dopo le proteste scoppiate in seguito alle espropriazioni sistematiche effettuate a Gerusalemme Est, nel quartiere di Sheikh Jarrah, a danno del popolo palestinese. Il 19 maggio 2021, un aggiornamento contava almeno 219 persone uccise (tra cui 63 minorenni) e 5604 ferite durante bombardamenti nella striscia di Gaza.

Se le ceneri di questa crisi umanitaria non si sono mai davvero freddate, gli ultimi mesi sono stati particolarmente violenti, riaccendendo l’opinione pubblica. In quel momento, mentre Biden continuava a sostenere il diritto a difendersi di Israele, l’Egitto chiedeva una tregua, Netanyahu sfruttava la crisi per trovare consenso elettorale e i soldati dell’IDF sbarcavano su TikTok, noi di i-D Italy abbiamo voluto stilare una lista di fonti tra cui film, libri, serie e podcast, da cui potete attingere per comprendere davvero quello che sta succedendo e da dove sia nato, con un focus sulla Palestina. Perché questa crisi ha radici lunghe oltre un secolo, e per capirla bisogna partire da un passo imprescindibile: informarsi.

Ecco qui una lista di fonti per informarti sulla situazione nei Territori Palestinesi

L’account Instagram @letstalkpalestine

Let’s talk about Palestine è un account di divulgazione che crea infografiche facilmente comprensibili per spiegare la situazione palestinese senza filtri.

Il profilo instagram dell’attivista e storyteller Ahmed Eldin

Ahmed Eldin racconta la realtà della Palestina e dei media internazionali che ne parlano, spiegandoci risvolti politico-sociali e tenendo al centro della narrazione le conseguenze sulle persone.

La rassegna cinematografica “A month of Free Films for a Free Palestine” di Another Gaze Journal

Creato da Another Gaze Journal, megazine di cinema femminista, A Month of Free Films for a Free Palestine offre una selezione completamente gratuita di film palestinesi che potete guardare su Another Screen.

“The Present”, il cortometraggio di Farah Nabulsi, disponibile dal 18 marzo su Netflix

Candidato agli Oscar 2021 e lungo solo 20 minuti, The Present (2020) è un toccante esempio della vita sotto occupazione senza però mostrare l’occupazione.

“Shasha (شاشة)”, la piattaforma di cinema indipendente a cura di Roisin Tapponi

Shasha Movies è una piattaforma di cinema indipendente proveniente dal Sud-ovest asiatico e dal Nord Africa, curata da Roisin Tapponi. È a pagamento, ma la selezione curatissima ne vale ogni centesimo.

I cortometraggio dell’associazione “Defence for Children in Palestine”

Defence for Children International-Palestine è un’organizzazione che combatte per la protezione dei diritti dei bambini in Palestina. Oltre a fornire supporto legale e portare alla luce soprusi, hanno un canale youtube dove propongono una selezione di filmati e corti.

Il programma del Toronto Palestine Film Festival, dal 22 al 16 settembre 2021

Il TTPFF è un festival culturale indipendente che ha come scopo quello di far conoscere il cinema, la musica e l’arte palestinese. Oh, e forniscono anche una lista ben organizzata di modi per aiutare in modo pratico la Palestina.

La retrospettiva cinematografica sul regista palestinese Elia Sulemain, dispoibile dal 21 al 30 maggio 2021 su Arab Film Media Institute

Una rassegna gratuita di quattro film del regista palestinese Elia Suleimain. È disponibile sul sito dell’Arab Film Media Institute solo negli USA e in Canada, ma con certe skill informatiche potresti ovviare al problema.

“Can Israelis and Palestinians See Eye to Eye?”, episodio tratto dalla serie TV “Middle Ground di Jubilee”

Episodio che fa parte della serie Middle Ground creata da Jubilee che chiede a fazioni opposte di incontrarsi per trovare un terreno comune. In questo episodio, ragazz* di Israele e Palestina si incontrano in territorio neutro per confrontarsi sulla situazione nei territori israelo-palestinesi e per tentare di trovare dei punti in comune da cui iniziare a collaborare.

#NotInMyName: l’azione su Facebok di un gruppo giovani ebrei italiani

Con un post su Facebook e una serie di foto con in mano un cartello che recita “Not in my name”, ragazzi e ragazze italiani di religione ebraica hanno preso posizione contro l'occupazione Israeliana e gli sfratti di Sheikh Jarrah.

“La questione palestinese”, il libro di Edward W. Said

La questione palestinese rimane uno dei libri imprescindibili per capire la situazione in Palestina, raccontata lucidamente da qualcuno che l’ha vissuta e studiata.

“Valzer con Bashir”, la graphic novel di Ari Forman e David Polonsky da cui hanno tratto il film

Graphic novel che racconta la vita di un soldato israeliano perseguitata dagli spettri della guerra, da cui hanno tratto anche un film di animazione che ha commosso il festival di Cannes. È stato candidato al premio Oscar 2009 e ha vinto i Golden come miglior film straniero nello stesso anno.

“Applausi a scena vuota”, il libro di David Grossman

In questo brillante racconto di David Grossman ambientato tutto in una sera, il pubblico del comico Dova’le si ritrova ad assistere a una sarcastica filippica politica su vita e morte piuttosto che alla serata di stand-up comedy che si aspettavano.

“Buongiorno Palestina”, il libro di Fiamma Arditi

Buongiorno Palestina (2014), è una raccolta di testimonianze toccanti che non vuole prendere parti ma solo raccontare la vita di chi la crisi è costretto a viverla ogni giorno.

“Palestina”, il libro di Joe Sacco

Anticipando Zerocalcare con Kobane Calling, il fumettista Joe Sacco racconta i mesi trascorsi nei Territori Occupati da Israele attraverso le strisce di questa graphic novel.

“Sharon e mia suocera”, il libro di Suad Amiry

Nessuno lo credeva possibile, ma con Sharon e mia Suocera, grazie a un espediente brillante Suad Amiry riesce a farci ridere mentre ci racconta la vita in Palestina sotto lo strapotere governativo.

“This is Palestine”, il podcast dell’Institute of Middle East Understanding (IMEU)

Progetto dell’Institute for Middle East Understanding (IMEU), This is Palestine è un podcast che ha come scopo quello di portare alla luce racconti di vita quotidiana di coloro che in Palestina ci vivono, coinvolgendo anche espert* e attivist* in loco.

“Israele - Palestina: non guerra, ma apartheid”, l’episodio tratto dal podcast “Inside the Conflict” di Angelica Pirro

Cosa sta succedendo a Gerusalemme? Perché sono stati lanciati razzi dalla Striscia di Gaza? Angelica Pirro risponde in modo irriverente ma preciso alle domande sulla crisi attuale, contestualizzandola nella storia del paese (in meno di 15 minuti!).

“The Arab-Israeli Conflict: Explained”, il podcast di Emma Condon

Creato da una teenager per i teenager, The Arab-Israeli Conflict: Explained è un podcast in cinque puntate da 10 minuti dove trovare informazioni spiegate semplici e supportate da fatti.

Radio Alhara, la webradio che lotta per #freepalestine

Stazione radio che supporta il movimento #freepalestine da sempre e che trasmette musica lasciando anche spazi di interazione tra i propri ascoltatori.

L’archivio dell’artista visuale palestinese Yusuf Nasri Jacir

Dar Jacir è l’archivio dell’artista Yusuf Nasri Jacir di base a Betlemme dove vengono raccolte visual art palestinesi.

“Imagining the Holy”, l’archivio fotografico palestinese del National Geographic

Imagining the Holy è un archivio fotografico del National Geographic che raccoglie scatti della Palestina dal 1909 a oggi.

“Documenting Palestine”, l’archivio fotografico a cura di Gharam Mattya e Yasir Tineh

Documenting Palestine racconta l’identità palestinese attraverso le immagini di ieri e oggi. A cura di Gharam Mattya e Yasir Tineh.

L’archivio fotografico del profilo instagram @alameenarchive

In questo profilo instagram, vengono raccolti gli scatti di Mahmoud Manaa che immortalano la Palestina nel periodo tra gli anni ‘60 e ‘90.

“Middle East Archive Project”

Archivio digitale dove vengono incluse foto di famiglie Palestinesi.

L’applicazione Buycott

Inserendo le campagne sociali che supporti e scannerizzando il QR code dei prodotti che stai acquistando, Buycott ti dice se questi brand danneggiano o supportano la causa. Qui trovate una lista dei brand che supportano la causa palestinese.

La maglietta di Studiofy7

Acquistando questa bellissima maglietta di Studiofy7 potrete supportare economicamente le Lifeblood Foundation e Middle East Children Foundation, in campo in Palestina.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Crediti

Risorse raccolte dalla redazione di i-D Italy

Leggi anche:

Tagged:
Politică
Palestina
israele
religione
diritti umani
conflitto israelo-palestinese