la collezione gucci prefall 18 è una poesia novecentesca

In anteprima le immagini della nuova collezione ideata da Alessandro Michele. Be ready, be Gucci.

|
dic 14 2017, 10:34am

Anche per questa nuova collezione Gucci ha organizzato un duplice viaggio per i suoi ammiratori. Se da un lato ci accompagna nel 20esimo secolo, dall'altro ci permette di immergerci in una Roma senza tempo. In una Città Eterna, appunto. Lasciamoci allora condurre dalle infinite bellezze di luoghi che ci sembra di conoscere da sempre e contemporaneamente di non aver mai visto prima.

Le atmosfere ci risultano familiari anche grazie alla scelta di location ben note al pubblico perché strettamente legate alla produzione cinematografica di Dario Argento: c'è il quartiere Coppedè, sfondo di “Inferno” (1980) e “L’Uccello dalle Piume di Cristallo” (1970); c'è un Ospedale Odontoiatrico che ricorda la vena noir e la cupezza del celebre regista italiano; c'è l'ascensore impossibile da dimenticare di "Profondo Rosso", che Argento ricreò all'interno di uno studio cinematografico ispirandosi a quello che vide nel palazzo di Via Dora immortalato nel nuovo lookbook Gucci.

Ancora una volta, insomma, Gucci ci stupisce: straniamento e familiarità sono due sensazioni solo all'apparenza contrastanti e Peter Schlesinger ce lo dimostra.

Crediti


Photo by Peter Schlesinger—Courtesy of Gucci

Sono qui visibili in anteprima i primi pezzi Gucci x Major League Baseball (MLB). La collaborazione includerà diversi club storici della MLB e si estenderà a capi di abbigliamento e accessori nella collezione Fall Winter 18/19.