Immagine su gentile concessione di Gucci

36 cose che non sapevate su alessandro michele (e che dovreste sapere)

Tipo che possiede una collezione di Carlini in porcellana. E anche una di bastoni in legno intagliati. E ha oltre 360 paia di scarpe.

di James Anderson; traduzione di Benedetta Pini
|
24 settembre 2019, 5:00am

Immagine su gentile concessione di Gucci

Nominato direttore creativo di Gucci all'inizio del 2015 (dove ha lavorato dietro le quinte sin dal 2002, prima sotto Tom Ford e poi Frida Giannini) Alessandro Michele è il maverick con i capelli lunghi e la barba che ha trasformato non solo le sorti economiche dell'iconico marchio (solo l'anno scorso i profitti sono aumentati del 51 percento), ma ne ha anche rivoluzionato lo stile con i look fuori dagli schemi, di ispirazione vintage ma allo stesso tempo estremamente contemporanei. Il risultato è una nuova attitude Gucci, una nuova fanbase Gucci, un nuovo guardaroba Gucci e una nuova forza creativa Gucci. Il tutto, però, costruito sulle incrollabili fondamenta del brand, dal suo creatore Guccio Gucci al precedente Direttore Creativo, Frida Giannini.

Il mondo Gucci sotto la direzione di Michele si è così popolato di vivaci scontri cromatici e un mosaico di riferimenti che spaziano attraverso i secoli, gusti e stili, dai dinosauri agli alieni, dai cartoni animati alle teste mozzate, tra scintillii, serpenti, chiese, giardini floreali e negozi di chip; fondendo vibe antiche e cupe alla cultura pop e trash.

Michele ha inoltre attirato in questa orbita Gucci nuovi collaboratori, modelle e volti, tra cui la pop star Harry Styles, il ballerino Michael Clark, l'attrice e modella Hari Nef, il designer Dapper Dan, l'artista Gucci Ghost e il fotografo Martin Parr, e molti altri, così da espandere ulteriormente la visione del brand.

È a partire da queste basi che i-D ha deciso di scavare a fondo per scoprire tutto, ma davvero tutto, sul direttore creativo di Gucci. Di seguito, 38 cose che non sapevate su Alessandro Michele, ma che dovreste sapere.

1537805480653-gucci-styles
L'indimenticabile campagna Gucci featuring Harry Styles e... Maialini.

1. Alessandro Michele è nato a Roma nel 1972. Eppure ha un aspetto incredibilmente giovane, considerando che si avvicina sempre più alla soglia dei 50.

2. Il padre di Alessandro Michele, Vincenzo, ha lavorato come tecnico per Alitalia. Era un dolce hippie amante della natura che nel tempo libero adorava visitare le gallerie d'arte e le chiese antiche insieme al figlio.

3. La madre di Alessandro Michele lavorava come assistente di un Film Executive, conosceva un sacco di attori e ha sempre bazzicato nel mondo dei costumi, più che in quello della moda.

4. Alessandro Michele ha iniziato a sperimentare con la propria estetica e immagine fin dagli otto anni, e si è persino decolorato i capelli alla tenera età di dieci anni!

5. Dopo aver terminato gli studi, Alessandro Michele ha frequentato l'accademia Costume e Moda di Roma con l'intenzione di diventare un costume designer. Ma cambierà presto idea. Prima lavorando per Les Copains sul knitwear, poi per Fendi nella pelletteria durante la seconda metà degli '90 e infine come designer di borse da Gucci nei primi Duemila.

1537805529057-gucci-cruise-19
La Gucci Cruise 18, ambientata in un cimitero.

6. Il nickname di Alessandro Michele è Lallo - e possiede un bomber color blu pallido con una fodera in paisley su cui è ricamato il suo soprannome.

7. Alessandro Michele è un avido collezionista di "cose". Una delle sue collezioni più preziose comprende 35 copie diverse del libro per bambini Alice nel paese delle meraviglie, originariamente scritto da Lewis Carroll nel 1965.

8. Alessandro Michele possiede la collezione di bastoni di legno del suo defunto padre, che sono stati intagliati a mano da lui con simboli della natura e vari frasi poetiche.

9. Alessandro Michele possiede una collezione di oltre 360 paia di scarpe! Abbastanza da far ingelosire Imelda Marcos (beh, forse no)

10. Alessandro Michele possiede una collezione di carlini di porcellana Meissen.

1537805564269-gucci-aw-16-jle
Hari Nef dopo aver sfilato per Gucci Autunno/Inverno 2016. Fotografia di Jason Lloyd Evan.

11. Alessandro Michele ha superato un nuovo limite presentando la collezione Gucci Resort 17 a Westminster Abbey a Londra - ed è stata la prima volta che una sfilata di moda si è svolta in questo luogo solenne.

12. Una delle fonti d'ispirazione di Alessandro Michele è la Basilica di San Clemente di Roma, una cattedrale del XII secolo decorata con affreschi e mosaici bizantini che è stata costruita sopra alle rovine di una chiesa del IV secolo.

13. Alessandro Michele ama decorare il più possibile le proprie mani indossando svariati anelli su ogni dito, in un mix di smeraldo, zaffiro, rubino e perle.

14. Alessandro Michele ha imparato a cucire quando era un bambino grazie a una zia che ha pensato potesse essere un modo per incanalare la sua energia sfrenata. Da quel momento non ha mai smesso di amare il cucito, imparando nuove tecniche dai tutorial su YouTube. Ah, quando si trova a Londra adora fare un salto da Liberty per acquistare kit per ricamare.

15. Alessandro Michele ha confessato di essere un fan di Londra: ama quel suo mix selvaggio di mostre, spettacoli teatrali, lo stile dei club kid di East London e il glamour delle anziane signore che passeggiano per West End.

16. Alessandro Michele è stato per la prima volta a Londra durante l'adolescenza, in quel periodo indossava jeans super attillati, scarpe a punta e sfoggiava un capello biondo col taglio alla moicana. È corso dritto a Camden Market, come fa chiunque quando arriva la prima volta a Londra.

1537805593436-gucci-aw-18
Le famose teste mozzate della autunno/inverno 18. Fotorafia di Mitchell Sams.

17. Alessandro Michele usa una colonia rarissima come profumo, originariamente creata nel 1828 dall'Apoteca Fiorentina di Santa Maria Novella. (E se non ci siete mai andati, correte a visitare questa profumeria un po' alchemica il prima possibile!)

18. Alessandro Michele è stato con il suo fidanzato storico - un cervellone di nome Giovanni Attili, professore presso l'Università La Sapienza di Roma - per dieci anni pieni di amore.

19. Alessandro Michele e il suo compagno vivono a Roma, in un appartamento all'interno di un edificio del XVII secolo che precedentemente era un ufficio. Possiedono anche una casa di campagna in un villaggio chiamato Civita di Bagnoregio, che dista circa un paio d'ore dalla città.

20. Una volta, Alessandro Michele, preso da un moto di romanticismo, ha creato un pendente per Giovanni a partire da un groviglio di suoi capelli, abbellendolo con delle perle.

1537805637202-gucci-ignasi-monreal
Gucci ha chiesto al pittore Ignasi Monreal di dipingere la campagna Spring/Summer 18.

21. Alessandro Michele è un grande fan del designer ultra kitsch e costumista di Hollywood Bob Mackie, che nel corso degli anni ha creato i look incredibili per leggende del calibro di Cher, RuPaul, Diana Ross, Tina Turner, Liza Minnelli, Elton John e molti altri famosi artisti per niente sobri.

22. Una volta Alessandro Michele ha dichiarato a un giornalista che preferisce usare la sua immaginazione invece di una macchina o di un treno - il che spiegherebbe i suoi problemi con l'arrivare puntuale in ufficio la mattina.

23. Alessandro Michele è un pensatore libero e un sognatore, convinto che la moda dovrebbe essere un linguaggio universale, un'espressione di un modo di vivere e di un punto di vista.

24. Nel 2016 Alessandro Michele ha vinto l'International Award presso il prestigioso Council of Fashion Designers of America Awards; Anna Wintour ha commentato: "Ci ha aiutati a sognare in modo veramente libero."

25. L'ufficio di Alessandro Michele presso l'headquarter di Gucci è l'esatto opposto di minimale: è pieno di tonnellate di libri, tappeti persiani, piante cinesi, antichi divani di velluto, uccelli impagliati e vecchi provini. Ama riempire lo spazio con la fragranza dell'incenso e musica leggera in sottofondo, ovvero Canti Gregoriani del IX e X secolo!

1537805662252-gucci-ghost-ari-m
Gucci Ghost nel suo studio, fotografato da Ari Marcopoulous per il numero di i-D "The Family Values Issue" del 2017.

26. Alessandro Michele ama gli animali e ha due adorabili Boston Terrier, Bosco e Orso.

27. Alessandro Michele è una persona molto pratica a cui piace curare personalmente lo styling delle passerelle di Gucci. Una cosa oggi molto inusuale, dal momento che i grandi designer spesso collaborano con dei super stylist.

28. Alessandro Michele è un grande fan del precedente Direttore Creativo di Gucci, Tom Ford. Ha dichiarato a Vogue che lavorare per Tom è stata "un'esperienza bellissima" e ha poi aggiunto che "Tom ha le capacità di una superstar del cinema."

29. Il pranzo ideale di Alessandro Michele durante una giornata lavorativa nel suo studio è ben lontano dalla nostra triste schiscetta. Di solito consiste in un salutare piatto di tofu accompagnato da verdure al vapore.

30. Alessandro Michele una volta ha paragonato il brand Gucci e la sua meravigliosa storia a una bellissima donna anziana con fascino da vendere!

1537805816422-gucci-ej
Tre look Gucci della collezione primavera/estate 18 ispirata a Elton John. Fotografia di Mitchell Sams.

31. In occasione delle presentazioni delle nuove collezioni, Alessandro Michele fornisce ai collaboratori le sue annotazioni, tutte alquanto retoriche e ultra-dettagliate — una di queste descriveva "un assemblaggio di frammenti emergenti da un altrove temporale: epifanie che riaffiorano, contorte, inaspettate…"

32. Alessandro Michele ama alla follia Elisabetta II d'Inghilterra. “La Regina è una delle persone più stravaganti del mondo,” ha rivelato al The New Yorker. "Mi dà molta ispirazione. È chiaro che ama i colori."

33. Il colore preferito di Alessandro Michele è il rosa ed è risaputo che quando si trova a Londra si addentra in ogni negozio di antiquariato per scovare tutte le possibili tonalità di questo colore per trovare ispirazione.

34. Alessandro Michele è un fan degli Smiths, proprio come noi.

35. Alessandro Michele ha una fan base composta da una miriade di celebrità, ne nominiamo solo alcune: ASAP Rocky, James Franco, Rihanna, Kate Moss e Kylie Jenner.

36. Alessandro Michele ama davvero il suo lavoro, e lo ha confermato a Vogue: “È incredibilmente bello lavorare da Gucci, perché posso traslare lì tutte le mie passioni. Posso creare i personaggi che voglio. E mi diverto da morire."

Segui i-D su Instagram e Facebook

Altro dal mondo Gucci, che non ce n'è mai abbastanza:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK

Tagged:
Gucci
alessandro michele