Pubblicità

adesso puoi fare un tour del louvre ispirato al video di beyoncé e jay-z

Non la solita visita guidata.

di André-Naquian Wheeler
|
06 luglio 2018, 2:52pm

Il video di APES**T creato da Beyoncé e Jay-Z ha ridefinito il significato della comunità nera all'interno del mondo dell'arte. La signora e il signor Carter hanno letteralmente affittato il Louvre (costruito nel 1973, un anno prima che la schiavitù diventasse illegale in Francia), ci hanno fatto ballare dentro un intero cast di ballerini di colore con diversi tipi di corpi e tonalità della pelle. Senza dubbio, è stato il museo parigino il vero beneficiario di questo video, perché ha aiutato a svecchiarlo e dargli un'allure più interessante e contemporanea. Inoltre, APES**T ha illuminato con decisione e senza vergogna alcuna un luogo stracolmo di opere d'arte rubate a territori colonizzati.

Ma ora al Louvre non basta beneficiare dell'intervento dei Carter. Vuole capitalizzare. Così, secondo quanto riportato da Art Net, offrirà ai visitatori la possibilità di fare un tour di 90 minuti incentrato sulle 17 opere visibili nel video di APES**T.

Parlando di influenze reciproche, è fantastico vedere il mondo della musica e quello dell'arte fondersi insieme con eleganza. Questa non è del resto la prima volta in cui questa famiglia ha dato uno scossone all'industria dell'arte, tristemente famosa per l'assenza di minoranze al suo interno. La sorella di Bey, Solange, l'anno scorso ha collaborato con il Guggenheim Museum di New York, indossando un completo totalmente bianco ed esibendosi in una performance celestiale di A Seat At The Table. Nel 2013, invece, Jay-Z si è ispirato a Marina Abramović e ha eseguito Picasso Baby alla Pace Gallery per sei ore.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Comunque la nostra news sulla famiglia Carter preferita di sempre resterà sempre e comunque questa:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D US.

Tagged:
Jay Z
Beyoncé
Louvre
news di musica
news d'arte
apesh*t