La nuova collezione FILA celebra la sfrontatezza di chi scuote lo status quo

Proprio come le icone che l’hanno resa grande, FILA ci invita a vivere sulla nostra pelle il brivido della scoperta e della conquista.

di Carolina Davalli
|
09 novembre 2020, 12:00pm

Fotografia Marcello Junior Dino

Territori ostili, altezze vertiginose, perseveranza e fatica. Avventure al limite del reale, dove i traguardi sembrano irraggiungibili e i paesaggi diventano ad ogni picconata sempre più alieni. Il corpo viene messo a dura prova, così come la mente, costante e resiliente anche quando immersa in quelle sensazioni che solo chi si inoltra nella natura più incontaminata sa riconoscere. 

E poi, finalmente, la vetta.

Questa è l’essenza di FILA, ma anche la storia di chi si è spinto negli angoli più remoti del globo e infranto un record dopo l’altro, rischiando tutto in nome del brivido della conquista e della scoperta. Reinhold Messner, Ingemar Stenmark, i fratelli Mahre: esploratori e sportivi, personalità uniche accomunate da una grinta intrepida, da una passione viscerale e dalla fiducia assoluta in capi e accessori tecnici che potessero supportarli nelle loro imprese irripetibili.

FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino

FILA è l’unione di questi racconti leggendari, di quei valori che alimentano i caratteri temerari ed invincibili, quelli propri di figure che non temono di essere sé stesse e che si presentano al mondo nella loro versione più autentica, più audace e coraggiosa. Così, per la collezione A/I 2020, FILA si è lasciato ispirare proprio da questi personaggi iconici, analizzando gli abiti a cui noi tutti ancora li associamo, e inserendo questo bagaglio culturale all’interno di una collezione che ne omaggiasse la storia, contestualizzandola e trasponendola però nel mondo d’oggi, facendo di noi gli impavidi esploratori del mondo in cui siamo immersi. 

L’iconica tuta blu di Reinhold Messner con cui nel 1978 ha scalato per primo le vette dell'Everest senza l’ausilio di ossigeno, il completo da sci giallo e blu con cui Ingemar Stenmark ha sbancato ai mondiali dello stesso anno, così come gli immancabili kit dei gemelli Mahre, personalità cult dello sci e ambassador FILA da decenni. Abiti che diventano veri e propri simboli, che trasudano attitudini come l’amore per il rischio, la ricerca del brivido e il radicale senso di appartenenza che il rinomato brand, proprio come la pratica di uno sport, offre a chi se ne innamora. 

FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino

Attraverso un processo di riscoperta e reenactment di questi look, strettamente connessi alle radici del brand e quelli di una cultura visuale condivisa, nascono dunque silhouette contemporanee slanciate, proprio come quelle altezze che Messner ha dovuto valicare in solitaria, mentre il colour blocking e la plasticità tipica dei completi dei Mahre diventano i codici estetici per la palette colori e i volumi della collezione. Immancabile infatti l’uso dei colori forti--come il navy, il rosso e il bianco--assieme ad un’estetica sperimentale ed innovativa, parte integrante del DNA FILA ed esempi concreti di come il brand si esprima da sempre senza filtri e senza mai scendere a compromessi.

Una collezione, quella A/I 2020 di FILA, tanto di rottura quanto poetica, che si inserisce nel panorama di un outerwear d’avanguardia e di ricerca, sempre pienamente performante e funzionale. Un omaggio al proprio passato e una dichiarazioni d’intenti verso la contemporaneità, proiettandosi direttamente nel futuro dell’abbigliamento invernale, rivoluzionandolo e portandolo a nuovi confini estetici e formali.

Essenza e massima espressione dell’heritage FILA, la collezione manifesta il brand nella sua versione più autentica e contemporanea, affermando ancora una volta la sua presenza indiscutibile all’interno del panorama mondiale. Una celebrazione dell’unicità, passione e ribellione allo status quo che contraddistingue sia il carattere del brand, sia di chi veste FILA, con un magnetismo così travolgente che non potevamo che farne parte anche noi. Come? Attraverso un editoriale creato ad hoc dal team i-D Italy!

FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino
FILA AI20
Fotografia di Marcello Junior Dino

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Direzione Creativa Gloria Maria Cappelletti
Fotografia Marcello Junior Dino
Executive Producer Rosario Rex di Salvo
Styling Giorgia Imbrenda
Art Direction Maria Laura Buoninfante
Make-up Claudia Malavasi
Hair Alessia Bonotto
Talent Yujin, Chiara, Babs, Viggo

Tagged:
FILA
aw20