Breaking: Stone Island entra a far parte di Moncler

Un deal storico ha portato all'inaspettato annuncio. Da oggi, Stone Island è ufficialmente un brand del gruppo Moncler.

di Amanda Margiaria
|
07 dicembre 2020, 9:22am

È un annuncio inaspettato, quello di Moncler e Stone Island. Così inaspettato che quasi si fa fatica a crederci: Moncler ha dichiarato di aver acquistato Stone Island. L’obiettivo? “Sviluppare insieme una nuova visione di lusso, uniti dalla filosofia beyond fashion, beyond luxury,” come si legge nel comunicato stampa diffuso poche ore fa.

Entrambi i colossi italiani dell’outerwear godono di ottima salute e ancor miglior reputazione, rappresentando, vale la pena dirlo, il meglio dell’imprenditoria di moda del nostro paese. Insieme, prosegue l’annuncio ufficiale, “rafforzeranno la loro capacità di essere interpreti delle evoluzioni dei codici culturali delle nuove generazioni consolidando il loro posizionamento all’interno del segmento del nuovo lusso.”

E se Moncler negli ultimi anni ha rivoluzionato il proprio posizionamento grazie a Genius, progetto di collaborazioni continuative ormai parte del DNA del brand, Stone Island rappresenta da decenni un punto fermo nel panorama internazionale dello streetwear di lusso—concetto che, francamente, pare persino riduttivo per riassumere il fenomeno socioculturale che è stato ed è tutt’ora Stone Island.

Moncler compra Stone Island: i dettagli

Ma torniamo a noi: Moncler compra Stone Island per 1,15 miliardi di euro e i due volti delle aziende, rispettivamente Remo Ruffini, Presidente e Amministratore Delegato di Moncler, e Carlo Rivetti, Direttore Creativo e Presidente e CEO di Stone Island (che a seguito del deal entrerà nel Consiglio di Amministrazione di Moncler), offrono due commenti complementari alla breaking news che li vede protagonisti.

L’Italia, e in particolar modo l’industria italiana, si trova a dover affrontare un momento complesso, quindi perché non unire le forze per poter rispondere al meglio alle sfide del domani? Questo sembra essere il leitmotiv dietro l’operazione, insieme a una ridefinizione del concetto di lusso pensato per le nuove generazioni.

“I brand Moncler e Stone Island vogliono proporre alle nuove generazioni un nuovo concetto di lusso, lontano dai canoni tradizionali in cui i giovani non si riconoscono più,” ha a questo proposito dichiarato Ruffini.

E le parole di Rivetti risuonano sulla medesima lunghezza d’onda: “Questa partnership rappresenta una grande opportunità per il percorso di sviluppo di entrambe le aziende e aiuterà Stone Island ad accelerare la sua crescita internazionale anche grazie all’esperienza maturata da Moncler nel mondo retail fisico e digitale.”

Forse molto presto il mondo sarà un posto più bello perché esisterà una collezione Genius x Stone Island? Chi lo sa—noi un po’ ci speriamo.

Crediti

Testo di Amanda Margiaria
Immagine su gentile concessione di Moncler

Tagged:
fashion industry
Moncler
Stone Island
Moda
carlo rivetti
news di moda
Moncler Genius
Remo Ruffini