Fotografia di Catherine McGann/Getty Images

I look più stravaganti e iconici di sempre, indossati da Marilyn Manson

In occasione dell'uscita del libro "Marilyn Manson by Perou: 21 Years in Hell," il fotografo inglese ripercorre i look più eccentrici del cantante.

di Oliver Lunn
|
25 giugno 2020, 5:00am

Fotografia di Catherine McGann/Getty Images

Partiamo da una premessa sulla storia dei look indossati da Marilyn Manson. Lo si può veramente imaginare in qualcosa che non sia assolutamente, incredibilmente e catergoricamente ICONICO? Non credo proprio. Il cantante è un titano della moda che ci offre sempre outfit pazzeschi come se nulla fosse. Ha fatto da modello per le campagne di Saint Laurent, ha indossato dei look per le sue performance disegnati da Jean Paul Gaultier, ha ispirato una sfilata di Vetements. Oltre a questo, il suo trucco sbavato è diventato iconico grazie anche ai film di Tim Burton e il suo guardaroba prevalentemente nero corvino è un paradiso per i goth di tutto il mondo. Insomma, Marilyn Manson è iconico senza alcuno sforzo.

Il che significa che scegliere i suoi look più memorabili è un'impresa alquanto difficile. Ma se c'è qualcuno che conosce lo stile di Manson meglio di chiunque altro, è sicuramente il fotografo inglese Perou. È stato il fotografo ufficiale del musicista per più di 20 anni, e ha documentato l'evoluzione del suo stile nel libro Marilyn Manson by Perou - 21 Years in Hell.

“Ogni volta che ho fotografato Manson era diverso,” afferma Perou, “sempre in costante evoluzione, nessuna ripetizione, nessuna noia.” Qui, il fotografo ci ha aiutato a fare luce su alcuni scatti memorabili in cui gli outfit di Manson ci hanno lasciati letteralmente a bocca aperta.

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

L'androgina dell'era di Mechanical Animals, 1999
Questa è il Manson che immaginavi quando cantavi The Dope Show in cameretta, tenendo stretto tra le mani il CD di Mechanical Animals. Ecco la figura androgina e filiforme della copertina, con i capelli rosso acceso e la ricrescita nera, un androide alla Bowie che sembra essere atterrato da un altro pianeta. Perou ha scattato questa foto ad Amsterdam, intorno al 1999, nel momento in cui Manson si guadagnava un posto nell'Olimpo delle star internazionali. “Sta indossando una giacca del mio amico Whitaker, ossia Malem de Il pianeta delle scimmie,” spiega il fotografo. “So che questa immagine è stata poi utilizzata per il mood board quando stavano progettando L'alba del pianeta delle scimmie e che era stata offerta una parte come cameo a Manson, ma lui era troppo impegnato a registrare Born Villain in quel momento.”

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

Manson Cappellaio Matto, 2003
Nel video di mOBSCENE Manson appare come una specie di versione horror del Cappellaio Matto. Guanti in pelle nera, cera lattea e un cappello storto decorato con un corsetto. “Manson indossa un cappello alla Alice nel paese delle meraviglie e ovviamente il cappello aveva un corsetto,” afferma Perou. “È molto strano vedere Manson con un rossetto rosso acceso.” La fotografia sottolinea l'ossessione di Manson per un'estetica fantasy molto dark. Potrebbe--forse--essere legata a qualcosa della sua infanzia. “Nel libro, Manson racconta della sua fascinazione sessuale nei confronti di Biancaneve, e della sua predilezione per donne pallide con capelli scuri e labbra rosse,” aggiunge Perou.

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

L'elegante provocatore, 2017
Manson è spaventosamente elegante in questo scatto del 2017, in cui indossa una maschera e un mitra come fosse un assassino goth. “Se volessi andare in giro con un mitra, dovresti perlomeno indossare un completo elegante,” afferma Perou. Manson aveva usato armi e oggetti di scena simili anche prima, solitamente per dichiarare la propria posizione anti-armi, ma è finito sulle prime pagine alla vigilia della strage a Columbine, finendovi tristemente coinvolto. Come spiega Perou, le armi sono state un filo conduttore nella musica e nell'estetica di Manson: “Sono un motivo costante nelle foto e nelle canzoni di Manson.” Il fotografo ha scattato altre versioni di questa immagine creando un set sul tetto della casa del manager di Manson a Hollywood Hills. “Abbiamo fatto esplodere delle granate di fumo nero,” spiega. “Ci sono venuti subito a trovare gli elicotteri della LAPD e abbiamo dovuto nascondere tutte le armi e porgere cortesi saluti da lontano.”

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

Il freak delle favole, 2003
Se hai visto almeno uno dei suoi spettacoli, sai perfettamente quanto Manson ami i trampoli. E questa foto è stata scattata nel mezzo del deserto californiano, sul set di mOBSCENE. Quel completo turchese. Quella catena. Quella figura vertiginosa. La fotografia--in cui è presente anche il fotografo--è stata scattata qualche minuto dopo che Manson scampasse la morte finendo schiacciato da un elefante. “L'elefante aveva puntato Manson, ma lui non poteva correre a causa dei trampoli,” afferma Perou. “Questa è la versione turchese del completo rosso [presente nello stesso video, NdT] e questa volta indossa un rossetto blu in tinta. L'attenzione per i dettagli è essenziale.”

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

Il Joker in bianco, 2017
Un riferimento forse al Joker di Heath Ledger, completo di un trucco usurato e sbavato. Questo è il Manson che compare anche nell'artwork dell'album Heaven Upside Down. È l'immagine di un artista torturato, con il grill compresso in un'espressione sofferta. “Cerco di non fare provare dolore alle persone quando le fotografo. Non sta soffrendo per davvero,” spiega Perou. “Spesso, quando fotografo Manson, lui entra nel personaggio e non devo dirigerlo in alcun modo. Manson diventa Manson e io devo solo scattare.” Al tempo, il fotografo doveva fare delle iniezioni per guarire da un incidente accaduto mentre sciava. “Mi sono dimenticato una siringa nel bagno ed è iniziata a girare una voce che Manson si stesse drogando. Ho dovuto spiegare che ero io.”

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

La stella horror di Natale, 2017
Qui Manson sembra uscito da una scena di Antichrist di Lars von Trier, col volto solcato da lacrime di sangue, eppure, sembra quasi... natalizio? Indossa un top rosso acceso con maniche molto lunghe e un paio di corna di renna, come se fosse un personaggio di un film horror appena uscito dalla foresta. “Questa era la cartolina di Natale che abbiamo scattato per PETA a Berlino,” spiega Perou, aggiungendo che è stata la fonte di ispirazione per la serie francese Black Spot. “Quello non è trucco, lui piange davvero sangue,” dice ridendo.

look-iconici-marilyn-manson
Fotografia di Perou.

Il drugo, anno sconosciuto
Un pugnale e una bombetta, così Manson impersona un'altra figura estremamente inquietante. Forse il maggiordomo dei tuoi incubi? A metà tra l'elegante e il minaccioso, con un gilet e un paio di guanti senza dita. “Mi era stato chiesto da un magazine di musica di fotografare Manson mentre cenava con Dita von Teese, che al tempo era sua moglie,” spiega Perou. Ma non è andata così. Il fotografo ha invece optato per qualcosa di più semplice e più personale. “Ho negoziato una serie di immagini in bianco e nero molto esclusive di Manson, scattate a casa con i suoi oggetti più cari.” Era un'idea molto semplice, ma una che in qualche modo è riuscita a tirare le somme dei loro 21 anni di collaborazione lavorativa. “Non devi imporre delle idee sui grandi artisti," afferma Perou. "Devi solo essere presente per catturarne la realtà.”

Marilyn Manson by Perou. 21 Years in Hell è disponibile online.

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook

E parlando di icone di stile:

Tagged:
marilyn manson
Pérou
7 Iconic Outfits
look iconici