Fotografia di Giulia Bersani 

15 domande a Blanco sul suo singolo d’esordio "Belladonna (Adieu)"

La prima intervista in assoluto del rapper classe 2003.

di Benedetta Borioni
|
22 giugno 2020, 1:34pm

Fotografia di Giulia Bersani 

Negli ultimi tre mesi la quantità di musica che ascoltiamo quotidianamente è aumentata sproporzionatamente. Un po' per noia, un po' per avere un sottofondo durante le nostre giornate vuote e tutte uguali, un po' per cercare nuovi artisti con cui andare in fissa, durante la quarantena abbiamo tenuto la tab di Spotify (o YouTube, o Apple Music) sempre aperta sul nostro pc. Possiamo però dire che, al 20esimo ascolto della stessa canzone in meno di 8 ore, l'istinto di lanciare il computer fuori dalla finestra, nella speranza che l'urto trasformasse quel pezzo già sentito mille volte in una canzone nuova e fresca, era forte. Molto forte.

Poi è arrivato giugno, le cose hanno iniziato a muoversi, le nuove uscite musicali sono tornate a graziare le nostre orecchie e persino i tormentoni estivi hanno ricominciato a farci rabbrividire per le loro melodie. In tutto questo marasma si è fatto notare BLANCO, classe 2003, un ragazzo di Brescia che ha iniziato a scrivere il primo testo quasi per caso, dedicandolo a una fidanzata (e noi reagiamo così). È stato più un esperimento che un'opera consapevole, ci spiega. Grazie a quelle prime lyrics ha scoperto che la musica era una cosa che aveva dentro di sé, e che sapeva farla anche bene.

Da qualche giorno è uscito Belladonna (Adieu), il suo primo singolo, e se clicchi sulle foto puoi ascoltarlo. L’artwork del pezzo, ideato da Giulia Bersani (che è anche l'autrice delle foto che vedete qui ad accompagnare il testo), rende in modo semplice ed efficace il mood di BLANCO, che non è il solito cantante rap. BLANCO è il volto di qualcosa di nuovo, più punk, emotivo e diretto di chi l'ha preceduto. Così gli abbiamo fatto alcune domande, in questa sua prima intervista, per conoscerlo meglio e capire come un ragazzo di soli 17 anni sia già inseguito dalle maggiori etichette musicali.

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

Ciao Riccardo, aka BLANCO, che cosa farai oggi? E cosa stavi facendo prima di rispondere a queste domande?
Stavo dormendo, perché tendo a fare sempre tardi e quindi dormo di giorno (anche stasera penso che andrò a fare festa con un amico).

Dove sei cresciuto, e com’è stato crescere dove sei cresciuto?
Sono cresciuto a Calvaggese, sul Lago di Garda. Da un punto di vista artistico e musicale è stato piuttosto difficile. È un piccolissimo paese di 3000 abitanti, e fare arrivare la propria voce all'esterno non è semplice, così come non lo è stato conoscere nuove persone. Paradossalmente, è stata la scuola (a Brescia e Desenzano) a costringermi a spostarmi e ad aprirmi una piccola finestra sul mondo.

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

Oggi esce il tuo singolo di esordio, Belladonna (Adieu). Quando l’hai scritto? Raccontaci i retroscena.
I pezzi che ho scritto che mi mi gasano di più sono quelli che arrivano nella fretta degli ultimi momenti del processo creativo, che in qualche modo sono sempre i più proficui. Ero nella mia stanza, ho cominciato a scrivere Belladonna pensando a una relazione in cui odio e amore sembrano essere la stessa cosa, immaginando due amanti che, in modi diversi, scelgono di distruggersi. Poi ho portato il provino da Michelangelo (il producer) a Creona, abbiamo fatto qualche modifica e ha preso forma.

Chi è stata la prima persona a cui hai fatto ascoltare Belladonna?
Il mio produttore Michelangelo, poi la mia famiglia, che era venuta a prendermi a Cremona perché non passava il treno. Quando l’ho fatto partire nello stereo della macchina, mia mamma e mia sorella si sono girate e mi hanno detto: “Tu non sei normale.” Ho risposto: “Grazie.”

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

L’artwork di Belladonna è molto d'impatto. Ce ne parli?
L’artwork mi rispecchia un sacco, il lavoro di Giulia Bersani è incredibile. Poi a me piacciono le immagini sporche e scure, non mi sentirei rappresentato da un'estetica pulita.

Sei giovanissimo, quando hai iniziato a scrivere musica?
Ho iniziato a scrivere musica circa due anni e mezzo fa, ad agosto. Avevo scritto un pezzo per una ragazza pensando che sarebbe stato un brano solo, legato a quell’occasione. Poi mi sono appassionato, ci ho preso la mano e non mi sono fermato.

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

Hai un mentore?
Il fidanzato di mia sorella, che per me è come un fratello, mi ha sempre aiutato senza che fosse necessario chiederlo. Il suo parere per me è fondamentale, infatti è il primo a ricevere i pezzi.

Descrivi la tua musica in 4 parole.
Riflessiva, selvaggia, genuina e romantica.

Visto il momento attuale, sarà difficile per te esibirti dal vivo nei prossimi mesi. Quale sarà prima cosa che farai quando salirai su un palco?
Appena salgo sul palco voglio diventare un animale, trasformarmi.

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

Quali sono i tre musicisti con cui sei cresciuto?
Direi gli artisti che ascoltavo con papà quando ero piccolo: Lucio Dalla, Battisti e Pino Daniele. Ma ascoltavo anche le hit in radio, apprezzavo molto il pop, poi crescendo mi sono avvicinato al rap.

Tre musicisti da tenere d’occhio nei prossimi tempi?
Il mio produttore Michelangelo, Lil prodige, un giovanissimo artista italiano di cui secondo me sentiremo parlare molto, e Joji.

Dove ti vedi nel 2030?
Spero di aver spaccato nella musica e di ottenere ciò che voglio grazie a quello che sto facendo: ovvero vivere di questo. Altrimenti farò il benzinaio.

Intervista Blanco 15 domande a per il singolo Belladonna

Il Paradiso esiste?
Non sono credente, ma credo che qualcosa ci abbia creato. Non possiamo essere usciti dal culo di una gallina.

E l’Inferno?
L’inferno è la frustrazione, il non riuscire a realizzare i propri sogni. È quelle cose che sai che possono succedere ma non vuoi affrontare, la parte negativa della realtà.

Cosa hai fatto questo weekend?
Ho fatto festa, il fine settimana bisogna sempre fare festa.

intervista-blanco-uscita-singolo-belladonna
intervista-blanco-uscita-singolo-belladonna
intervista-blanco-uscita-singolo-belladonna

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Benedetta Borioni
Fotografia di Giulia Bersani

Tagged:
island records
Fotografia
Cultură
blanco
interviste di musica
15 domande a
Belladonna (Adieu)