Cosa vale la pena guardarsi su Netflix a maggio

Passeremo ancora molto, molto tempo chiusi in casa casa, ma fortunatamente a maggio Netflix darà il meglio di sé.

di Benedetta Pini
|
29 aprile 2020, 3:35pm

Still dal film The Neon Demon

In questi giorni iniziamo a intravedere la luce in fondo al tunnel. È flebile, ma almeno c'è—o almeno è questo quello che ci raccontiamo dopo settimane e settimane di un lockdown che sembra durare ormai da dieci anni. Nel frattempo, o siete tra le persone che hanno funzionalizzato ogni minuto della quarantena cucinando, facendo yoga, vedendo i film che i vostri amici cinefili vi consigliano invano da anni e leggendo tutti quei libri che stazionavano sul comodino, oppure siete tra chi ha brancolato nel nulla cosmico.

Che apparteniate alla prima o alla seconda categoria, una cosa accomuna tutt* noi: non siamo mai stati così grati alla tecnologia di esistere, perché ci ha tenuto compagnia e in qualche caso salvato da qualche crollo psicologico.

Proprio per questo, durante il prossimo mese Netflix metterà online una grande quantità di nuovi contenuti che sembrano promettere bene, oltre che finalmente inserire in catalogo film già datati ma assolutamente da vedere—uno su tutti il disturbante horror glitterato firmato da Nicolas Winding Refn The Neon Demon.

Film da (ri-)vedere

Tra grandi classici e film iconici più recenti, questo mese arrivano un po' di titoli che potreste esservi persi e che ora potete finalmente recuperare, perché non possono mancare nella vostra watchlist:

Going Clear - Scientology e la prigione della fede (1 maggio)
Il divo (1 maggio)
Easy Rider - Libertà e paura (1 maggio)
Lemony Snicket - Una Serie di Sfortunati Eventi (1 maggio)
8 Mile (22 maggio)
La donna che visse due volte (22 maggio)
Scott Pilgrim vs. the World (22 maggio)
Snowpiercer (25 maggio)
The Neon Demon (31 maggio)

Hollywood - Stagione 1 (1 maggio)

Un gruppo di aspiranti attori e registi vuole sfondare nella Hollywood del secondo dopoguerra, e sono pronti a farlo a ogni costo. Sulla scia di C'era una volta a Hollywood, la serie riflette sulle ingiustizie, i giochi di potere, i favoritismi e le discriminazioni razziali e di genere che hanno determinato le dinamiche della golden age di Tinseltown, indagando il lato più oscuro della mecca dell’intrattenimento nel tentativo di smantellarlo.

Into the Night (1 maggio)

Per chi non ha ancora superato il trauma della fine di Lost e negli ultimi dieci anni ha brancolato nel vuoto alla ricerca disperata di una serie che vi incasini il cervello allo stesso modo. Anche se Lost rimarrà insuperabile, la trama sci-fi di Into the Night è una premessa niente male: i passeggeri e l’equipaggio di un volo notturno dirottato fanno di tutto per evitare la luce dell'alba e i raggi del sole, che sembrano essere diventati letali per gli esseri umani, mentre la tensione di fa sempre più alta e un misterioso evento cosmico aumenta.

All day and a night (1 maggio)

Fare i conti col proprio passato è il peso che grava su Jahkor, rimasto coinvolto in una guerra tra gangster e condannato all’ergastolo. In carcere, Jahkor intraprende un percorso di scoperta di se stesso, riflette sulle circostanze e le falle del sistema giudiziario e cerca di proteggere il figlio da questo circolo vizioso che gli rovinerebbe la vita.

L’altra metà (1 maggio)

Ellie Chu è introversa e timida, bollata come la nerd del liceo ed esclusa dai giri più popolari, ma gira in suo favore questa dinamica trasformandola in un business: scrivere saggi per loro a pagamento. E così riesce a gestire quel complicato insieme di paure e insicurezze sociali che comporta l'adolescenza. La situazione svolta all'improvviso quando l’atleta più cool della scuola le chiedere di scrivere per lui non un saggio per un esame, ma dei messaggi d’amore per Aster, una ragazza popolare ma al di là dei soliti stereotipi da mean girl, per cui la stessa Ellie ha una cotta. Ecco che quei messaggi non sono solo una commissione lavorativa ma sono intrisi di sentimenti genuini e non detti, e il tutto degenera.

Squatter (1 maggio)

Immaginate di tornare a casa dopo una vacanza di famiglia e trovare casa vostra occupata da un gruppo di squatter che non ha la benché minima intenzione di andarsene. Inamovibili e convinti di essere nel giusto. Si innesca così una guerra dai risvolti profondamente angoscianti in cui viene messo tutto in discussione, dai valori civili basilari fino al concetto stesso di umanità.

Valeria - Stagione 1 (8 maggio)

Una scrittrice in crisi creativa e coniugale trova rifugio e supporto nelle sue tre migliori amiche. Tratto dai romanzi di Elisabet Benavent.La risposta spagnola a Sex and the City. La serie è tratta da una saga di romanzi rosa di Elísabet Benavent e parla di Valeria, una scrittrice di successo, che piomba in una crisi professionale, esistenziale ed emotiva. Come da copione, si aggrappa alle sue tre migliori amiche per uscire dal buco nero e ridare un senso ala sua vita. Un vortice di amori, drammi, gelosie, passioni infedeltà, dubbi, segreti, insicurezze, preoccupazioni, gioie, sogni, responsabilità, desideri e aspettative.

Un buon trip: avventure psichedeliche (11 maggio)

uscite netflix maggio 2020

Un documentario esilarante in cui delle celebrità descrivono le loro esperienze sotto sostanze psichedeliche, raccontando i loro trip più assurdi tramite ricostruzioni, animazioni e materiale di repertorio.

SKAM Italia - Stagione 4 (15 maggio)

Serie più seguita del momento e trend topic su Twitter dall'uscita del teaser di questa nuova stagione, SKAM arriva su Netflix (dove intanto sono state caricate le precedenti). Sapete già di cosa parla e che è la serie che ha dato finalmente una voce alla Gen Z, diventando il team drama per eccellenza della nostra epoca, esplorando senza edulcoranti né moralismi i concetti di identità, genere, amore, scelte e maturazione fregandosene di ogni tipo di normatività. Questa stagione sarà affrontata dal punto di vista di Sana: una ragazza italo-tunisina con una mente schietta e brillante, alla ricerca di un difficile equilibrio tra il fatto di essere musulmana praticante e i valori di una società dominata da una cultura diversa dalla sua.

A Ghost Story (18 maggio)

La dimostrazione che per girare un film d'impatto non servono grossi budget: ciò che conta è l'idea e la capacità di trasformarla in una sceneggiatura che sappia arrivare al cuore e/o alla mente degli spettatori. Con un lenzuolo bianco, un paio di location, una manciata di attori e silenzi assordanti, A Ghost Story è il film della quarantena: amore, morte, trauma, dolore, perdita, solitudine.

White Lines (15 maggio)

Nel paradiso degli amanti del clubbing estivo, stile discoteche sulla spiaggia e party in piscina, viene ritrovato il cadavere di un dj scomparso 20 anni prima. La protagonista è proprio sua sorella, che torna a Ibiza per scoprire la verità, tra insabbiamenti, bugie, raggiri economici e giochi malsani di potere. Buone premesse, sperando non scada nei soliti cliché del genere.

Control Z (22 maggio)

Un po' Gossip Girl e un po' Pretty Little Lies ma in versione Gen Z: un hacker irrompe nei device e nei profili social degli studenti di un liceo per diffonderne i segreti più reconditi, esponendoli all'umiliazione pubblica. Tutto questo innescherà una reazione a catena che farà saltare tutte le gerarchie della scuola, ribaltando ruoli, aspettative e dinamiche sociali. Nel frattempo, la protagonista Sofia si darà a una caccia all'identità dell'hacker.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Benedetta Pini

Tagged:
cinema
Netflix
Streaming
nuove uscite
serie tv netflix
cosa guardare