7 make-up iconici che hanno reso Grimes un'entità post-umana

Look naturale, cicatrici aliene e un'estetica che unisce fantasy e videogame, ecco una selezione dei beauty look più incredibili della mu canadese.

di Beatrice Birolo
|
17 marzo 2022, 10:20am

La principessa del synth pop Grimes (aka Claire Boucher) ha iniziato a dedicarsi alla musica da autodidatta, nel 2007 ha adottato il nome d’arte con cui la conosciamo oggi e nel 2010 ha pubblicato il suo primo album, a cui seguiranno diverse uscite di successo, come l’iconico Visions del 2012. Insomma, da quando è entrata nella scena, Grimes ha lasciato segni indelebili nella storia della musica, meritandosi la fama di artista eccentrica, poliedrica e decisamente anticonvenzionale.

A renderla così iconica non è stata solo la musica, ma anche tutto l’immaginario che vi sta intorno, tra illustrazioni, artwork e scelte estetiche estreme, che a ogni nuovo progetto si fanno sempre più complessi, elaborati e sperimentali. Indimenticabili i look che sfoggia nelle copertine degli album, nelle cover dei magazine, negli artwork sui suoi social network o sui palchi dei live, adornata di gioielli ovunque e di trucchi audaci, quasi sempre realizzati dalla sua make-up artist di fiducia Natasha Severino.

Un’estetica oddly designed, che Grimes si è costruita su misura di sperimentazione in sperimentazione, smontando e ribaltando i canoni di bellezza e le aspettative estetiche. E se è davvero difficile stare dietro a ogni suo nuovo makeover estetico, abbiamo passato in rassegna tutti i suoi make-up drammatici e le sue acconciature audaci per selezionare i 7 beauty look più iconici in assoluto.

Lista dei make-up più assurdi di Grimes

Cicatrici aliene, 2021

Sappiamo bene che Grimes va a braccetto con l’estetica post-umana, mixando nei suoi look futuristici inspo fantasy, tech e videogame—una sorta di cosplayer ma con una massiccia dose di eccentrica rielaborazione personale. Ma all’inizio del 2021, l’artista canadese ha portato il suo look da alieno al livello successivo: un tatuaggio a inchiostro bianco che si dipana lungo tutta la sua schiena attraverso ramificazioni fluide, come fossero vene o cicatrici da cyborg. Il tatuaggio è l’esito della collaborazione tra il tatuatore Tweakt e l’artista Nusi Quero, che ha creato il design digitalmente.

Digital Cover del numero di Dazed “SUPERNATURAL”, ottobre 2019

Questo editoriale di denuncia dei disastri ambientali e della crisi climatica a cura dei Creative Director Isamaya Ffrench e Ben Ditto trasforma Grimes in una serie di personaggi di fantasia che riflettono il fascino e il potere della distruzione e della distopia, impersonando minacce naturali e ansie moderne. Una, ad esempio, rappersenta una dea della plastica realizzata con rametti di capelli fusi e riformati in una corona, mentre assiste al pianeta che viene bruciato vivo; un’altra, invece, è una dea della fredda e sinistra tecnologia creata dall’uomo, in cui il volto di Grimes viene sostituito da una sovrapposizione di altri volti legati alla cultura pop, prima di ritrovare il suo vero aspetto.

Look alla “Dune”, Met Gala 2021

Per il Met Gala 2021, Grimes ha creato un look ispirato all’adattamento cinematografico di Villeneuve del romanzo Dune (1984), realizzato in collaborazione con la stilista Turner. Partiamo dall’abito fenomenale di Iris van Herpen, dal nome Bene Gesserit, che la designer descrive come “ispirato a futuri lontani.” Ci ha impiegato più di 900 ore per perfezionarlo, ed è composto da forme sinuose in silicone liquido a specchio, singolarmente fuse a mano e tagliate a laser 3D. Altri dettagli indimenticabili del look: le orecchie da elfo in metallo di Lillian Shalom, la maschera cromata dell’artista Chris Habana e l’ormai immanncabile spada, creata a partire da un fucile d'assalto AR-15 durante l'ultima performance del collettivo MSCHF. Il make-up è realizzato da Natasha Severino, che per il red carpet ha aggiunto al look una maschera, spostanto tutto il focus sullo sguardo di Grimes, contortnato da un eyeliner grafico nero e spesso, combinato con perle e cristalli lungo l’arcata superiore delle soprcciglia e delle ciglia inferiori, per un tocco più morbido e sci-fi. Il make-up degli occhi è perfezionato con una matita nera lungo gli angoli esterni, ombretto luminoso sulle palpebre, illuminante negli angoli interni degli occhi e mascara. La pelle risulta fresca, con fondotinta leggero e labbra rosso opache contornate da una matita nude. Infine, la coda di cavallo a spirale con le ciocche rosa metallico perfettamente in tema futuristico è stata realizzata dall’hairstylist Owen Gould.

Make-up video tutorial, Vogue 2020

Come dimenticare il suo monologo di 13 minuti e 20 sulla sua beauty routine? In questo video Grimes mostra come realizzare uno dei suoi look, aggiungendo spunti e riferimenti su altri dei suoi make-up più frequenti. Dopo i prodotti di skincare, per il viso utilizza un leggero fondotinta per una base fresca, che tampona poi con della cipria trasparente. Per scolpire leggermente le labbra, applica una matita nera, a cui aggiunge un rossetto rosa antico applicato con le dita. Le sopracciglia sono riempite con una matita marrone chiaro e poi il mascara blu solo sull’occhio destro, perché secondo lei non le si addice del tutto. Dopo aver sfumato un'ombretto color vermiglio lungo le palpebre inferiori e aggiunto l’illuminante nell’angolo interno dell’occhio, sparge i glitter lungo la parte centrale della fronte e sul collo. Infine, per portare questo beauty look al livello successivo, con un eyeliner nero e uno rosso disegna una massa di linee fluide su tutta la fronte, perché why not? Il make-up si completa con capelli decolorati e tinti di arancione raccolti in due codini e lunghe unghie di color onice.

La baby face del videoclip di “Oblivion”, 2012

Primo singolo dell’album Visions uscito nel 2012, ma né canzone, né make-up né video sembrano affatto datati. Il videoclip (che è ancora oggi il più visualizzato di tutti sul suo canale Youtube) è stato co-diretto da Grimes e la sua amica Emily Kai Bock, insieme a Evan Profofsky, amico in comune e direttore della fotografia. Ciò che lo rende così affascinante è il modo in cui l’estetica asseconda e allo stesso tempo rifiuta la tradizionale narrazione tipica dei video pop. Vediamo infatti Grimes, con le sue cuffie, immersa nel suo mondo, mentre si esibisce per se stessa, come se non ci fossimo noi a guardarla. Il suo make-up, presente nella maggior parte di scene, è caratterizzato da un viso dolce e ingenuo, base leggera e impercettibile, zero mascara, sopracciglia definite e labbra leggermente rosate, abbinate a capelli rosa raccolti in una treccia laterale.

Un selfie per zittire gli hater, 2020

A volte, c’è proprio bisogno di un momento per dedicarci alla self-care, per riflettere e ricordarci che l'auto-accettazione di sé è fondamentale. Ed è quello che ha fatto Grimes quando, alcuni mesi fa, ha postato una serie di selfie sul suo profilo Instagram mostrandosi con un trucco semplicissimo per i suoi standard: fondotinta color alabastro adornato da lentiggini disegnate sugli zigomi e sul naso, un velo di ombretto borgogna per creare uno smokey eye e un kohl nero all’interno degli occhi. Per le labbra, il solito lipliner e lucidalabbra rosso, steso in particolare al centro. Infine, un copricapo fatto di gioielli attaccato a un cerchietto, con i capelli biondi raccolti in una coda alta. La didascalia è una risposta a tutte quelle persone che l’hanno sempre bullizzata per la forma del suo naso e del suo viso: per Grimes “è cool essere strani”, ed è grata per questo.

Sneak Peek di “Player of the Games”, giugno 2021

In un altro post di Instagram pubblicato da Grimes, l’artista dichiara che sta per assumere un’altra personalità. In effetti, in questa foto appare quasi irriconoscibile, mentre posa con i capelli raccolti in una cuffia per parrucche, il viso più pallido del solito, occhi ombreggiati di bianco, lenti a contatto rosse e blush rosa brillante su una guancia—mentre sull’altro lato del viso c’è del sangue finto. Il tutto abbinato al colore pieno delle labbra. Le sue mani con vene blu e grigie dipinte in modo pronunciato spuntano al di sotto di un vestito a maniche lunghe in mussola di color bianco e una specie di armatura che copre le spalle. Ovviamente, nessuna nuova personalità: il make-up, opera della make-up artist Natasha Severino, era preview dello del videclip uscito lo scorso dicembre, Player of The Games, girato dal regista finlandese Anton Tammi.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Crediti

Testo: Beatrice Birolo
Artwork cover: Elisa Paiardi

Leggi anche:

Tagged:
Beauty
grimes
Música
make up