Sono finalmente arrivati gli smart glasses di Ray-Ban e Facebook

È partito il countdown per l'accesso a una visione umana con capacità sovrumane. Il futuro è già qui.

di Gloria Maria Cappelletti
|
10 settembre 2021, 4:00am

Ci troviamo all’alba di uno dei periodi più trasformativi e più fluidi della storia dell’umanità. Un'era in cui la natura stessa di ciò che significa essere “umani” è pronta per un aggiornamento, in cui la nostra specie sembra sfidare la propria eredità genetica per raggiunge livelli prima inconcepibili di visione, intelligenza e longevità. La singolarità è sempre meno l’illusione di un miraggio e ci stiamo incamminando verso l'inimmaginabile futuro nel metaverso, destinato a sorprenderci con avvenimenti che modificheranno le nostre prospettive e visioni, tanto quanto sono stati in passato l'elettricità e il computer.

Questo è lo scenario in cui l'hardware di Facebook Inc. prende forma, materializzandosi nei Ray-Ban Stories, i tanto attesi smart glass di ultima generazione progettati da Ray-Ban in collaborazione con EssilorLuxottica.

Ray-Ban Stories - Lifestyle3.jpg

Wayfarer, Wayfarer Large, Ray-Ban Round e Meteor sono i modelli iconici scelti per questo lancio ultra smart, che ha la potenzialità di esplodere una concezione completamente nuova della fotografia, della condivisione e dell’ascolto.

Ma come funzionano i Ray-Ban Stories? Tutti i modelli sono disponibili con diversi tipi di lenti da sole e vista, tra polarizzate, sfumate e neutre, e integrano una dual camera da 5 MP con funzionalità foto e video, auricolari open-ear invisibili e un sistema audio composto da tre microfoni per riprodurre suoni e voce in alta qualità durante telefonate e video.

Ray-Ban Stories - Lifestyle4 (prescription).jpg

Congelare memorie sensoriali e vissuti audiovisivi attraverso strumenti tecnologici oggi è ormai la modalità privilegiata per la condivisione del quotidiano, ed è per questo che i Ray-Ban Stories verranno lanciati insieme a un’app integrativa, chiamata Facebook View (per iOS e Android), che servirà a importare ed editare in modo semplice i contenuti acquisiti con gli smart glasses, con la possibilità di caricarli su tutte le app social installate sullo smartphone: Facebook, Instagram, WhatsApp, Messenger, Twitter, TikTok e Snapchat. I Ray-Ban Stories introducono così una nuova modalità di fruizione e condivisione di contenuti audiovisivi, una nuova prospettiva sempre più fluida, proponendosi come tool creativo per affermare nuovi canoni estetici.

Pensate al passaggio epocale dalla fotografia analogica a quella digitale avvenuto alla fine degli anni ’90. E poi alla svolta del moving image, del remix e della condivisione illimitata avvenuta con Internet e i social media. Pensiamo all’estetica dei meme e del selfie. E ora? Che posture assumeremo per scattare immagini e video con i Ray-Ban Stories? Che tipo di messe a fuoco cercheremo senza il limite di un mirino? È il momento di sperimentare un nuovo orizzonte visuale sconfinato con i Ray-Ban Stories.

Ray-Ban Stories - Lifestyle6.jpg
RAY-BAN STORIES WAYFARER PACKAGING KIT_2.JPG

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Crediti

Testo: Gloria Maria Cappelletti

Leggi anche:

Tagged:
Facebook
Ray-Ban
Tecnologia
eyewear