la cena è pronta! la nuova barilla secondo gcds

Packaging rosa, Sophia Loren, estetica noir, location hollywoodiane e technicolor: la pasta non è mai stata così cool.

di i-D Staff
|
18 ottobre 2019, 3:11pm

Pensateci bene, qual è la frase che avete sentito pronunciare più spesso nella vostra vita? Senza dubbio quell'"È prontoooo!" che i nostri genitori sbraitano dalla cucina fin da quando siamo piccoli, riuscendo immancabilmente ad azzeccare il momento peggiore in cui chiamarci a tavola. Magari mentre state per entrare nella doccia dopo una faticosa giornata di lavoro o studio, oppure nell'istante esatto in cui ricevete un messaggio importantissimo che stavate aspettando da ore. Di fronte a voi un dilemma: adeguarsi al ritmo familiare e rimandare a un secondo momento quello che stavate facendo, oppure attenervi al vostro programma e arrangiarvi per la cena. Ma non sempre è così semplice - anzi, probabilmente quasi mai - e la scelta non c'è, a meno che non siate così coraggiosi da rischiare di incappare nelle ire della vostra famiglia, che siano grida o la ancor più subdola punizione del silenzio, fino al primo Natale che arriverà.

Però, diciamocelo, il senso confortante di quell'"è pronto" è impareggiabile, anche se arriva nel momento più scomodo. Bastano quelle due parole per farci sentire tutto il calore di casa, tutto l'amore della vostra famiglia e quando ci sediamo a tavola per mangiare tutti insieme e condividere qualche racconto giornata tutti i problemi sembrano sparire. Ci siete solo voi, le persone che amate e ovviamente un bel piatto di pasta. Un quadretto che è l'essenza dell'Italia e per questo GCDS e Barilla, due realtà simbolo del Made in Italy, hanno deciso di unirsi, di mettere in comunicazione le loro rispettive storie e avviarsi insieme verso un nuovo percorso, ovvero una capsule collection che si è concretizzata in un minifilm girato nelle location incredibili di Hollywood.

Se riconoscete volti noti, è perché il cast è strepitoso: Guido Barilla ha lasciato carta bianca a Giuliano Calza, direttore creativo di GCDS, che ha coinvolto nel progetto Sophia Loren, Nikita Dragun e Violet Chacki per la regia di Nadia Lee Cohen. Il risultato è un minuto in cui i valori della tradizione italiana si intersecano con i cambiamenti più moderni della società, sempre più inclusiva e variegata. Questa è Barilla secondo GCDS, in una versione rinnovata e super pop. Ispirato dall’immaginario Technicolor degli anni Sessanta, plasmato dagli sguardi di Douglas Sirk e Alfred Hitchcock, lo spot si snoda tra strade di mattoni rossi, metropolitane affollate, jazz club dall'estetica noir, autostrade affacciate e spiagge paradisiache dove i vari personaggi si trovano ma al richiamo dell'"è pronto!" tutti abbandonano quello che stanno facendo e corrono a casa di Sofia Loren.

Ad accoglierli c'è ovviamente un enorme piatto di spaghetti al sugo di pomodoro, che è LA pasta italiana per eccellenza. “Una sera a Parigi stavo bevendo vino con Giuliano, improvvisamente lui mi guarda ed esclama: ‘Babe! Ti andrebbe di fare un film sulla pasta?’ Ho pensato: 'Perché no? Tutti amano la pasta!' E poi abbiamo avuto un'illuminazione: non sarebbe coinvolgere Sophia Loren?" racconta Nadia Lee Cohen, dimostrando che spesso le idee migliori sono proprio quelle più semplici e nate un po' per caso. Per provare anche voi cosa vuol dire mangiarsi una bella pasta al sugo con Sophia Loren, trovate l'esclusivo pack rosa di Barilla x GCDS in edizione limitata in 90 punti vendita Esselunga, fino a disponibilità prodotto.

GCDS X BARILLA
GCDS X BARILLA
GCDS X BARILLA
GCDS X BARILLA
1571393049173-GCDS-BACKSTAGE_4

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Se non fosse già abbastanza chiaro, a GCDS piace stupire, e non è la prima volta:

Crediti

Testo di Benedetta Pini
Immagini per gentile concessione dell'ufficio stampa GCDS

Tagged:
short movie
Made in Italy
barilla
gcds
sophia loren