back to school: politecnico e naba edition

L'ultima tappa del nostro tour tra le scuole di Moda e Design italiane sono stati il Politecnico e la NABA di Milano.​

di Carolina Davalli; foto di Giorgia Imbrenda
|
21 ottobre 2019, 9:36am

Dopo IED Milano, Marangoni Milano, IUAV Venezia e Polimoda Firenze, come ultima tappa del nostro viaggio tra le Università di Moda e Design abbiamo scelto altri due atenei milanesi: il Politecnico e la NABA. E non siamo rimasti delusi, affatto.

Il Politecnico di Milano è rinomato per essere una delle Università di Ingegneria e Architettura migliori di Italia e del mondo, ma non tutti sanno che i corsi di Design—come quello di Design della Moda—hanno un alto livello qualitativo e collaborano con brand internazionali e locali, sfornando ogni anno talentuosi professionisti del settore.

La NABA di Milano, ossia la Nuova Accademia delle Belle Arti, è una scuola relativamente giovane. Nata nel 1980, ha come obiettivo ultimo quello di formare artisti, grafici e designer con un'impronta innovativa e interdisciplinare, fondendo ricerca, produzione ed estetica. Da anni le collezioni degli studenti di questa università ci stanno stupendo, e non abbiamo potuto non includerli in questo tour virtuale delle Università legate al mondo della moda e del design.

Così, abbiamo chiesto a questi nuovi talenti quali sono le loro ossessioni, i loro riferimenti nella loro pratica artistica e quali gli obiettivi per quest'anno, oltre che i loro sogni più grandi.

1571243004509-2

Simona, 22

Cosa studi?
Ho appena iniziato il Master di Design degli Accessori al Politecnico.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Sto molto online, mi faccio ispirare da tantissimi portali di immagini come Pinterest e Instagram.

Che obbiettivi ti sei posta per quest’anno?
Ho intenzione di imparare moltissimo. Specialmente perché c’è una differenza culturale enorme tra la Cina e l’Italia, voglio fare confronti e analizzarle il più possibile.

Cosa indossi oggi?
Sono totalmente incasinata, mi sono svegliata tardissimo e ho preso le prime cose che ho trovato.

1571242861775-naba-10

Chiara, 21

Cosa studi?
Fashion Design, secondo anno alla NABA.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Superare tutti gli esami all’università, essere sempre in pari. Faccio qualche lavoro qua e là ma non so ancora qual è il mio obiettivo ultimo a livello personale. Sicuramente voglio realizzare qualcosa di mio.

Quali sono le tue ossessioni?
Amo i thriller e i film di azione.

Come sei vestita oggi?
In pigiama. Tuta e pantofole.

1571243102017-NABA-9

Alfa, 24

Cosa studi?
Design del Prodotto, sto scrivendo la tesi magistrale qui alla NABA.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica?
L’arte, la filosofia e la psicologia. Cerco di usare questi elementi per creare un nuovo tipo di design.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Appena mi laureerò ho intenzione di tornare in Nigeria, da dove provengo, per crearmi il mio studio e workshop. E poi partirò da lì.

Quale pensi sia il futuro del design e la moda in Nigeria?
Credo che ci sarà sempre di più una commistione tra gli elementi estetici Occidentali e quelli Africani. Ho visto che alcuni designer si stanno già applicando in questo senso, per fondere queste due estetiche.

Anche tu mischi questi elementi nei tuoi design?
No, il mio design è minimal e astratto. Proviene più dalla mia testa, più che dalla cultura che mi circonda.

Come sei vestito oggi?
I capelli li ho tinti da solo, volevo farli bianchi e sono venuti così, gialli e viola. Riguardo l’outfit mi sono vestito comodo e caldo, pensavo che avrebbe fatto più freddo.

1571243187518-_MG_2048

Tommaso, 23

Cosa studi?
Fashion Design al Politecnico, faccio il terzo anno. Mi sto specializzando nel Design degli Accessori.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Prendo riferimenti dal passato, tendo a usare nei miei progetti (e anche indossare) vestiti che contengano in sé già una storia, quindi molti sono di seconda mano. Sono convinto che siamo arrivati a un punto in cui non c’è assolutamente bisogno di produrre alcunché di nuovo, è la reinterpretazione e il riutilizzo che ha senso al giorno d’oggi. Creare dei capi che formalmente siano capaci di soddisfare il tuo gusto, ma che possano anche essere eticamente riutilizzati.

Cosa indossi oggi?
Volevo stare comodo. Il gubbino l’ho preso da Humana.

Che obbiettivi ti sei posta per quest’anno?
Lavorare molto per l'università e laurearmi in tempo. Personalmente invece vorrei definire il mio stile e sopratutto fare di tutto per avere una piccola parte nei cambiamenti che penso siano necessari per migliorare il sistema della moda.

1571243299699-POLI-11

Daniele, 21

Cosa studi?
Fashion Design al Politecnico, sono al terzo anno.

Che obbiettivi ti sei posto per quest’anno?
Voglio fare dei progetti che possano soddisfarmi dal punto di vista estetico, creando qualcosa che stia nelle linee di quanto mi viene chiesto in università ma che sia anche profondamente personale. Voglio uscire da questa università con qualcosa di mio, che possa supportarmi nel futuro.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Faccio tantissimo riferimento alla letteratura, la metto dappertutto, sopratutto i classici, sia antichi che no. La moda degli anni venti è un altro grande riferimento e la corrente del decadentismo. La figura del dandy mi ha sempre ispirato ma ultimamente mi sto distaccando da questo concetto, perché il dandy non ha un’impegno politico, una sua visione del mondo. Egli è puro estetismo e io non voglio essere confinato in quello, voglio dire la mia e non voglio dissociarmi dal mondo. Un designer dovrebbe essere completamente immerso nella contemporaneità.

Cosa indossi oggi?
Ho un anello nobiliare che ho trovato in un mercatino vintage, come questa giacca Armani e la cravatta Hermes. Le scarpe sono di un’azienda che prima faceva le calzature per l’Operá. Ah, un’altra mia ossessione è la Francia.

1571243412845-NABA-8

Valentina, 20

Cosa studi?
Terzo anno di triennale in Fashion Design, alla NABA.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica?
Un pò di tutto: musica, arte. Cerco di usare elementi estetici che già conosco, ma che rischiano di essere dimenticati.

Che musica ascolti?
Il Visual Kei è un tipo di musica che ascolto molto, ultimamente. Poi canto opera per conto mio, sono una mezzo-soprano.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Creare la collezione finale e laurearmi in tempo. Sto lavorando a una collezione completamente biodegradabile. Voglio sicuramente continuare a prendere lezioni di canto. E il mio sogno è lavorare nel campo della sostenibilità.

Come sei vestita oggi?
Tutta rosa. Volevo mettere questi pantaloni e ho pensato di fare un total look.

1571243661317-1

Marco, 20

Cosa studi?
Fashion Design, primo anno.

Che obbiettivi ti sei posta per quest’anno?
Imparare le tecniche di confezione e modellistica. Voglio finire questo primo anno con queste conoscenze.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Mi piace giocare con i volumi, con le silhouette. Specialmente con volumi ampi quindi lavori come quelli di Balenciaga e Marni. Ascolto principalmente musica pop, che mi ispira a creare delle stampe con accostamenti di colori importanti.

Cosa indossi oggi?
È l’ultimo giorno della settimana e ho dormito poco, quindi comodità al primo posto. Converse, pantaloni comodi e felpone.

1571243702696-NABA-3

Giorgio, 21

Cosa studi?
Sono al secondo anno di Fashion Design alla NABA.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica?
L’arte contemporanea, la musica elettronica, il rap, ma in realtà tutto quello che mi circonda. Mi basta focalizzarmi su un dettaglio.

Quali sono le tue ossessioni?
I film apocalittici.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Apprendere il più possibile a livello scolastico. E fuori dall’università ho dei progetti personali incentrati sulla pittura, vorrei sicuramente portare avanti anche quelli. Voglio definire di più il mio stile e incorporare le mie due passioni, la pittura e la moda.

Come sei vestito oggi?
Oggi mi sono svegliato con un pigiama, e sono venuto indossando quello. Però ho messo anche orecchini e bracciale in tinta.

1571243914633-naba-6

Gaia, 21

Cosa studi?
Sono al terzo anno di Grafica alla NABA.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica?
I cartoni americani come Samurai Jack, Il Laboratorio di Dexter, Le Superchicche. E la carta da parati anni ’60.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Sto mettendo insieme un portfolio per riuscire ad andare in America a lavorare nell’animazione. Il mio sogno più grande sarebbe lavorare per CartoonNetwork.

Quali sono le tue ossessioni?
Il mondo dark. Tim Burton, Alice nel Paese delle Meraviglie. Anche se non si direbbe mai dal mio stile artistico.

Come sei vestita oggi?
Musica gotica, post-punk anni ’80. Copio tutto da loro. Tendo comprare sempre vestiti usati.

1571244000976-_MG_2068

Ludovica, 19

Cosa studi?
Design degli Interni al Politecnico, primo anno triennale.

Che obbiettivi ti sei posta per quest’anno?
Passare gli esami e migliorare nel disegno tecnico. Sto puntando tantissimo su questo laboratorio perché voglio imparare moltissimo.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Chiaramente gli interni, gli arredamenti. Ma non in senso superficiale, mi interessa proprio il rapporto di come una persona percepisce gli ambienti circostanti.

Cosa indossi oggi?
Ho una passione per il giallo.

1571244061803-naba-1

Dario, 22

Cosa studi?
Fashion and Textile Design alla NABA, primo anno magistrale.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Imparare a cucire ed entrare nel sistema della moda. Il mio sogno sarebbe quello di mettermi in proprio e avere un mio brand.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica? Quali sono le tue ossessioni?
I graffiti, i posti abbandonati e la musica, dalla tecno al rap.

Come sei vestito oggi?
Tutto dal mercato e vintage. Facile e comodo.

Silvia, 24

Cosa studi?
Fashion and Textile Design alla NABA, anche io primo anno magistrale.

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?
Definire la mia estetica. Riuscire a combinare i miei studi artistici a quelli della moda. Punto a creare una mia linea che possa comprendere entrambe queste influenze.

Cosa ti ispira nella tua pratica artistica?
Il lavoro di artisti come Damien Hirst, Sylvie Fleury, Jon Rafman. Ma in realtà tutto quello che vedo e sopratutto quello che fotografo mi ispira.

Quali sono le tue ossessioni?
I video di slime e ASMR.

Come sei vestita oggi?
Pantaloni che ho fatto io. Scarpette che ora vanno tanto di moda. E ora che ho deciso di truccarmi faccio solo dei puntini attorno agli occhi.

1571244226870-3

Francesca, 22

Cosa studi?
Design della Comunicazione al Politecnico, primo anno Magistrale.

I tuoi riferimenti estetici quali sono? Cosa ti ossessiona?
Sono ossessionata dall’editoria, la tipografia, le stampe fatte con metodi alternativi.

Magazine preferito?
Amo troppo le fanzine. Banane Fanzine mi piace molto, sia a livello grafico che di contenuti.

Cosa indossi oggi?
Ho dormito da un’amica, e mi ha prestato i suoi vestiti.

Che obbiettivi ti sei posta per quest’anno?
Vorrei creare una mia fanzine.

Se dovessi farla oggi su cosa la faresti?
Sulle schiscette.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Interviste di Carolina Davalli
Fotografia di Giorgia Imbrenda

Tagged:
Design
milano
politecnico
Μόδα
università
naba