i matrimoni gay sono diventati legali in tutti gli stati uniti

Un grande passo per i diritti LGBTQI in America che si spera sia d'esempio per molti altri Paesi.

|
giu 26 2015, 4:10pm

Con una vittoria storica per la storia dei movimenti per i diritti gay, oggi la Corte Suprema americana ha stabilito che i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono legali in tutti gli Stati Uniti. La decisione è stata raggiunta grazie al supporto di Anthony Kennedy, "Nessuna unione è più profonda del matrimonio, questo rappresenta il livello più alto degli ideali di amore, fedeltà, devozione, sacrificio e famiglia. Nel formare questo tipo di legame, due persone diventano qualcosa di più grande rispetto a quello che erano prima. Dire che questi uomini e queste donne non rispettano l'idea di matrimonio sarebbe assolutamente ingiusto. Chiedono equi diritti agli occhi della legge. La Costituzione glieli garantisce." 

Prima della legge di oggi, i matrimonio gay erano legali in 37 stati americani, adesso questa stabilisce che in nome del XIV Emendamento, che dà a tutti i cittadini americani uguali diritti e tutele sotto la legge. In tutti i 50 Stati sarà legale concedere il matrimonio a ogni tipo di coppia, indipendentemente dall'orientamento sessuale o identità di genere. Dopo mesi di speculazione, questa fondamentale decisione ha vinto con 5 voti favorevoli contro 4 ed è stata inequivocabilmente appoggiata dall'amministrazione Obama e dal Ministero della Giustizia Anthony Kennedy, che aveva fermamente dichiarato che proibire il matrimonio a coppie dello stesso sesso era ingiusto non solo per i gay ma anche per i loro figli, "La natura del matrimonio è che, attraverso questo legame duraturo, due persone possano insieme trovare la propria libertà, che sia di espressione, intima e anche spirituale. Questo è valido per tutte le persone, qualsiasi sia il loro orientamento sessuale." 

Crediti


Foto Elvert Barnes