la pelliccia sintetica stampata in 3d è la nuova frontiera della moda

Le nuove tecnologie potrebbero permetterci di indossare pellicce sintetiche meno dannose per l'ecosistema.

di i-D Staff
|
22 luglio 2016, 9:32am

È passato un po di tempo dall'ultima volta che abbiamo visto un'innovazione nel campo delle pellicce finte. Da quando le pellicce fatte di fibra sintetica sono state utilizzate per la prima volta nel 1929, abbiamo assistito ad uno stallo nella creazione di nuovi modi per tenerci al caldo.

Fortunatamente, gli scienziati della MIT recentemente si sono cimentati in una nuova impresa e stanno cercando di sviluppare una tecnica che utilizza stampanti 3D per decorare migliaia di peli minuscoli in un solo minuto. Stampare pellicce non è nulla di nuovo, ma normalmente era un processo molto più lento, per questo motivo questa nuova tecnica potrebbe essere usata dalle case di moda con un'etica ecosostenibile. 

Gli scienziati l'hanno chiamato Progetto Cilllia (si, con tre 'l') e anno scoperto di poter stampare peli della dimensione di 50 micron.

Jifei Ou, uno degli scienziati del team, ha detto "Le stampanti 3D oggi hanno il potere di cambiare il modo in cui decoriamo i materiali. Fino ad ora le abbiamo utilizzate maggiormente per stampare oggetti statici come tazze di plastica." Aggiunge inoltre che, "Abbiamo lo scopo di creare materiali programmabili e questi peli sono solo un esempio di quello che stiamo sperimentando ora nel nostro laboratorio." 

Nonostante la tradizione legata alle pellicce finte dobbiamo ammettere che siamo piuttosto limitati in termini di superfici e stili, e se forse ti stai chiedendo come mai sia necessaria questa tecnologia, per gli appassionati ciò significa che i designer potrebbero modificare la profondità, altezza, angolazione e trama delle pellicce sintetiche solo pigiando un bottone utilizzando questo software. Le possibilità sono infinite. 

Crediti


Testo Kazumi Hayashi

Tagged:
pellicce finte
stampante 3d