cosa vale la pena guardarsi su netflix a dicembre

Una cosa è sicura: lacrimoni e film di Natale non mancheranno nelle prossime settimane su Netflix.

di Benedetta Pini
|
30 novembre 2018, 9:50am

Immagine via trailer YouTube.

Natale sta arrivando, e ciò vuol dire che sarà sempre più dura scollarsi dalla coperta di pile che ci chiama direttamente dal divano. Netflix, come al solito, non fa che tentarci anche questo mese, e tira fuori una serie di assi dalla manica davvero irresistibili.

Dai classiconi come Nightmare Before Christmas e Forrest Gump a novità accattivanti come l’episodio speciale di Le terrificanti avventure di Sabrina e Duplin’, ma anche grossi rischi come il primo cinepanettone di Netflix. Nostri highlight del mese: il Leone d’Oro di Venezia (Roma) e il grande ritorno di Ellen Degeneres alla stand-up comedy.

Pronti al letargo?

Nightmare Before Christmas 1 dicembre
Una storia d’amore dolceamara, una crisi esistenziale del re del mondo di Halloween ormai assuefatto all’orrore e un’orda di mostri bizzarri e inquietanti. Inutile dirvi di più: Natale senza Nightmare Before Christmas non sarebbe davvero Natale. Forse, però, non tutti sanno che non è nato per essere film. Un giorno Tim Burton, passeggiando per la città, vide un negoziante rimuovere dalla vetrina le decorazioni di Halloween per sostituirle con quelle di Natale. Allora lavorava per la Disney e questa scena gli ispirò una poesia illustrata, che divenne poi un libro illustrato per bambini. Fu questa la base del film, ma non andò così liscia: la Disney bocciò il progetto a causa dei temi eccessivamente dark e Tim Burton lo produsse con la Touchstone. Chissà come sarebbe andata altrimenti…

Forrest Gump (1 dicembre)
Dobbiamo davvero darvi dei motivi per vederlo? Ci limitiamo a darvi un solo aggettivo: dolcezza. Chiedete ai vostri coinquilini di non prendere impegni, preparate chili di popcorn, prendete una cassa di birra e cliccate play. Se non l’avete mai visto, fidatevi di noi. Se l’avete già visto, beh, sapete già cosa aspettarvi.

Snowpiercer (1 dicembre)
2031. In un futuro decimato da una nuova era glaciale, un gruppo di sopravvissuti rimane in vita all'interno di un treno, lo Snowpiercer, che continua a spostarsi intorno alla terra e si procura l'energia necessaria attraverso un apparente motore perpetuo. Sul treno si ricrea un microcosmo della società umana diviso in classi sociali: i più poveri vivono nelle ultime carrozze, dove si nutrono esclusivamente di barrette "proteiche" che vengono loro date (barrette che, si scoprirà in seguito, sono prodotte con scarafaggi vivi); i più ricchi nei vagoni anteriori. La convivenza tra loro sfocia inevitabilmente in lotte e rivoluzioni.

Arrival (3 dicembre)
Dodici astronavi extraterrestri nere di forma ellittica appaiono in altrettanti punti sulla Terra. Ma non aspettatevi il solito film di fantascienza. Proseguendo sulla linea aperta da film come Gravity e Insterstellar, Denis Villeneuve legittima il genere partendo dallo spunto narrativo per iniziare un discorso filosofico. A occuparsi dell’invasione aliena sono infatti la linguista Louise Banks (Amy Adams) e il fisico Ian Donnelly (Jeremy Renner), che hanno il compito di scoprire cosa sono, chi li ha mandati e cosa vogliono. Per farlo devono entrare in contatto con loro e decifrare il loro linguaggio. Ed ecco che entrano in gioco anche la comunicazione e la linguistica, diventando centrali nel film: mentre i due studiosi si danno da fare, il resto del mondo, spaventato da un fenomeno che non è in grado di capire, è sul piede di guerra. Un’opera fantascientifica rara, con risvolti linguistici, filosofici ed esistenzialisti mai scontati.

Dumplin’ (7 dicembre)
Essere la figlia di un’ex reginetta di bellezza (niente meno che Jennifer Aniston) non dev’essere facile, soprattutto se sei un’adolescente, in sovrappeso e molto insicura. Costretta a subire continui paragoni e pressioni, Ellen decide di ribellarsi a una situazione che non riesce più a sopportare: si iscrive al concorso della madre, fregandosene di non rispecchiare i criteri richiesti dalla competizione. Il suo gesto rivoluzionario sarà da esempio per altre ragazze, determinate a distruggere canoni di bellezza e presunta perfezione che non hanno decisamente più senso di esistere. Il rischio è che Dumplin’ replichi il mood di Insatiable, ma vogliamo essere ottimisti.

Natale a 5 stelle (7 dicembre)
Non solo dopo ben 25 anni torneranno in sala Boldi e De Sica, ci si mette anche Netflix distribuendo il primo cinepanettone italiano co-prodotto con Lucky Red. Dedicato alla memoria di Carlo Vanzina, ci saranno le solite gag natalizie alla De Sica, ma anche uno sfondo politico che fa quasi ben sperare. Il film è infatti il risultato dell’adattamento della commedia teatrale inglese Fuori Servizio: una delegazione italiana si reca in visita ufficiale in Ungheria, ma il nostro Premier ha un debole per la giovane a capo dell’opposizione… Se l’obiettivo del film è raggiungere il livello di Neri Parenti, speriamo che non ci riesca.

Chilling Adventures of Sabrina: A Midwinter's Tale - Episodio speciale di Natale (14 dicembre)
La versione 2.0 della streghetta più famosa degli anni ‘90 ha fatto impazzire tutti lo scorso mese e ora, come ogni serie che si rispetti, arriverà il classico episodio di Natale. Ibridando atmosfere di Halloween e di Natale un po’ alla Nightmare Before Christmas, gli Spellman si preparano a festeggiare il Solstizio d’Inverno, ma non tutto andrà proprio per il verso giusto... D’altronde siamo pur sempre a Greendale.

Roma (14 dicembre)
Roma è il Messico di Alfonso Cuarón, dei turbolenti anni '70, dei riti quotidiani, delle perverse gerarchie sociali e del matriarcato sudamericano. Abbandonandosi all’incedere languito della vita in una casa borghese come tante altre, Cuarón delinea l’equilibrio faticosamente raggiunto da due donne lontane per rango ma legatissime da un affetto sincero. Un quadro che richiama l’infanzia del regista, restituito con un amore dolce e consapevole, segnato dalle ferite di una situazione politica ancora oggi irrisolta.

Ellen DeGeneres: Relatable (18 dicembre)
La regina dei talk-show torna alla stand-up comedy dopo ben 15 anni, ed è più carica che mai. Ci ha lavorato tutta l’estate, e ci aspettiamo una bomba di spettacolo. Segnatevi la data, è importante. Nell'attesa, vi mettiamo qui la sua stand-up più famosa, Here and Now.

Lion (22 dicembre)
India, 1986. Saroo ha soli cinque anni e una notte decide di seguire il fratello più grande nascondendosi tra le balle di fieno che trasporta nel vicino distretto di Khandwa. Ma il sonno ha la meglio e Saroo si sveglia solo e lontanissimo da casa. Qui inizia il suo viaggio disperato alla ricerca della sua famiglia. Finirà persino in Australia, ma non smetterà mai di crederci, aggrappandosi con tutta la sua forza a quei pochi preziosissimi ricordi che gli rimangono del suo passato. Se avete voglia di farvi un bel pianto, questo è il film che fa per voi, ma poi non dite che non vi avevamo avvertiti.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Il 1 dicembre è la Giornata Mondiale contro l'AIDS. Per l'occasione, abbiamo selezionato sette film che parlano di questo argomento, non sempre nel modo giusto: