lorenzo scudiero e l'arte di catturare le emozioni

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Lorenzo Scudiero, un giovane fotografo di talento italiano la cui fotografia vi farà immergere in scenari da sogno.

di Cecilia Broschi
|
20 giugno 2016, 10:35am

Gli scatti di Lorenzo Scudiero ci parlano di viaggi, sogni e dell'unicità del rapporto tra fotografo e soggetto. Abbiamo incontrato il diciannovenne che ci ha spiegato come la passione per la fotografia l'abbia aiutato a scoprire se stesso e gli altri. Anche se giovanissimo riesce a cogliere i momenti magici immortalandoli con degli scatti che sembrano senza tempo, trasmettendo a chiunque li guardi le emozioni che lui stesso ha provato. 

Quando ti sei trasferito a Milano?
Sono nato in Trentino, a Rovereto, una città che amo perché circondata da posti meravigliosi: in 30 minuti posso arrivare al Lago di Garda o su una montagna da cui si può godere di una vista mozzafiato. Lo scorso Ottobre mi sono trasferito a Milano per coltivare la mia passione all'università.

Sei giovanissimo, al primo anno di università, dove e cosa studi?
Sto studiando Cinema alla Civica Scuola di Milano, dove spero di specializzarmi in fotografia nei prossimi due anni!

Quando hai iniziato ad appassionarti alla fotografia?
Due anni fa circa ho cominciato a sentire il bisogno di dare più valore a ciò che stavo vivendo. Ho visto nella fotografia la risposta questo bisogno. Scattare è una continua scoperta di se stessi in relazione agli altri e al mondo che ci circonda. A volte fotografando scopro più cose su me stesso che sul soggetto della foto.

Cosa vuoi esprimere tramite le tue foto?
Quello che cerco di fare è descrivere chi è veramente la persona che ho davanti. Cerco di dare degli spunti di riflessione sull'energia che ognuno di noi ha come individuo.

Chi sono i soggetti nelle tue foto?
I soggetti delle mie sono foto amici e conoscenti. Mi piace conoscere chi ho davanti: instaurare un rapporto con la persona che scatto è fondamentale per me. Non credo ci debba essere un rapporto a senso unico tra fotografo e soggetto, ma uno scambio fra i due. La fotografia semplicemente lo documenta.

Se potessi conoscere un grande fotografo chi sarebbe?
Emmanuel Lubezki, ammiro molto il suo lavoro, sia come direttore della fotografia che come fotografo. Ha un modo unico di ritrarre una persona, di farti percepire che cosa sta provando. Quando descrive una situazione lo fa in un modo molto personale, sembra che lo faccia con la propria anima.

Preferisci usare una macchina fotografica analogica, perché?
Amo la sensazione che mi dà, è come se tutto diventasse più vero. È lo strumento che mi aiuta a stare più concentrato su cosa, come e quanto scatto. Mi sento più vicino ai miei soggetti. Inoltre, le atmosfere e i colori che ne risultano per me sono magici.

C'è stato un luogo in cui ti sei sentito particolarmente ispirato? 
Era l'ultimo giorno della nostra vacanza in Corsica l'estate scorsa. Volevamo salutare quello splendido mare con un ultimo bagno al tramonto. Poco dopo il cielo si è colorato di rosso, tutto era così magico, era come se il mare ci stesse salutando a sua volta e lentamente ci siamo lasciati scivolare in acqua come per sentire quel caloroso abbraccio. Quando sei circondato da un'atmosfera del genere non senti più nemmeno la macchina fotografica fra le mani. Senti solo il momento giusto.

Nelle tue foto si notano paesaggi straordinari, come sfrutti la componente naturale?
I paesaggi che visito sono spesso per me un momento di riflessione, di serenità. Mi piace condividere questi momenti con altre persone, cercando di farle immergere in quello che ho provato.

Cosa pensi dei social media? Credi siano un buon modo per promuovere la tua fotografia?
Assolutamente si, li considero alcuni degli strumenti più utili della nostra generazione. Si possono avere dei riscontri e ricevere critiche per migliorare. Ci sono più possibilità di farsi conoscere e sopratutto di conoscere. Io ho scoperto dei fotografi straordinari di cui ignoravo l'esistenza navigando su Instagram.

Che progetti hai per il futuro?
Questa estate ho in mente di dedicarmi completamente alla fotografia, voglio viaggiare per l'Europa e conoscere nuove persone e fotografi, vedere nuovi paesaggi e sperimentare nuovi modi di fotografare!

@lorenzoscudiero

scudierolorenzo.tumblr.com

Crediti


Testo Cecilia Broschi
Foto Lorenzo Scudiero

Tagged:
Fotografia
Foto
cecilia broschi
lorenzo scudiero