arigato giorgio armani: abbiamo intervistato ujoh

Giorgio Armani sceglie Ujoh. Abbiamo intervistato il designer giapponese nel backstage della sua sfilata.

di Eloisa Reverie Vezzosi
|
27 febbraio 2016, 8:55pm

Quest'anno in occasione della Milano Moda Donna, l'ospite di Giorgio Armani è stato Mitsuru Nishizaki col suo brand Ujoh. Giapponese nato a Fukui, il designer ha lavorato per sette anni come modellista per Yohji Yamamoto prima di fondare il suo personale marchio nel 2009, partecipare alle prime sfilate, riceve i primi riconoscimenti e catturare l'attenzione anche italiana arrivando nel 2015 tra i finalisti di "Who is on next? Dubai 2015" sotto il patrocinio di Vogue Italia. Sabato 27 febbraio ha portato in passerella al Teatro Armani il suo taglio che definisce "ambizioso". L'abbiamo incontrato nel backstage, ecco cosa ci ha raccontato.

Cosa rappresenta per te e il tuo brand Milano?
Questa città è conosciuta per i grandi nomi e i grandi marchi del mondo della moda, ma non solo per questo. Milano è nota anche per essere incubatrice di giovani stilisti. Grazie a Milano ho imparato tantissimo ed è per questo che le devo molto. 
La tua moda è ricerca. Come riesci a difendere questo aspetto delle tue creazioni in un mondo sempre più dipendente dal fast fashion? 
Intorno al mio, esistono molteplici mondi. Credo che sia giusto continuare a lavorare seguendo la propria strada. Io proseguo convinto a seguire questa linea sottile e raffinata. Anche se fosse piccolissimo il mio pubblico, io ci terrei sempre a produrre per chi ama il mio lavoro. 
Cosa pensi del dibattito legato al mondo della moda e alla rivoluzione che sembra incominciata?
Deve esserci sempre evoluzione nel mondo della moda e sono molto contento di poter vivere in questo tempo di cambiamento. Come riassumeresti la tua collezione?
Amo unire il mio approccio sartoriale tipico della moda maschile all'eleganza femminile e sempre raffinata. Anche nel tessuto cerco sempre di rimanere classico aggiungendo costantemente un tocco sportivo.  

Crediti


Testo Eloisa Reverie Vezzosi
Foto Andrea Buccella

Tagged:
giappone
milano
Μόδα
Giorgio Armani
ujoh