la top paloma elsesser ha le idee decisamente chiare sul femminismo

"Non si tratta solo di ascelle non depilate e capezzoli non censurati. Si tratta di pretendere lo stesso trattamento riservato agli uomini."

|
06 marzo 2018, 10:28am

Questo articolo è originariamente apparso sul numero cartaceo di i-D The Radical Issue 350, primavera 2018.

Cosa significa essere una modella? i-D crede da sempre nell'importanza di raccontare la propria storia. E oggi le voci delle modelle sono più importanti che mai. Qui Cameron Russell, Adwoa Aboah, Dara Allen, Christy Turlington, Anja Rubik, Hanne Gaby Odiele, Teddy Quinlivan, Paloma Elsesser, Liya Kebede e Doutzen Kroes ci parlano di ciò in cui credono, delle lotte per cui combattono e delle passioni che le spingono ad agire.

"Non sono mai stata magra. E non ho mai pensato che sarei diventata una modella. I miei genitori mi hanno nutrito in modi che non avevano nulla a che fare con il mio aspetto, dicendomi che ero intelligente e creativa, o che apprezzavano il modo in cui mi vestivo, ad esempio. Quando ho iniziato a lavorare ho capito quanto tutto sia difficile, emotivamente impegnativo e spaventoso. Sono una persona sensibile, quindi ho iniziato a pensare al modo in cui avrei potuto convivere con paure e insicurezze. Ho fatto in modo che il sostegno delle altre donne fosse un modo per non dimenticare che quello che faccio ha un'utilità pratica. Credo che il lavoro che Model Alliance e altre pubblicazioni stanno facendo oggi sia incredibile, perché danno a tutti la possibilità di parlare ed evitano di nascondere i problemi sotto il tappeto. Lo considero un bel passo in avanti.

L'industria della moda è un mondo in cui si può esprimere liberamente la propria creatività, ma manca di empatia. Perché non dovrei essere considerata una professionista se rifiuto di lavorare 16 ore al giorno? È difficile dire di no, perché in questo settore avere ritmi così pesanti è la norma. Per questo, credo che tutti dovremmo cercare di creare spazi sicuri, luoghi in cui possiamo fare il nostro lavoro in tutta tranquillità, dove creare nuovi prodotti culturali. Ma non siamo che all'inizio di questo processo di cambiamento. Eppure, anche solo il fatto che io sia seduta qui e stia facendo questo discorso, ecco, anche questo dimostra che le cose stanno cambiando, che le persone vogliono che le cose cambino e che ciò che facciamo ha un impatto diretto sul mondo che ci circonda.

Il femminismo è indissolubilmente legato all'uguaglianza. Non si tratta solo di ascelle non depilate e capezzoli non censurati. Si tratta di pretendere lo stesso trattamento riservato agli uomini. Tutto ciò che compone la mia identità—essere una donna, essere una donna curvy e, soprattutto, essere una donna di colore—mi porta a desiderare una sola cosa: essere trattata come tutti gli altri. Non voglio essere sessualizzata.

#MeToo ha un'importanza da non sottovalutare, perché permette alle donne di dire la loro opinione. La nostra è una cultura con delle problematiche di genere serie e pervasive, non un episodio di qualche sit-com. Non si tratta solo di una battutina di troppo, si tratta di avere 17 anni ed essere a una festa in cui tutti i ragazzi pensano di poterti toccare il culo. Il movimento #MeToo ha dato voce a tutte le donne che hanno dovuto subire comportamenti inappropriati, ma non hanno mai potuto reagire o denunciarli."

Paloma indossa cappotto Vetements. Top The Row. Pantaloni della modella.

Crediti


Fotografia di Inez & Vinoodh

Fashion Director Alastair McKimm

Capelli Christiaan. Trucco Kabuki per Kabuki Magic con prodotti M.A.C Cosmetics. Tecnico Unghie Daria Hardeman per Starworks con prodotti Deborah Lippmann. Direttore Luci Jodokus Driessen. Direttore Digital Brian Anderson. Assistente alla fotografia Joe Hume. Studio Manager Marc Kroop. Assistenti allo styling Maggie Foster, Desiree Adejde e Umi Jiang. Assistente capelli Taku. Assistenti trucco Yumi Kaizuka, Michael Chua e Satsuki Soma. Assistenti unghie Gladys Castillo. Produzione Tucker Bibilis per VLM Productions. Produzione esecutiva Stephanie Bargas per VLM Productions. Coordinatore alla produzione Eva Harte per VLM Productions. Assistenti alla produzione John Nadnazi e Michelle Murray. Direttore Casing Samuel Ellis Scheinman per DMCASTING. Modelle Christy Turlington per BMC. Liya Kebede per IMG. Cameron Russell per The Lions. Doutzen Kroes, Anja Rubik e Adwoa Aboah per DNA. Teddy Quinlivan e Hanne Gaby per Women. Paloma Elsesser per Muse. Dara Allen per Heroes.