gli eroi degli anni '60 e '70 scattati da steve schapiro

Da Martin Luther King a Muhammed Ali, David Bowie e Andy Warhol, Steve Schapiro ha catturato lo spirito ribelle degli iconici protagonisti degli anni '60 e '70.

|
30 agosto 2016, 11:20am

Bowie with Keaton Book, New Mexico 1975

Steve Schapiro ha trascorso la sua carriera fotografando persone e eventi che hanno plasmato il mondo in cui viviamo oggi. Ha scattato ritratti di Andy Warhol, dei Velvet Underground, Robert De Niro, Robert Redford, David Bowie e molti altri artisti, musicisti e attori che hanno incarnato al meglio il senso di ribellione degli anni '60. 

Warhol e i Velvet Underground, Los Angeles

Nato a New York negli anni '30, ha iniziato a scattare fotografie all'età di 9 anni e ha poi iniziato a lavorare sotto la guida del fotografo di guerra e reporter William Eugene Smith, trovando ispirazione anche nel padre della street photography Henri-Carter Bresson. L'immaginario di questi due fotografi ha dato vita alla sua estetica, onesta ma ricca di emozioni.

VOTE, Marcia di Selma, 1965

Si è trovato nel posto giusto al momento giusto, iniziando come fotoreporter nel 1961 e collaborando con titani dell'editoria come Life, Vanity Fair, Sports Illustrated, Newsweek, il Time e Paris Match. Si è ritrovato in prima linea durante alcuni degli eventi politici più importanti del decennio, con le personalità che hanno contribuito a plasmare la storia e la società del secolo scorso.

Marcia di Selma, 1965

Ha camminato per le strade di Selma insieme a Martin Luther King mentre manifestava per il diritto di voto, scattando immagini forti e ricercate che ci toccano ancora profondamente. In quel periodo ha avuto la possibilità di fotografare anche Bobby Kennedy, il figlio minore di JFK. Alla fine di quel decennio entrambe i figli di Kennedy sarebbero morti, assassinati insieme al sogno hippie degli anni '60.

Jodie Foster in Taxi Driver, New York, 1975

Negli anni '70, arrivato a Los Angeles, Schapiro iniziò a scattare le stelle del cinema che arrivavano in città. Iniziò a lavorare sui set di Hollywood con Francis Ford Coppola, Roman Polanski e Martin Scorsese. Scattò anche fotografie a De Niro sul set di Taxi Driver e a Brando in Il Padrino.

Bowie, Nuovo Messico 1975

Nel 1974 ebbe l'occasione di conoscere David Bowie che si trovava a Los Angeles per girare il film The Man Who Fell To Earth. Le immagini di Schapiro documentano il Duca Bianco con i suoi capelli arancione fluo e una sigaretta che gli pende dalla bocca. Queste immagini di Bowie sono alcune delle più iconiche mai state scattate in un raro momento in cui il fotografo e il soggetto riescono ad unire le loro energia, dando vita ad un'immagine che trascende il tempo e lo spazio.

Crediti


Testo Felix Petty
Foto © Steve Schapiro