Pubblicità

entriamo nel mondo surreale di kalen hollomon

L'artista di New York unisce il sublime al mondano nei suoi collage satirici.

di i-D Staff
|
27 novembre 2015, 12:10pm

Il re del collage, Kalen Hollomon, unisce moda e mondano, prendendosi gioco della società in modo assolutamente particolare. Il suo account Instagram è pieno di collage e di rifacimenti delle nostre campagne di moda preferite e conta già 90k followers. Siamo sicuri che farete parte del suo numeroso seguito anche voi dopo questa intervista.

Da quanto creai collage e come hai iniziato? 
Faccio collage da quando sono giovane. Mi ha sempre interessato il modo in cui le immagini cambiano aspetto se associate ad altre differenti. Mi piace giocarci.

Perché hai iniziato ad utilizzare immagini prese dal mondo della moda?
Le immagini legate alla moda spesso rappresentano una femminilità artificiosa che si accoppia molto bene con immagini mascoline del mondo dello sport o di persone "reali". 

Ti prendi gioco della moda?
Un po', ma anche quando un collage include immagini di moda non si tratta affatto di moda, diventa qualcosa di totalmente diverso. Più che altro mi prendo gioco della percezione che l'osservatore ha della realtà e di se stesso.

C'è un messaggio dietro all'uso di queste immagini tolte dal loro contesto originario?
Spero che uno dei messaggi che voglio mandare sia chiaro: quando scelgo un'immagine è perché mi ha toccato in qualche modo. Amo e rispetto l'immagine originale che scelgo di utilizzare.

Hai una relazione di amore/odio con Instagram? Se sì, perché?
Forse un po' sì. È una piattaforma che mi permette di condividere i miei lavori, ma odio perdere tempo guardando foto noiose. 

Hai mai pensato di aver esagerato?
Non credo si possa "esagerare". Se qualcosa mi va, la faccio. 

Hai mai avuto rimpianti?
Non che io mi ricordi, ma se ne ho avuti li ho eliminati dalla mia memoria. 

Qual è la tua collaborazione da sogno?
Vorrei scattare una campagna per Gucci senza modelli. Farei indossare gli abiti a dei dottori e li immortalerei mentre lavorano. Oppure li farei mettere a un gruppo di operai che lavorano sulle strade di NY. Li fotograferei mentre lavorano fino a che i vestiti non sono totalmente consumati. 

Cosa c'è nel futuro di Kalen Hollomon?
Questa è una domanda a cui è impossibile rispondere.

kalenhollomon.com