Pubblicità

cose da fare, vedere e ascoltare questa settimana in italia

Un festival di elettronica in una cava di marmo! La mostra di Jacopo Benassi a Torino! Un documentario su quanto siamo spacciati (climaticamente parlando)!

di Benedetta Pini
|
22 luglio 2019, 11:31am

Fotografia di Tom Emmerson per l'articolo di i-D US Skate Kitchen: A Portrait of Modern Womanhood

Le Mostre

Larry Fink. Unbridled Curiosity
Fino al 29 settembre, CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, Torino
Oltre 90 immagini realizzate da Fink dagli anni '60 a oggi occuperanno le prime cinque sale di CAMERA, mentre la sala grande sarà destinata al progetto Crack di Jacopo Benassi (La Spezia, 1970). Come vi spiegavamo in modo più approfondito pochi giorni fa in questo articolo, tra le due serie di fotografie si instaura un dialogo che va oltre i singoli scatti, spingendo l'osservatore a riflettere sulle potenzialità del mezzo fotografico come strumento di studio dei fenomeni sociali contemporanei.

Amanda e Rob Evon, Ottobre 2012 @ Larry Fink
Amanda e Rob Evon, Ottobre 2012 @ Larry Fink

Il Cinema

Skate Kitchen
Dal 18 luglio, al cinema
Forse pochi di voi si ricordano The Wolfpack, il documentario che nel 2015 vinceva il premio speciale della giuria al Sundance Film Festival—in caso non lo conosceste, recuperatelo assolutamente. In ogni caso, la regista Crystal Moselle torna dietro la macchina da presa per raccontare la storia di Camille, un'introversa ragazza di Long Island che incontra una crew di ragazze skater newyorkesi, le Skate Kitchen. Da quel momento la vita di Camille non sarà più la stessa. Tra amori adolescenziali, scontri con i genitori e trick in skate, Crystal Moselle si addentra nella vita di queste ragazze, restituendo uno spaccato autentico del loro mondo.

Antropocene: l'epoca umana
28 luglio, ore 21.45, Piazza Maggiore, Bologna
Terzo documentario di una trilogia che comprende Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), Antropocene è il risultato di una riflessione durata quattro anni sul massiccio intervento dell’uomo nella riconfigurazione del pianeta. La voce narrante di Alicia Vikander vi accompagnerà alla scoperta delle ricerche rivoluzionarie di un gruppo internazionale di scienziati, l’Anthropocene Working Group, impegnato da quasi dieci anni a dimostrare il passaggio, avvenuto secondo loro a metà del XX secolo, dall’Olocene a una nuova epoca geologica: l’Antropocene. Venite a capire insieme a noi di che cosa si tratta.

Le Feste e i Festival

Ortigia Sound System
Dal 24 al 28 luglio, Ortigia (SR)
Nel 1981 Franco Battiato cantava Sentimento nuevo. Un inno alle gioie del corpo e alle passioni che è l'essenza della sesta edizione dell’Ortigia Sound System (#OSS19), intitolata proprio come quel brano del 1981; non a caso l’anno prima che uscisse Blade Runner, la distopia di Ridley Scott ambientata nell’allora futuristico 2019. L’obiettivo del festival è infatti ambizioso e quanto mai necessario: "Iniettare umanità nell'inevitabile processo di avanzamento tecnologico." E per farlo ha chiamato a raccolta alcuni degli artisti che rappresentano l'avanguardia contemporanea: Giorgio Moroder, Neon Indian, Virgil Abloh, Ben UFO, Jerusalem in my Heart, Colapesce e molti altri, tutti insieme in un solo festival.

Gaeta Jazz Festival
Dal 25 al 28 luglio, Gaeta (LT)
Un appuntamento imperdibile per chi vuole scoprire le nuove forme e le nuove visioni della musica afroamericana contemporanea, frutto di un melting-pot di suoni, toni e colori rivolto al progresso e alla continua innovazione. Qualche nome: Yazmin Lacey, rivelazione della black music britannica; Nicola Conte con il suo nuovo cosmic project, Spiritual Galaxy; Tenderlonious, uno degli artisti più versatili dell'ultima generazione che si muove tra hi-hop, broken beat e jazz americano anni '60; l'italiano Godblesscomputer che unisce black music ed elettronica, e molti altri! Il tutto nella splendida cornice del Golfo di Gaeta e della Riviera di Ulisse, tra castelli, cattedrali e spiagge bellissime.

Gibellina PhotoRoad
Dal 26 luglio al 31 agosto, Gibellina Nuova (TP)
Durante l'anno si susseguono tantissimi festival fotografici in Italia e si finisce col confonderli facilmente tra loro. Ma non è questo il caso di Gibellina PhotoRoad, perché è l’unico a essere interamente open air e site specific in Italia. Quest'anno il festival porterà in Sicilia alcuni dei grandi maestri della fotografia contemporanea, come Mario Cresci, Mustafa Sabbagh, Moira Ricci, Tobias Zielony e Gianni Cipriano. Save the date: martedì 23 Fontcubertà presenterà un immenso foto-mosaico murale composto da 6075 mattonelle di immagini inviate dai gibellinesi all’artista, che le ha poi ricomposte in un’immagine unica (13 x 3,5 m): Gibellina Selfie - Lo sguardo di tre generazioni.

© Joan Fontcuberta, Gibellina Selfie - Lo sguardo di tre generazioni
© Joan Fontcuberta, "Gibellina Selfie - Lo sguardo di tre generazioni"

IPERNATURAL - Drodesera
Dal 24 al 27 luglio, Centrale Fies, Dro (TN)
Dedicato alla performance e alle arti performative, il festival è il risultato di un'ibridazione mutevole tra linguaggi, media, tecniche e forme artistiche, per riscrivere i confini del reale al di fuori dell'ordine precostituito. Quindi non un semplice evento annuale, ma una piattaforma in continua evoluzione, animata da una politica di nutrimento, sostegno e diffusione delle pratiche artistiche emergenti che creano nuovi scenari e ampliano la ricerca. La prima parte, Live Woks vol. 7 si è conclusa il 21 luglio, ma tutto riparte mercoledì 24, con la programmazione a cura di Barbara Boninsegna e Filippo Andreatta, dedicata alle performing art contemporanee, e Alma Söderberg, per quanto riguarda eventi musicali e clubbing.

Ipernatural Festival

I Concerti e le Cose di Musica

NEXTONES
Dal 26 al 28 luglio, Cava la Beola di Monte, Montecrestese, Val d’Ossola (VCO)
Immaginate di trovarvi all'interno di una cava di marmo immersa nella natura, mentre risuona l'elettronica cosmogonica di Caterina Barbieri, o la techno acida di Nina Kravitz, e le pareti rocciose sono invase da visual ipnotici. Ecco, questo è Nextones, che esiste dal 2014 e se non ci siete ancora andati, questo è l'anno giusto per incominciare.

Komorebi Music Festival
27 e 28 luglio, Conca Verde, Trisobbio (AL)
"Komorebi" è un termine difficile da tradurre e indica il particolare effetto della luce del sole filtrata attraverso i rami degli alberi. Da lì il mantra del festival: immergiti, ascolta, respira, balla; vivi. Avrete due giorni per farlo, tra musica elettronica suonata da una proposta caleidoscopica di artisti, campeggio, aree drink e street food, zona relax, tre piscine (!) e lezione di Yoga e meditazione la domenica mattina. "Due giorni di pure emozioni, un'atmosfera di amicizia e amore, la condivisione di uno spazio naturale e la magia di sentirsi parte di qualcosa di bellissimo.", questa la promessa di Komorebi, e non vediamo l'ora di esserci.

Komorebi Festival 2019

Baciami Festival
27 luglio, Precisamente A Calafuria, Livorno
Proprio lungo una delle strade su cui Gassman sfrecciava a bordo della sua Lancia Aurelia B24 ne Il Sorpasso di Dino Risi (1962) nasce il Baciami Festival. Ma è anche dove gli antichi Etruschi estraevano materiale da costruzione per via della caratteristica pietra rossa della zona. Una location affascinante e suggestiva, a picco sul mare roccioso della costa di Livorno. In questa cornice prende forma il festival dedicato alle nuove tendenze della musica italiana. Per questa edizione vi aspettano i dj di IVREATRONIC, per ballare fino all'alba.

Baciami Festival

I Podcast e le Cose da Ascoltare

Throwing Shade
Podcast di satira politica che riflette su cultura pop, diritti delle donne e comunità LGBT con ironia, sarcasmo brillante e, soprattutto, senza alcuna paura di dire le cose esattamente come stanno. La combinazione perfetta di leggerezza, cinismo, intelligenza e curiosità per trascorrere il giovedì pomeriggio.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Per prepararvi a giorni di intensa musica elettronica, leggete cosa ci ha raccontato la regina dei synth Caterina Barbieri:

Crediti


Testo di Benedetta Pini
Immagine tratta dal film Skate Kitchen