Il lato distopico e inquietante di TikTok

10 profili TikTok per fuggire dalla nostra realtà anche solo per qualche istante—ma attenzione, potreste entrare in una persino peggiore.

di Elisa Paiardi
|
29 giugno 2022, 4:00am

Inutile ribadire che TikTok ha innovato in modo radicale i social media, la comunicazione e l’intero settore dell’audiovisivo—cinema incluso, con trend come #TikTokShortFilm o #AdultSwim, lanciato dall’omonima piattaforma statunitense per adulti in programmazione la notte su Cartoon Network.

Nelle vostre sessioni di deep scrolling nella sezione “Per Te”, vi è mai capitato di imbattervi in qualcosa che vi ha lasciato un senso di angoscia inspiegabile? Fino a farvi credere, anche solo per un istante, di trovarvi in un realtà nuova, diversa?

Ecco, allora sapete di cosa stiamo parlando. Si tratta di TikTok che tratteggiano dimensioni altre rispetto a quella in cui viviamo, accomunati da una serie di elementi ricorrenti: televisioni anni ‘90 a tubo catodico, oggetti inanimati che prendono vita e tanto—davvero tanto—sangue finto. Le menti creative dietro a questi contenuti ricercano nei propri immaginari un posto in cui fuggire, dove anche noi possiamo rifugiarci e dimenticarci, anche solo per qualche istante, delle brutture di un mondo che sembra venire risucchiato da un buco nero ogni giorno di più.

Così, abbiamo selezionato 10 profili TikTok che, più di tutti, ti aiuteranno a scacciare via quell’angoscia—anche detta eco-ansia—con cui combattiamo ormai quotidianamente.

Justin Yi (@justinyi_)

Prese elettriche da cui esce acqua, popcorn che si trasformano in denti, peluches che prendono vita. Nei mini film di Justin Yi sembra apparentemente andare tutto bene. Ma è solo un’impressione: dopo pochi secondi l’atmosfera fiabesca viene rotta bruscamente da tempera rossa—che simula il sangue—, dalla morte di pupazzi o ancora da qualche sventura che si abbatte sul creator.

Egor (@egorornot)

Egor con i suoi video ricrea un’atmosfera ottocentesca in cui lei stessa si fonde con i quadri e diventa arte. Questo profilo si può definire un vero e proprio diario personale dell’artista, in cui indaga la sua arte, la sua visione, i suoi sentimenti e tutto ciò che la circonda.

Gracie (@veganpastrychef)

Le torte possono avere un aspetto inquietante e allo stesso tempo delizioso? A rispondere a questa domanda ci pensa Gracie, pasticcera che si diletta a creare torte un po’ diverse dalle solite. Nei TikTok suoi dall’atmosfera surreale vediamo deliziose crostate prendere vita—letteralmente!—e trasformarsi in autentici personaggi horror, dove il ripieno della torta spesso funge da sangue.

Eternaldream333 (@eternaldream333)

Questo è uno dei profili che lascia più di altri un senso di inquietudine inspiegabile. La persona dietro questo account racconta un’infanzia personale e allo stesso tempo ampiamente condivisibile con una serie di mini video realizzati interamente in digitale. Core memory di stanze di scuola vuote, ombre che simulano presenze malvagie e un fantasmino che sembra impersonificare la coscienza del nostro io infantile. Insomma, guardate i video con le dovute precauzioni. 

Roma Dovbnya (@cha.momille)

Roma Dovbnya ha creato il suo piccolo mondo surreale e inquietante servendosi dell’aiuto di VFX. Un mondo popolato da diverse creature con cui si interfaccia in ogni suo TikTok: mostri a due teste, senza occhi, dall’aspetto deforme e oggetti appartenenti alla nostra realtà che prendono vita trasformandosi in antagonisti del personaggio principale.

Filip Custic (@filipcustic)

Questo profilo si può definire pura video arte. L’artista utilizza il suo corpo come mezzo di espressione, servendosi di tecniche come pittura, make-up e vere e proprie installazioni tecnologiche per portare la sua forma umana in un universo esterno al nostro mondo.  

Alena Koroba (@kkoroba)

È il turno della realtà distopica creata da Alena Koroba. Mondo in cui lei è sempre protagonista, si sviluppa prendendo ispirazione da atti di vita quotidiana trasformati in veri e propri mini film con il supporto di make-up altrettanto distopici fatti di applicazioni in metallo, lenti colorate e props bizzarri interamente realizzati da lei.

Spencer Goulding (@spencergoulding)

TikTok dopo TikTok, entriamo nel mondo di Spencer Goulding, dove lui è il protagonista cattivo dei racconti. Anche qui, oggetti inanimati prendono vita cercando di ribellarsi, nascondersi o attaccare il creator. Dinamica molto Toy Story, ma in questo caso non c’è un lieto fine.

Sweet Petal (@sweetpetal)

Sweet Petal ha creato un vero e proprio ecosistema di maschere, ciascuna con un proprio nome. Petal, il primo personaggio sbarcato in questo mondo, è un occhio con un fiore al posto dell’iride. Petal cerca insistentemente un modo per attirare Jack, un orologio dall’aria malinconica che sembra invece alla ricerca costante di una persona che gli tenga compagnia. Da queste interazioni è nato un legame inusuale tra i due, che probabilmente verrà approfondito nei prossimi TikTok. Gli ultimi due personaggi comparsi in questo mondo sono Tunes—uno stereo anni ‘90—e un dente, Tilly. Anche loro sono uniti da un filo rosso, ancora non si sa quale, ma lo scopriremo sicuramente più avanti.

Jada (@sparkly.jada)

Come si intuisce dalla bio di Jada, che recita “piccole storie da un altro universo”, qui potete trovare mini video in cui lei è la protagonista, ma assumendo sempre le sembbianze di un personaggio diverso. La dinamica che si ripete spesso nei video è la protagonista scontenta e annoiata del pianeta in cui vive. Fare video di realtà utopiche sarà un modo della creator per esorcizzare questo suo sentimento di non estraneità rispetto alla Terra?

Crediti

Testo: Elisa Paiardi
Copertina: Elisa Paiardi

Leggi anche:

Tagged:
Social Media
Trend
distopía
TikTok