Cosa sono i viaggi astrali?

E perché molte persone li considerano un ottimo modo per limitare gli effetti di ansia e depressione? Ma soprattutto: cosa c'entra TikTok con i viaggi astrali?

di Abby Moss; traduzione di Benedetta Pini
|
05 gennaio 2021, 5:00am

Screenshot via @piscesdoll@gregpacito e @hollowhollis.

Ci siamo messi alle spalle il 2020 e la campagna vaccinale contro il coronavirus, una risorsa essenziale per fermare la pandemia. La strada per uscire dal tunnel è ancora lunga, e non dimentichiamoci che, una volta fuori, ci porteremo dietro per molto, molto tempo gli strascichi economici, politici, sociali e psicologici generati dal Covid-19.

Ansia e depressione hanno avuto in molti casi la meglio sulla nostra salute mentale. Ognuno di noi ha cercato di prendere in mano la situazione e affrontarla come meglio poteva. Le abbiamo provate tutte: terapie alternative, sostanze psichedeliche, microdosing, sogni lucidi e, che ci crediate o no, i viaggi astrali (o, se preferite l’inglese, Astral Projection).

Cosa sono i viaggi astrali?

Conosciuto anche come esperienza extracorporea, il viaggio astrale è una pratica che mira a far volontariamente uscire una persona dal proprio corpo per recarsi in altri luoghi, fisici o mentali che siano.

In un anno in cui i viaggi veri e propri sono stati letteralmente impossibili e i lockdown hanno intrappolato in casa molte persone, infondendo un senso di claustrofobia non solo fisico ma anche mentale, è ovvio che l’idea del viaggio astrale sia sembrata una soluzione più che percorribile.

Chi sostiene questa pratica, afferma che si tratta di esperienze extracorporee che possono avere profondi benefici per il proprio benessere psicofisico, riducendo l'ansia e la depressione. Se la vedete con scetticismo, guardate il subreddit r/AstralProjection con oltre 160.000 membri, o l'hashtag #astralprojection su TikTok, che attualmente conta ben 121 milioni di visualizzazioni.

Qual è la differenza tra viaggi astrali e sogni lucidi?

Non facciamo confusione, non si tratta dei sogni lucidi (pratica che mira a mantenere il controllo della coscienza durante il sogno) che la comunità scientifica ha riconosciuto come validi, e nemmeno del microdosing, un sistema sempre più mainstream e avvalorato già da decenni di ricerca.

Il viaggio astrale è ancora adombrato da parecchio scetticismo e attualmente non è supportato da alcuna ricerca scientifica. Anche il nome stesso è considerato problematico da parte della comunità scientifica, dal momento che sembrerebbe implicare l'esistenza di un’anima e l'idea che la coscienza umana possa esistere al di fuori del cervello—una visione altamente controversa.

Perché i viaggi astrali hanno così tanto successo online?

Nonostante le sue origini antiche, la pratica del viaggio astrale ha visto un notevole incremento negli ultimi anni e una forte tendenza a venire monetizzata. Gaia, un portale di tutorial online per pratiche psicofisiche alternative, ha visto la popolarità dei suoi video sul viaggio astrale salire alle stelle, probabilmente per via del suo prezzo estremamente accessibile [8,99 dollari, ovvero poco più di 7 euro, NdT] rispetto alla media, considerato che un’ora di coaching individuale online può costare anche 60 sterline [più di 65 euro, NdT].

Tra le tante persone che quest’anno hanno iniziato a interessarsi al viaggio astrale c’è anche Alice, 30 anni, una professionista del marketing digitale basata a Londra. Dopo il licenziamento, è stata assalita da un senso di isolamento e solitudine, che dice di aver superato anche grazie alla pratica del viaggio astrale. Ma ci mette subito in guardia sulla scelta degli insegnanti, dal momento che alcuni sembrano approfittare della noia delle persone e altri indurre stati mentali negativi. "Non spenderei mai centinaia di sterline per imparare la pratica del viaggio astrale, e sarebbe anche inutile. Ci sono un sacco di libri fantastici per insegnare a te stessa,” spiega. Imparare la tecnica del viaggio astrale richiede pazienza e impegno, sottolinea Alice, che lo descrive come “un processo continuo che richiede una pratica costante.”

Come funzionano i viaggi astrali?

Esistono numerosi approcci e metodi diversi per capire il funzionamento dei viaggi astrali, tra cui la meditazione, il canto, le tecniche di visualizzazione e persino la privazione del sonno. “Ho iniziato a sperimentarlo durante il primo lockdown, quando sentivo una mancanza irrefrenabile della spiaggia. Così mi sono concentrata sul ricordo di una bellissima location che ho visitato in Thailandia. Ho meditato per circa 20 minuti, finché non ho iniziato a percepire il mio corpo che svaniva, mentre mi tornavano alla mente quelle esatte sensazioni della spiaggia, della sabbia, della brezza marina, del rumore delle onde e così via. Dopo essermi concentrato e focalizzato diverse volte, le sensazioni sono diventate sempre più reali, fino a quando mi sono sentita come se fossi stata davvero lì,” racconta Alice.

Anche Deborah Hyde, ex Editor-in-Chief della pubblicazione inglese The Skeptic Magazine, ritiene che le persone possano trarre vantaggio da queste esperienze, ma che è necessario mantenere un livello di responsabilità personale. "In un mondo ragionevole, le persone dovrebbero poter fare qualsiasi cosa ridicola vogliano," afferma Deborah. “Il problema nasce quando altre persone ti inducono a fare cose ridicole. Bisogna fare molta attenzione alla quantità di potere e di controllo sulla propria condizione psicofisica che si conferisce a un’altra persona, ed è dovere di ciascuna assicurarsi di ottenere informazioni da più di una fonte.” In breve, fate i compiti.

Deborah ritiene infatti che, sebbene le esperienze extracorporee come i viaggi astrali possano avere dei benefici psicologici su chi le pratica, attualmente non esistono prove scientifiche che le possano certificare come "reali" in senso fisico. "Neurologicamente, sono molto simili a un sogno lucido,” spiega. "Sono solo più difficili da fare, più funky, più di nicchia."

Chi s’interessa ai viaggi astrali?

Tra le figure di riferimento del settore, c’è Graham Nicholls, scrittore e specialista nella ricerca extracorporea, che ha portato l'argomento presso la Cambridge Union Society—la società della libertà di parola dell'università—e il Rhine Research Center—un centro di ricerca parapsicologico senza scopo di lucro. Confermando la nostra tesi, ci dice che all'inizio del lockdown ha notato un aumento significativo delle presenze ai suoi seminari online.

Nicholls è convinto che chiunque possa esplorare il mondo dei viaggi astrali, ma la pratica risulterà decisamente più facile per le persone creative, dotate di un "atteggiamento positivo e di una mente aperta e curiosa.” Secondo lui, ciò che attrae del viaggio astrale è il modo in cui ti permette di "sperimentare la coscienza in un modo nuovo" e il fatto che permetta un "rilascio diretto di tensione e stress” al termine della seduta.

Secondo Nicholls, i test logici possono confermare che queste esperienze non accadono solamente nella testa della persona che pratica il viaggio astrale. "Nel campo della parapsicologia, la verificabilità delle esperienze extracorporee è abbastanza accettata," afferma Graham. "Il problema è che non ci sono abbastanza ricerche, né dati sufficienti, per via dei finanziamenti limitati a questo tipo di ricerca, e dunque non ci sono abbastanza persone che la stanno esaminando.”

Qual è il rapporto tra viaggi astrali e scienza?

Deborah, tuttavia, non è d'accordo. Dal suo punto di vista, c'è un interesse significativo nei confronti di questo argomento da parte della comunità scientifica. "C'è un’attenzione enorme vero quest'area, perché le funzioni anomale nel cervello possono insegnarci moltissimo su come funziona normalmente."

Per dimostrare la sua posizione, Deborah cita il più grande studio di sempre sulle esperienze di pre-morte, condotto presso l'Università di Southampton, che ha coinvolto 2060 persone e ha cercato di determinare se le esperienze extracorporee fossero allucinatorie o corrispondessero al mondo reale. Lo studio ha concluso che "anche se non è stato possibile provare in modo assoluto la realtà o il significato delle esperienze e delle affermazioni di consapevolezza dei pazienti, è stato impossibile negarle entrambe". Dunque, "è necessario ampliare il lavoro in questo settore".

Cosa sappiamo quindi dei viaggi astrali?

Qualsiasi prova dell'esistenza del viaggio astrale è aneddotica e non supportata dalla ricerca scientifica. Ma quest'anno ci ha messo di fronte a molte incertezze, molte più di quante fossimo in grado di affrontare, ed è facile capire perché le persone tendano a rivolgersi a una pratica come il viaggio astrale, che sembra offrire proprio ciò di cui abbiamo più bisogno in questo momento: una via di fuga da una realtà difficile e soffocante.

Se gestito con attenzione e la mente aperta, il viaggio astrale, come la meditazione o la mindfulness, sembra offrire a chi la pratica una prospettiva diversa su di sé. No, probabilmente non trasporterà la tua coscienza in un’altra dimensione. Ma, come tutte le pratiche meditative, con lo studio e la perseveranza, potrebbe offrire alla nostra mente quella calma di cui abbiamo così tanto bisogno.

Tagged:
Psicología
scienza
salute mentale
parapsicología
meditazione
TikTok
viaggi astrali
esperienze extracorporee