Pubblicità

i nostri dieci look preferiti del met gala

Tra santi e diavoli, ma anche tra cattolicesimo e blasfemia. Ecco i nostri abiti (o dovremmo dire sculture?) preferiti visti sul red carpet del MET Gala 2018.

di Jack Sunnucks
|
08 maggio 2018, 9:49am

Il tema della mostra di quest'anno al The Costume Institute è Heavenly Bodies: Fashion And The Catholic Imagination. Di riferimenti, caratteristiche e indiscrezioni riguardanti la più grande exhibition legata alla moda mai tenutasi al Metropolitan Museum di New York ve ne abbiamo già parlato qui. Oggi vogliamo invece parlare di come star e celebrità hanno reinterpretato il tema in chiave sartoriale per il red carpet inaugurale; certamente più semplice da affrontare rispetto a quello dello scorso anno (quando Comme des Garcons e Rei Kawakubo hanno spiazzato chiunque, o quasi), il concetto di cattolicesimo vs moda ha portato sul tappeto rosso angeli, demoni, papesse ed eretici. E in quale altra occasione dell'anno sesso e religione collidono con tanta grazia ed eleganza? Nessuna, appunto.

Nessuno ha azzardato il total look da Maria Vergine, ma ci sono stati moltissimi veli, corone, copricapi, croci e tanto, tantissimo pizzo. Così abbiamo deciso di selezionare i nostri dieci look preferiti del Met Gala 2018, che siano demoniaci o angelici poco importa.

Cardi B.
Questo è ciò che si intende davvero per Immacolata Concezione: Dio ci ha inviato sua Maestà Cardi B sulla terra per salvare musica, moda e talk show in tarda serata (se non ci credete, vi consigliamo di leggere questa intervista con la cantante: risate, riflessioni e colpi di scena vi terranno incollati allo schermo fino all'ultima parola). Dopo la Santa Vergine, è Cardi B la donna ad aver fatto il miglior sfoggio della maternità, con ricci selvaggi e un elaboratissimo abito Moschino.

Verdetto: Oltre l'Angelo, quasi Madonna.

Solange.
Solange ha ascoltato le preghiere dei suoi fan su Twitter e ha indossato la bandana che tutti aspettavamo. In qualche modo è riuscita ad accoppiarla a un'aureola fatta di treccine bionde (probabilmente realizzata da questa talentuosa hair-stylist) che rendono il look ancora più incredibile, specialmente perché sfoggiata insieme a un abito che ricorda i sopravvissuti di Alien. Come se non fosse abbastanza, in questa foto sembra quasi essere arrivata al red carpet su una sorta di navicella spaziale. La speranza ora è che altre celebrità seguano il suo esempio e facciano scegliere ai loro follower su Twitter qual è l'opzione migliore da sfoggiare sul tappeto rosso; sarebbe forse l'unico modo per restaurare una pseudo-democrazia nel reame della moda.

Verdetto: Angelo con bandana.

Donatella Versace.
Ovviamente, essendo Donatella una delle co-organizzatrici dell'evento, oltre che una delle italiane più celebri e creative del mondo, il suo look era incredibile. È arrivata sul pianeta terra per istruirci, ispirarci e guidarci nell'arduo mondo della moda; dubito esista qualcosa di più cattolico di questo. Donatella si becca anche il bonus per aver unito minigonna e strascico in un unico abito (firmato Versace Couture, ovviamente).

Verdetto: Angelo. Donatella è l'angelo un po' fuori di testa che tutti vorremmo sulla nostra spalla.

Rihanna.
Si è vestita da Papa. Ripeto: Rihanna si è vestita da Papa. Ma un Papa incredibilmente sexy, che ha sfilato sul red carpet in Louboutin e sguardo di ghiaccio. Come al solito, Riri ha dovuto stracciare tutto gli altri concorrenti, e per farlo ha scelto un Margiela disegnato da John Galliano. È stata inoltre l'unica ad avere l'ardire di indossare una delle creazioni esposte nella mostra del Met.

Verdetto: Papamobile.

Madonna.
Nessuno ha mai messo a dura prova la religione cattolica come Madonna, che sia attraverso un bel bacio con un Gesù nero in Like A Prayer o scegliendosi il nome forse più sacro dell'intero cristianesimo. Non ha quindi sorpreso nessuno vederla apparire in un outfit con veletta creato dal suo adorato Jean-Paul Gaultier che ricorda Maria Maddalena, anche se il vero plus è la corona che le è valsa il titolo di Regina del Pop. Da notare anche il numero di selfie che si è sentita in dovere di farsi e di condividere con i suoi fan.

Verdetto: Demone. Il nemico pubblico numero uno del cattolicesimo colpisce ancora. Questa volta senza neanche poter essere accusata di blasfemia.

SZA.
In tulle rosa firmato Versace Couture, SZA ci è sembrata una visione paradisiaca sul red carpet. Voglio dire, in realtà indossa un'aureola, il che riassume molto bene ciò che proviamo per lei dopo la sua apparizione in This Is America di Childish Gambino. Lei è la strega buona dell' R 'n' B, piena di ricci preraffaelliti ed è qui per salvarci dalle vesti religiose più sgargianti con un solo tocco della sua bacchetta, che in questo caso è un bastone da passeggio.

Verdetto: Angelo. Sapevamo che Gesù era una donna di colore.

Lana Del Rey.
Questo look è in realtà ispirato a Maria Addolorata, che per quanto riguarda le mode cattoliche estreme si posiziona ai primi posti della top ten. L'abito indossato da Lana racchiude un po' tutto ciò che Maria ha dovuto affrontare nella sua vita. Non che Lana stessa non abbia passato qualche periodo di merda, certo (altrimenti come le sarebbe venuto in mente di scrivere testi presi male come quello di Summertime Sadness?), ed è quindi giusto che si sia ispirata ai patimenti divini, trasformando le lacrime in elaborati ricami. Un grazie per questo incredibile look va ovviamente ad Alessandro Michele.

Verdetto: Sorelle della Grazia.

Bella Hadid

Nel romanzo A Tale Of Two Sisters, che potremmo anche chiamare The Gigi & Bella Hadid Story, Bella interpreta il ruolo della sorella attratta dal lato oscuro. Questo look fa molto angelo della morte/Cher e noi approviamo totalmente entrambe le interpretazioni. Anche se in fondo in fondo speriamo che Bella protenda sempre più per la versione Cher, aprendo magari un account Twitter incomprensibile, ma attraverso il quale elargire perle di saggezza.

Verdetto: Demone, l'unico vero demone della serata.

Frances Mcdormand.
Il meglio va sempre tenuto per ultimo, no? E vedere Frances Mcdormand fumarsi una sigaretta con Pierpaolo Piccioli davanti al Met è esattamente questo, il meglio. Quasi che i due si stessero preparando ad affrontare un numero imprecisato di ore in compagnia di persone che odiano. Incredibile nel suo Valentino Haute Couture, Frances riesce a portare un cappello di piume con un eleganza rara. Il colore dell'abito ricorda un po' quello del Grinch, ma lo approviamo comunque.

Verdetto: Demone redento.

Katy Perry.
Okay, ultima. Non sappiamo bene cosa dire. Siamo a bocca aperta, e basta.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Per non dimenticare:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D US.

Tagged:
red carpet
Rihanna
Madonna
Met Gala
migliori look