Pubblicità

il furgone della pizza automatizzato di black mirror esiste davvero

Adesso possiamo andare tutti nel panico, dai.

di Roisin Lanigan
|
10 gennaio 2018, 10:48am

Screenshot da Black Mirror,Crocodile

Okay, prima di dire qualunque altra cosa: SPOILER! E comunque, se ancora non avete visto la quarta stagione di Black Mirror, beh, colpa vostra che avete fatto la scelta sbagliata.

Allora, sapete che nella nuova stagione c'è quel furgoncino della pizza che rovina e incasina tutto? Ma sì dai, il mostriciattolo a quattro ruote completamente automatizzato che in Crocodile porta alla morte di quattro persone, tra cui un bambino? Beh, grazie a Pizza Hut una roba simile arriverà anche nella vita reale.

Durante l'evento Consumer Electronics Show, Pizza Hut ha infatti annunciato un nuovo metodo di consegna tecnologicamente all'avanguardia. Grazie alla collaborazione con Toyota, il colosso della ristorazione inizierà già nel 2020 a testare furgoncini automatizzati, i cosiddetti E-Pakette. "Siamo felici di poter collaborare con uno dei leader indiscussi della mobilità; grazie alla sua reputazione di brand innovativo, affidabile ed efficiente, insieme vogliamo ridefinire il futuro dell'esperienza di consegna della pizza a domicilio," ha dichiarato Artie Starrs, Presidente di Pizza Hut.

Non è la prima volta che Black Mirror ha previsto l'arrivo di nuove tecnologie che vorrebbero renderci la vita più semplice e al tempo stesso ci terrorizzano: nel 2020 la Cina lancerà un progetto simile alla valutazione social del cittadino che compare in Nosedive (terza stagione), mentre la Samsung sperimenta già da un paio d'anni lenti a contatto iper-tecnologiche con cui riprendere la realtà che ci circonda per poi riguardarla quando più ne abbiamo voglia.

Qui in redazione non abbiamo ancora deciso se siamo più terrorizzati o entusiasti alla notizia di un furgone della pizza che si guida da solo e vuole "ridefinire il futuro della consegna a domicilio."Nel dubbio, d'ora in poi faremo ben attenzione a guardare a destra e sinistra prima di attraversare la strada.

Leggi anche: