Tutte le foto su gentile concessione di Spyros Rennt

i sex party di berlino sono molto più normali di quello che pensi

Una torta nunziale accanto a un uomo che si masturba. Una cotoletta vicino a una poltrona sporca di sperma. Un cock ring che diventa tanto banale quanto un portatovagliolo.

di Marieke Fischer ; foto di Spyros Rennt
|
15 aprile 2019, 9:01am

Tutte le foto su gentile concessione di Spyros Rennt

Crescendo nella Grecia borghese e conservatrice, il fotografo Spyros Rennt ha vissuto sulla sua pelle lo stigma ancora esistente nel suo paese d'origine nei confronti della comunità queer. La sua storia di liberazione personale ha raggiunto il culmine quando ha mollato il suo lavoro d'ufficio, si è trasferito a Berlino e ha iniziato a fotografare tutto quello che gli capitava intorno.

Da quegli scatti è nato il libro Another Excess, in cui vediamo volti e corpi di amici, ex fidanzati e attuali compagni di letto. A renderlo interessante sono i contrasti: un ristorante stellato accanto a corde per il bondage. Una torta nunziale e nella pagina a fianco un uomo che si masturba. Una cotoletta vicino a una poltrona sporca di sperma. In questo modo Spyros riesce a trasformare quelli che la società definisce come "eccessi" in banalità quotidiane, e un cock ring improvvisamente diventa tanto normale quanto un portatovagliolo.

Incuriositi, abbiamo contattato Spyros per approfondire un po' il discorso.

"What does a dick do?" [Cosa fa un cazzo?, NdT]. Ho letto questa frase nell'introduzione del tuo libro e ho pensato di chiederlo a te.
Spyros Rennt: Il cazzo è l'origine della vita. Tutti veniamo da qualcosa che è uscito di lì. Ma sinceramente sto ancora cercando la risposta perfetta a questa domanda. Il mio libro non parla solo di corpi maschili. Certo, il desiderio sessuale gioca un ruolo di primo piano in Another Excess, ma al suo interno esploro anche la tenerezza che si crea nelle relazioni omosessuali. È un po' un processo di autoanalisi.

Berlin's sex parties spyros rennt

Quanto spesso vivi quegli eccessi di cui parli?
Ultimamente sto cercando di frequentare meno party e concentrarmi di più sul lavoro. Il fatto è che vivere a Berlino significa dover semplicemente mettere il becco fuori di casa per poter sperimentare gli eccessi. Non devi andare a cercarli, sono ovunque.

Credi che Berlino continuerà a essere un paradiso queer per molti anni a venire?
Berlino per ora è ancora un posto fantastico per chi vuole sentirsi libero. Certo, capitalismo, gentrificazione e un generale aumento del costo della vita qui sono problemi sempre più presenti nelle nostre vite, che stanno avendo un forte impatto sulla comunità queer. La mia cotta per Berlino comunque si è dissolta nel nulla non appena mi sono trasferito qui, perché tra burocrazia e gap culturali mi sono reso conto di non essere in Paradiso, affatto.

berlin sex parties spyros rennt

Che ruolo ha la politica in quello che fai?
Uno bello importante. Fotografo gli spazi queer e gay per dar loro visibilità. In un certo senso, il mio libro è un modo per sostenere la queer culture globale, che per me è estremamente importante.

Gli scettici potrebbero però obiettare che tu hai fotografato una Berlino stereotipata, quella di party, droghe, sesso e via dicendo.
Tutti abbiamo un corpo e tutti ce ne serviamo per entrare in contatto con gli altri. Non prendo mai troppe droghe e non c'è nulla da cui sono davvero dipendente. Non mi interessa documentare l'uso e l'abuso di sostanze a Berlin—in tutto il libro non troverai una singola immagine in cui qualcuno si sta drogando, anche se gran parte sono state scattate all'interno di club. Al contrario, ciò che volevo immortalare sono l'euforia e l'estasi che questo tipo di serate generano naturalmente nei frequentatori. Another Excess parla di bellezza, non del martedì quando ti senti da schifo e non riesci ad alzarti dal letto perché la domenica hai esagerato ma il lunedì sei comunque andato al lavoro.

Eri attivamente coinvolto nelle scene che hai fotografato (anche se non ti si vede mai)?
Anche se non sono presente nelle foto, ho partecipato a tutto ciò che ho scattato. Non ero un osservatore. Non lo sono mai. Porto con me la mia macchina fotografica ovunque io vada, quindi in realtà quello che faccio in quelle situazioni è divertirmi, poi appena noto qualcosa che voglio fotografare prendo la distanza giusta, scatto, e poi torno immediatamente a divertirmi. C'è una foto di due ragazzi che stanno facendo sesso—come avrei potuto non essere parte di quella situazione e trovarmi comunque lì? Questa serie è una mia storia personale che ho deciso di condividere con il mondo.

berlin parties

Il tuo lavoro non è esattamente pensato per finire sui social media. In che modo questo influisce sulla tua creatività?
Instagram è un po' come una prigione, perché ci sono regole e penalità per chi non le rispetta. Sai che non puoi far vedere cazzi, tette e il pube. In fin dei conti, ha senso. Quante persone ci vorrebbero per decidere se ogni singola foto di nudo è arte o pornografia? Gli uomini etero sono dei maiali—riesci a immaginare come andrebbero le cose se non ci fossero regole su Instagram? Ci sono già abbastanza immagini disturbanti su internet, non è il caso di aggiungerne altre.

Un altro elemento di censura nella vita delle persone queer spesso sono i genitori. Cosa pensano i tuoi di Another Excess?
In Grecia molte persone queer hanno subito traumi durante l'adolescenza. Oggi la morale non è più severa come un tempo, ma quella greca continua a essere una società piuttosto conservatrice e fortemente influenzata dal Cristianesimo. Comunque, quando a 19 anni ho detto ai miei genitori che sono gay, loro hanno reagito benissimo. Mi hanno sempre lasciato libero di vivere la mia vita secondo le mie regole, senza impormi nulla. Mi sostengono e vogliono che io sia felice, semplicemente.

Nonostante questo, non ho fatto vedere loro il mio libro. Sanno all'incirca di cosa parla, ma non voglio costringerli ad affrontare la realtà. Lo faranno quando saranno pronti. Poco tempo fa mia madre mi ha detto: "Adesso che il tuo progetto è diventato pubblico, forse puoi iniziare a fotografare anche cose belle. Di cazzi ne hai fotografati abbastanza."

Se vuoi comprare Another Excess, vai qui.

Segui i-D su Instagram e Facebook

berlin sex parties spyros rennt
berlin sex parties spyros rennt
spyros rennt berlin sex parties
berlin sex parties spyros rennt

Questo articolo è originariamente apparso su i-D Germania