5 cose da fare a torino questo weekend

Dall’arte contemporanea nei musei fino a notte fonda, al miglior festival di musica elettronica d'Italia, ecco perché non potete perdervi questo weekend a Torino.

|
06 novembre 2015, 10:30am

Artissima
La più importante manifestazione per l'arte contemporanea italiana la trovate grazie ai suoi numeri: dal 1994 colleziona più di 50,000 visitatori, riunendo sotto lo stesso tetto 207 gallerie di tutto il mondo e 50 curatori di allestimenti in 20.000 mq di spazio espositivo. Se siete a Torino quindi non potete perdervi Artissima all'Oval Lingotto dal 6 all'8 novembre. La fiera dell'arte si divide in tre sezioni principali: una main section dedicata alle gallerie più in vista della scena internazionale; le new entries, gallerie molto giovani che hanno la possibilità di partecipare ai Promos Scalo Milano New Entries Prize e le art editions per il risvolto editoriale dell'arte.

6-8 novembre 2015, Oval Lingotto, via Giacomo Mattè Trucco 70, Torino

Notte delle arti contemporanee
Per una full immersion nell'arte non si possono assolutamente perdere le esposizioni di tutte le maggiori fondazioni artistiche della città. Sabato 7 tutti i musei rimarranno aperti fino alle 22. La Fondazione Sandretto Rerebaudengo ospita la prima personale dell'artista argentino Adrian Villar Rojas, Rinascimento; la Fondazione Merz propone un capostipite dell'arte contemporanea quale Christian Boltansky con Dopo e volendo vi serve la colazione con Lavazza il sabato mattina fino alle 11.

Al Museo Ettore Fico un'originalissima esposizione dal titolo "vanità/vanitas", excursus sull'appassire della bellezza che mette a confronto capolavori dell'arte barocca e opere contemporanee.

Opening Adrian Villar Rojas, Rinascimento, 4 novembre, ore 19.00, Fondazione Sandretto Rerebaudengo, via Modane 16, Torino
7-8 novembre fino alle ore 11.00, Colazione Merz, Fondazione Mario Merz, via Limone 24, Torino
Vanità/Vanitas, 31 ottobre- 28 febbraio, Museo Ettore Fico, via Francesco Cigna 114, Torino

#C2C15
A Torino il corrispettivo acustico dell'arte contemporanea non può che essere rappresentato dalla musica elettronica che raggiunge il massimo splendore con l'evento atteso da tutti i clubber d'Italia ogni Novembre. Tenetevi pronti dunque per Club 2 Club, che quest'anno è alla sua 15esima edizione. L'evento culmina nel main festival, dal 4 all'8 novembre in parallelo alla Contemporary Art Week. Il festival ospita come sempre artisti di spicco nel panorama della musica internazionale. Quest'anno avrete l'onore di assistere alle performance di artisti quali Thom Yorke, Jamie XX, Nicolas Jaar, Jeff Mills e molti altri. Trovate il programma dell'evento qui, che comprende altrettanto interessanti progetti paralleli per tutta la città che non potete assolutamente perdervi.

4-8 novembre, Lingotto Fiere, via Nizza, 294, Torino

Carlsberg Dans Salvario Emporium
Torino non è solo arte e introspezione. Per svagarvi e godervi la vita della città insieme ai suoi cittadini, fate un giro questo weekend nel quartiere di San Salvario per il Calsberg Dans Salvario Emporium. In collaborazione con C2C15, domenica potete concludere il weekend di arte e musica con una festa urbana all'aperto che si svolgerà in piazza Madama Cristina e per le strade dalle ore 11.00 alle ore 21.00. Per tutta la giornata assaggerete buon cibo, ascolterete buona musica, potrete acquistare oggetti di design, moda e addirittura potrete "pimpare" la vostra bici. Meglio di così si può solo continuare a far festa fino alle h.24 nei club della zona. Il progetto è di Associazione Situazione Xplosiva in collaborazione con Associazione Emporium nel programma di Club To Club Festival 2015, un simbolico gemellaggio tra San Salvario e la Danimarca. 
Qui trovate tutto il programma.

Domenica 8 novembre, quartiere di San Salvario, dalle ore 11.00 alle 24.00

SHIT ART FAIR
E se anche dopo tutte le manifestazioni alternative, gli artisti emergenti, le postazioni per sistemare la bici e le serate a suon di techno siete stanchi e annoiati dalla vita di tutti i giorni, Torino cambia le carte in tavola ancora una volta e vi mostra il suo lato oscuro con la Shit Art Fair. Esposizione non autorizzata con luogo e data ancora segreti. Niente mediazione di curatori, critici o organizzatori esterni, niente biglietti da prenotare, niente opere da acquistare; insomma, un evento con una forte connotazione politica che si svolge fuori dai contesti istituzionali. Se ti sei perso la serata puoi sempre scaricare la fanzine stampata per l'occasione.

Data e luogo sconosciuti

Crediti


Testo Martina Bruna