cinque cose da non perdere al miart

Sta per iniziare il weekend dell'arte contemporanea di Milano, ecco la nostra selezione di mostre collettive e personali da tenere d'occhio.

|
09 aprile 2015, 2:30pm

Timur Si-Qin, In memoriam 4, 2014

La primavera è scoppiata a Milano e aprile è il mese più indaffarato nell'agenda dei milanesi. Primo appuntamento è il 10 aprile con la fiera d'arte contemporanea Miart diretta da Vincenzo De Bellis, che sta aiutando a far rifiorire l'ingrigita scena artistica milanese e italiana, portando in città addetti ai lavori e amanti dell'arte da tutto il mondo. Mai come quest'anno l'arte uscirà dagli stand della fiera del Portello per germogliare, quasi letteralmente, negli spazi alternativi aperti al pubblico. i-D ha selezionato i progetti imperdibili di questo weekend artistico.

Hot Topics

Cory Arcangel reduce dall'affollatissimo opening alla GAMeC, presenta la sua nuova personale Hot Topics alla Lisson Gallery, composta da sette gruppi di oggetti dalle forme antropomorfe. Sono pool noodles, tubi colorati galleggianti che rimandano a figure umane o, in questo caso, a rappresentazioni delle comunità giovanili legate alle sottoculture americane.

Cory Arcangel: Hot Topics, in mostra dal 10 aprile al 20 maggio 2015

www.lissongallery.com/

Dubbi amletici

Siete indecisi fra arte e disco? i-D ha trovato la soluzione perfetta al vostro dubbio amletico, basta andare al PLASMA, Plastic Modern Art, il project space promosso dal team della mitica discoteca Plastic, dove l'artista Nicola Gobbetto presenta la sua ultima, coloratissima, installazione Man or Muppet?. L'opera riflette sull'interrogativo esistenziale del vivere (essere) o morire (non essere), alla radice dell'indecisione che impedisce di agire. Nove sculture, ispirate ai Muppets più iconici, si ergono davanti ai visitatori a simboleggiare il riflesso collettivo in uno specchio.

Nicola Gobbetto: Man or Muppet? è in mostra dal 1 marzo al 12 aprile 2015, venerdì e domenica dalle 23:30, Via Gargano, 15 - Milano

nicolagobbetto.tumblr.com/

V for Venganza

VENGANZA (I don't want to be friends) è un group show di sole artiste donne, curato da Gea Politi presso Armada. Armada è una realtà alternativa nella scena milanese, uno spazio gestito da una comunità di artisti che si sono incontrati tra le aule e i corridoi dell'Accademia di Brera frequentando le lezioni di Alberto Garutti. La mostra che include l'instagram celebrity Amalia Ulman ma anche Carol Bove, Lucy Dodd, Jana Euler, Betty Tompkins e Julia Wachtel. Quello che unisce le artiste in mostra è il modo in cui ciascuna delle loro opere definisce un cambiamento, una svolta nell'ambito della pittura, della scultura e della ricerca internet.

VENGANZA (I don't want to be friends) in mostra dal 9 aprile al 10 maggio 2015

www.armadamilano.com

Boys don't cry

Lo spazio multifunzionale Marsèlleria presenta per Miart Pure Disclosure, con Alessandro Agudio, Daniel Keller, Andrea Magnani e Timur Si-Qin, curata e prodotta da Siliqoon. Pure Disclosure è il risultato di un progetto iniziato nel 2014, quando i quattro artisti sono stati invitati a lavorare a stretto contatto con una selezione di aziende dell'eccellenza artigianale italiana. Da quest'esperienza è scaturito un corpus di lavori fondato sulla ricerca individuale degli artisti. Le opere appaiono come prodotti del post-capitalismo presentati con una logiche commerciali, che crea un attrito con la loro natura spirituale, critica, ironica.

Pure Disclosure è alla Marsèleria dal 10 aprile al 10 maggio 2015

www.marselleria.org

Tipo un Van Gogh fra i grattacieli

Da non perdere sabato 11 Aprile l'apertura ufficiale tra i grattacieli futuristici di Porta Nuova di Wheatfield, un'opera d'arte ambientale dell'artista americana Agnes Denes in collaborazione con la Fondazione Trussardi. Wheatfield è un spettacolare intervento di Land Art ecologica concepito nel 1982 per riportare l'attenzione del pubblico su alcuni valori sempre più trascurati dalla società globalizzata: la condivisione del cibo e dell'energia, la salvaguardia del territorio e dell'ambiente, la crescita sociale ed economica nel rispetto della qualità della vita degli individui e delle comunità.

Agnes Denes, WheatfieldPorta Nuova, Milano. Accesso dal giardino pubblico di via De Castilia 28, visitabile fino a luglio 2015

www.fondazionenicolatrussardi.it

Crediti


Testo di Fabrizio Meris