il primo selfie stick è nato nel 1984

La Courrèges x Minolta “deluxe” ac301 del 1984 univa il mondo della moda a quello della tecnologia. La sua versione del 2016, creata dall'artista Simon Denny, è un'opera d'arte in edizione limitata che esplora le politiche della cultura del selfie.

di Alice Newell-Hanson
|
01 agosto 2016, 1:25pm

Image courtesy the Swiss Institute

Il selfie stick è quell'oggetto che oramai tutti conosciamo fin troppo bene, e grazie all'artista Simon Denny ora è anche un'opera d'arte, creata in collaborazione con l'Istituto Svizzero di New York. L'oggetto conta solo 60 riproduzioni in edizione limitata ed è un rifacimento della macchina fotografica Courrèges x Minolta "deluxe" ac301 del 1984.

Campagna pubblicitaria originale di Courrèges x Minolta "deluxe" ac301

La versione originale della Courrèges x Minolta "deluxe" ac301 era una fotocamera digitale ideata dal designer francese André Courrèges e dal noto brand di macchine fotografiche giapponese Minolta. Il modello era decorato da piccole onde rosa o dal logo futurista di Courrèges, "AC". Nella parte anteriore un piccolo specchio permetteva di dare una controllata al proprio look prima di scattare una foto con l'utilizzo di un bastoncino che funzionava come estensione. Un magazine dell'epoca l'aveva ribattezzato "l'equivalente fotografico di un barboncino."

La rivisitazione di Denny del 2016 al posto della macchina fotografica presenta una finta cover di un iPhone che rispecchia il look originale. La versione di Danny è fatta a mano, e lo si può notare chiaramente. Il piccolo specchio anteriore è ora un piccolo rettangolo in carta riflettente dall'effetto deformante, mentre il flash è uno sticker. È un modo ironico di presentare il fenomeno shanzhai, nato nella capitale cinese, e le politiche del selfie. 

Simon ha parlato con i-D dell'origine del selfie stick.

Come è nata questa tua idea?
Con la mia arte voglio riflettere sulla tecnologia e sulle sue implicazioni. Simon [Castets] dell'Istituto Svizzero pensava che i selfie stick fossero una cosa interessante perciò ho iniziato a guardare i primi modelli. La macchina di Minolta e Courrèges era la prima ad aver adottato un selfie stick, includendolo nel pacchetto. 

Studiando il prodotto originale ci siamo resi conto che era stato creato per le donne. All'epoca la tecnologia era pensata per gli uomini, e il fatto di unire la moda ad essa ha aiutato a dare vita a un business alimentato anche dalla consumatrici donne. È interessante vedere come questo tipo di marketing cross-gender abbia portato all'invenzione del selfie stick.

Mi interessa molto inoltre lo sviluppo dell'universo tecnologico. Sto preparando una mostra a Shenzhen al momento. La maggior parte delle tecnologie che vediamo nel mondo nascono lì. È un sistema che ha dei lati piuttosto negativi - le condizioni di lavoro pessime, ad esempio - ma anche positivi. L'evoluzione di Shenzhen ha portato alla contraffazione di moltissimi prodotti, generando numerose copie. Tutto questo prende il nome di shanzhai. Questo ecosistema ha dato vita a molte startup, perciò ho pensato che sarebbe stato figo ricreare una versione del vecchio prodotto sotto forma di selfie stick contemporaneo.

La cover per iPhone decorata di SIxSD Legacy Selfie Stick Luxury Tech Reissue 

La versione originale non aveva venduto molto, forse era troppo avanti per quel tempo!
Lo era. E si trattava di un progetto parallelo per Courrèges. Simon ha contattato Courrèges e ci hanno inviato un dossier sul prodotto che ci ha aiutato a capire meglio l'idea di marketing che stava dietro. Una cosa a cui penso spesso è: perché il mercato del lusso è uno dei pochi che continua a crescere al giorno d'oggi? Forse a causa della disparità a livello salariale a cui stiamo assistendo e all'ineguaglianza dilagante. Credo che ricollegare questo aspetto economico alla popolarità dei selfie sia una cosa interessante.

Quando è stato ideato il selfie stick moderno, agli inizi degli anni 2000, venne preso in giro; è stato anche incluso nel libro "101 Useless Japanese Inventions." Quali prodotti presenti sul mercato a Shenzhen riusciranno a conquistare un pubblico ampio secondo te?
I visori VR e le GoPro stanno andando forte ora. E gli ultimi modelli di smartphone ovviamente. Credo che osservare ciò che accade lì aiuti a comprendere la tecnologia del futuro. 

Campagna originale di Courrèges x Minolta "deluxe" ac301

Mi ha sorpresa sapere che esistesse un selfie stick nel 1984. Ora sono un simbolo della nostra generazione.
All'inizio è sembrato strano anche a me. Ma poi mi sono detto "Ma certo!". Gli anni '80 hanno segnato l'inizio della crescita del mercato del lusso, perciò ha senso che sia stato inventato nel 1984 perché quell'epoca si avvicina economicamente alla nostra.

Lo stick di Courrèges era stato creato specificamente per le donne. Oggi però il selfie stick è decisamente gender-neutral. Ci avevi pensato?
Se quel selfie stick è stato realizzato per rendere la tecnologia più accessibile per le donne ha portato anche a vedere l'iPhone più come un lifestyle che un puro oggetto utilitaristico. Credo sia un aspetto interessante da tenere in considerazione. Forse senza la nascita di quel mercato non avremmo neppure un iPhone e useremmo ancora un Blackberry dal look decisamente più maschile.

"SIxSD Legacy Selfie Stick Luxury Tech Reissue" si può acquistare qui e tramite l'istituto Svizzero swissinstitute.net

Crediti


Testo Alice Newell-Hanson
Immagini su gentile concessione dell'Istituto Svizzero 

Tagged:
selfie
Selfie Stick
courrèges x minolta “deluxe” ac301